UEFA.com funziona meglio su altri browser
Dal 25 gennaio, UEFA.com non supporterà più Internet Explorer.
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox o Microsoft Edge.

Hernández: tutto merito di Emery

In vista della sfida decisiva nel Gruppo E contro il Genk, il centrocampista del Valencia Pablo Hernández sottolinea l'importanza del tecnico nei buoni risultati ottenuti dal club e parla di quanto sia fondamentale avere dei sogni.

Hernández: tutto merito di Emery
Hernández: tutto merito di Emery ©UEFA.com

Malgrado abbia venduto negli ultimi anni calciatori del calibro di David Villa, David Silva e Juan Mata, il Valencia CF continua a sorprendere sia nel campionato spagnolo che in competizioni UEFA. Il centrocampista Pablo Hernández ha spiegato a UEFA.com che il merito è in ampia parte del tecnico Unai Emery.

Hernández gioca al Mestalla dalla prima stagione in panchina di Emery, ed è entusiasta dello stile del tecnico 40enne, le cui capacità saranno messe alla prova nelle prossime settimane in vista delle sfide decisive del Valencia contro KRC Genk, mercoledì, e contro la capolista Chelsea FC, nell'ultima partita della fase a gironi, nel tentativo di qualificarsi alla fase successiva nel Gruppo E di UEFA Champions League.

"Lavora bene e molto. Nessuno può criticarlo – ha spiegato il 26enne centrocampista -. Ha le sue idee e una filosofia ben definita, e lavora molto con la squadra per attuarla. Ha dimostrato di essere un buon allenatore, che lavora sodo e studia approfonditamente gli avversari. Nei tre anni di sua gestione abbiamo sempre raccolto buoni risultati”.

Risultati tanto più significativi alla luce del fatto che il club è stato costretto a vendere calciatori importanti per far quadrare i conti. Hernández conferma che la squadra ha voltato pagina serenamente dopo la partenza di campioni come Villa, Silva and Mata.

"Sappiamo che sono calciatori di grande qualità – ha spiegato Hernández, in campo in tutte le partite europee del Valencia quest'anno -. Il club ha dovuto lasciarli partire, ma sta lavorando per far arrivare calciatori di prospettiva, con qualità e fame. In questo modo riusciremo a non risentire della partenza di calciatori importanti”.

Hernández era in campo la scorsa stagione nella sconfitta del Valencia contro l'FC Schalke 04 negli ottavi di finale, e spera che la sua squadra possa migliorarsi quest'anno. "Vogliamo fare meglio della scorsa stagione. Sappiamo che è difficile vincere la Champions League perché ci sono grandi squadra, ma senza sogni è impossibile raggiungere traguardi importanti. Se abbandoni i tuoi sogni e ti accontenti, non potrai ottenere ciò che desideri. E' importante lottare duramente per i propri obiettivi”.