1996/97 Borussia Dortmund - Juventus 3-1: Cronaca

"E' stata una sorpresa, la Juve aveva grandi giocatori ed era imbattuta da due anni". Ottmar Hitzfeld

1996/97 Borussia Dortmund - Juventus 3-1: Cronaca
1996/97 Borussia Dortmund - Juventus 3-1: Cronaca ©UEFA.com

Quattro volti noti sono tornati per dare una delusione alla Juventus nella finale dei 1997 e dare seguito alla striscia negativa dei campioni in carica in UEFA Champions League. I detentori del trofeo erano caduti all'ultimo ostacolo negli ultimi due anni e la Juventus ha vissuto lo stesso destino con Karl-Heinz Riedle che ha lanciato il Borussia Dortmund verso una vittoria storica. Raramente la vendetta ha avuto un sapore più dolce.

Vendetta, perché quattro anni prima la squadra di Ottmar Hitzfeld era stata schiacciata con un complessivo 6-1 dai Bianconeri nella finale di Coppa UEFA. La delusione è stata placata dall'arrivo di Julio César, Jürgen Kohler, Paulo Sousa e Andreas Möller proprio dagli avversari, e i quattro hanno portato anche l'abitudine di vincere al Westfalenstadion – e la Juve lo avrebbe presto scoperto.

Avendo superato l'AFC Ajax nelle semifinali, la squadra di Marcello Lippi era arrivata in Baviera da favorita. Se Christian Vieri avesse aggiustata la mira nelle prime battute forse i pronostici sarebbero stati rispettati. Invece è stato Riedle a sbloccare per i tedeschi con due gol in cinque minuti durante il primo tempo.

Prima ha approfittato del cross di Paul Lambert sul petto per superare Angelo Peruzzi e poi ha raddoppiato su angolo di Möller grazie a un potente colpo di testa. I Bianconeri però non si sono dati per vinti prima del tempo, e ci hanno provato con Zinédine Zidane che si è riuscito a liberarsi di Lambert e poi con Vieri il cui tiro deviato è stato fermato dalla traversa.

L'attaccante dell'Italia si è anche visto annullare un gol, ma la Juve è riuscita ad accorciare le distanze quando Alessandro Del Piero, subentrato nell'intervallo, ha deviato in rete il cross di Alen Bokšić. I tifosi del Borussia devono aver secondi dopo aver sostituito Stéphane Chapuisat il 20enne ha raccolto il pallone da Möller superando Peruzzi con un bel colpo sotto. Un inizio da sogno, un giorno da ricordare per il Borussia.

In alto