UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Drogba non perdona, il Chelsea può sognare

Chelsea FC - FC Barcelona 1-0
I Blues si confermano imbattibili a Stamford Bridge: decide l'ivoriano, due pali e diverse occasione per gli ospiti.

Il gol di Didier Drogba
Il gol di Didier Drogba ©Getty Images

Il Chelsea FC si conferma imbattibile in casa e infligge la prima sconfitta in UEFA Champions League al FC Barcelona detentore del trofeo. A Stamford Bridge, la semifinale d’andata finisce 1-0 per i Blues: decide la sfida un gol di Didier Drogba nel recupero del primo tempo.

La squadra di Roberto Di Matteo festeggia così la sesta vittoria in altrettante gare a Londra, mentre quella di Josep Guardiola cade in trasferta dove aveva vinto quattro delle ultime cinque partite disputate. A Stamford Bridge viene premiata la concretezza del Chelsea, a segno nell’unico tiro verso la porta avversaria; un Barcellona impreciso e un po’ sprecone recrimina per le occasioni fallite e due pali colpiti: martedì prossimo dovrà cercare di ribaltare questo ko per raggiungere la seconda finale consecutiva, la terza nelle ultime quattro stagioni.

Di Matteo non può contare sull’infortunato David Luiz: al posto del brasiliano, al centro della difesa gioca Gary Cahill. Il tecnico italiano infoltisce il centrocampo con Raul Meireles e John Obi Mikel – in panchina Daniel Sturridge e Salomon Kalou – al centro dell'attacco Drogba è preferito a Fernando Torres. Guardiola rinuncia a Gerard Piqué, al centro della difesa è Javier Mascherano a far coppia con Carles Puyol; in appoggio a Lionel Messi giostrano Cesc Fàbregas e Alexis Sánchez.

Nel primo tempo è decisamente più Barça che Chelsea. Dopo nove minuti Andrés Iniesta serve Sánchez sul filo del fuorigioco, il cileno ex Udinese Calcio sceglie il pallonetto sull'uscita di Petr Čech ma centra una clamorosa traversa. I padroni di casa creano un po’ di apprensione con una rimessa lunga in area di Branislav Ivanović, ma Daniel Alves salva prima su John Terry e poi su Cahill.

Al 17’ i Blaugrana vanno di nuovo vicini al gol. Dopo uno slalom Messi scarica per Iniesta, che calcia di potenza: Čech non trattiene, ma sulla ribattuta Fàbregas sbaglia tutto con il sinistro. Tra i Blues si fa notare lo spagnolo Juan Mata, che calcia a lato. L’ex capitano dell’Arsenal FC fa invece tutto bene al 26’, ma dopo aver “ubriacato” Cahill il suo sinistro trova l’opposizione del portiere avversario; che fa buona guardia anche su un successivo colpo di testa di Messi.

Al 43’ la squadra di Guardiola ha un’altra grande opportunità. Messi sradica palla a Mikel, si invola verso la porta e scarica alla perfezione per Fàbregas, il cui pallonetto è però troppo debole e favorisce il salvataggio di Ashley Cole. Così, nel recupero, il Chelsea passa. Frank Lampard innesca la ripartenza di Ramires, il brasiliano serve un assist molto intelligente a Drogba che di sinistro non lascia scampo a Víctor Valdés: 1-0 per i Blues, per l’ivoriano è il quarto gol in UEFA Champions League.

Il Chelsea lotta colpo su colpo e stringe le maglie della difesa, ma anche nella ripresa i campioni d’Europa costruiscono due nitide palle gol. Al 51’ Adriano impegna Čech con un destro a giro, poi Fàbregas inventa un “cucchiaio” per Sánchez che però da posizione favorevole non riesce a segnare. Il cileno lascia il campo poco dopo a Pedro Rodríguez, Di Matteo risponde inserendo Kalou al posto di Mata; tra le due sostituzioni c’è la punizione di Xavi Hernández, che termina alta.

Capitan Puyol impegna di nuovo Čech, che con un balzo mette in corner il suo colpo di testa; sembra l’ultima emozione, ma al 92’ arriva il clamoroso palo di Pedro. Finisce 1-0 per il Chelsea, questa volta per i Blues allo scadere non c’è nessuna beffa come nella semifinale della UEFA Champions League 2009, con il gol di Iniesta nel recupero, ma solo un grande sospiro di sollievo. Il Barcellona, però, è ancora vivo…