Si torna a giocare: la UEFA si sta preparando per un ritorno alle sue competizioni d'elite nella massima sicurezza.

Maggiori informazioni >

2010/11 FC Barcelona - Manchester United FC 3-1: Cronaca

I Blaugrana superano in finale lo United e si laureano campioni d'Europa per la quarta volta, la seconda a Wembley. "Sono oroglioso di guidare questi ragazzi", commenta il tecnico dei catalani Josep Guardiola.

2010/11 FC Barcelona - Manchester United FC 3-1: Cronaca
2010/11 FC Barcelona - Manchester United FC 3-1: Cronaca ©UEFA.com

Come già accaduto nel 1992, Wembley è lo scenario che incorona l'FC Barcelona, al quarto titolo continentale, campione d'Europa grazie al successo per 3-1 contro il Manchester United FC. La formazione catalana si impone con merito, passando in vantaggio con Pedro Rodríguez e rispondendo al pareggio di Wayne Rooney con le splendide reti nella ripresa di Lionel Messi e David Villa.

Tuttavia, ricalcando il copione della finale di Roma nel 2009 contro lo stesso avversario, la squadra di Sir Alex Ferguson parte subito forte, e soltanto i riflessi di Víctor Valdés negano il gol a Rooney. Il Barcellona stenta a trovare il passo giusto, ma quando ci riesce è subito pericoloso: al 15', Xavi Hernández crossa basso per Pedro che calcia al lato.

Villa non inquadra ancora di poco il bersaglio, prima di impegnare a terra Edwin van der Sar. Nemanja Vidić tiene a bada Messi, ma al 27' lo United capitola. Xavi ispira la manovra: il regista avanza e serve Pedro in diagonale. La punta esterna elude l'intervento di Vidić e con freddezza infila l'angolino d'esterno.

Trascorrono appena sette minuti e lo United pareggia. Il Barcellona perde palla sugli sviluppi di una rimessa laterale di Éric Abidal, Rooney avanza, triangola con Michael Carrick, apre per Ryan Giggs dentro l'area e raccoglie il passaggio di ritorno del gallese con una conclusione vincente a giro.

La parità non dura a lungo. Dopo una parata di Van der Sar su Daniel Alves, Messi riporta avanti i Blaugrana al 54': tiro vincente dell'argentino da 20 metri. Messi va vicino più volte al colpo del ko: Van der Sar, di piede, e Fabio, in extremis sulla linea, gli negano la doppietta.  

Van der Sar, all'ultima partita della carriera, offre un saggio della sua classe allungandosi su una conclusione di Xavi. Il portiere olandese non può invece nulla invece sulla splendida parabola di Villa al 69'. Wembley incorona ancora il Barcellona.

In alto