Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Il Malaga frena il Borussia Dortmund

Málaga CF - Borussia Dortmund 0-0
Gli spagnoli bloccano i campioni di Germania uscenti e tengono vive le speranze di qualificazione in vista del ritorno.

Isco e Łukasz Piszczek si contendono il pallone
Isco e Łukasz Piszczek si contendono il pallone ©Getty Images

La delusione del Málaga CF per il primo 0-0 casalingo in UEFA Champions League e per l'indisponibilità al ritorno sia di Weligton che di Manuel Iturra è mitigata dalla consapevolezza che il Borussia Dortmund avrebbe potuto chiudere il discorso qualificazione di questo quarto di finale già a La Rosaleda.

La squadra di Jürgen Klopp torna a casa con buone possibilità di qualificarsi, ma anche con il rammarico di essersi lasciata sfuggire l'occasione di vincere. Nel primo tempo, dall'inizio alla fine, la formazione tedesca crea palle-gol a raffica. Grazie a un calcio spumeggiante fatto di tocchi di prima e di giocate di classe che farebbe invidia a chiunque, i campioni di Germania uscenti vanno all'intervallo avendo sprecato tre chiare occasioni.

La prima della partita capita a Javier Saviola, che calcia sull'esterno della rete. E' un caso perché di lì a poco è il portiere del Malaga, Willy, a diventare protagonista. La prima occasione nasce da una sponda aerea di Robert Lewandowski su lancio lungo di Kevin Grosskreutz per Mario Götze: l'attaccante perde l'uno con il portiere argentino.  

La seconda occasione arriva subito dopo. Lewandowski mette di nuovo Götze a tu per tu con l'estremo argentino, ma l'attaccante perde di nuovo il duello. Gli ospiti ci provano allora con altri interpreti. Marco Reus inquadra la porta al 24', ma il portiere è sempre attento. Serve invece la collaborazione tra il portiere e Martín Demichelis per frenare l'incursione in area di Lewandowski.

Il ritmo e la pressione costringono il Malaga a rinunciare al suo solito calcio manovrato. Non appena riescono a tirare il fiato, gli ospiti si rendono insidiosi con Júlio Baptista e Joaquín. Il pubblico si scalda e la squadra di Pellegrini, contro l'andamento della gara, va vicina al vantaggio. Su un corner di Joaquín, Baptista conclude a rete di testa e sulla respinta di Roman Weidenfeller, Jérémy Toulalan non riesce a ribadire in rete di testa.

Il copione non cambia nella ripresa, con la differenza che questa volta Lewandowski svirgola un ottimo pallone senza richiedere l'intervento del portiere argentino. Il Malaga sembra aver beneficiato dei suggerimenti di Pellegrini nell'intervallo e prova imporre il proprio calcio preciso e ragionato. Nonostante la terza occasione fallita da Götze, che calcia di poco a lato, qualcosa succede anche dall'altra parte.

Una conclusione violenta di Isco al 65' impegna Weidenfeller, con Toulalan che calcia tra le braccia del portiere sulla respinta. Antunes calcia di poco alto negli ultimi secondi, ma la matricola spagnola deve accontentarsi della settima partita di questa edizione della UEFA Champions League conclusa senza incassare reti.

In alto