Si torna a giocare: la UEFA si sta preparando per un ritorno alle sue competizioni d'elite nella massima sicurezza.

Maggiori informazioni >

Bolat testa d'oro

Il portiere dello Standard racconta il clamoroso gol di testa contro l'AZ Alkmaar che ha portato i belgi in UEFA Europa League. "E' la seconda cosa folle che mi succede in poco tempo. E' stata pura fortuna".

Bolat testa d'oro
Bolat testa d'oro ©Getty Images

Sinan Bolat si sta abbonando alle emozioni forti. Mercoledì il portiere dell'R. Standard de Liège ha segnato un clamoroso gol di testa allo scadere regalando alla squadra belga l'1-1 con l'AZ Alkmaar e la qualificazione alla UEFA Europa League.

Fortuna
Sotto per il gol di Jeremain Lens, lo Standard sembrava destinato ad uscire dall'Europa, ma al 95' il portiere si è portato nell'area avversaria sulla punizione di Benjamin Nicaise al 95' e ha battuto Sergio Romero con un gran colpo di testa da vero centravanti. "E' la seconda cosa folle che mi succede in poco tempo, la prima è stata quando ho parato il rigore a tempo scaduto che ci ha portati al titolo belga", ha detto Bolat, che aveva respinto il tiro dagli undici metri dell'attaccante del KAA Gent Bryan Ruiz portando la sua squadra alla finale per il campionato poi vinta contro l'RSC Anderlecht.

Tutto in un attimo
Il 21enne ha festeggiato il gol di ieri correndo all'impazzata per tutto il campo. "All'ultimo minuto ci è stata assegnata una punizione, ho guardato verso la panchina chiedendo il permesso di sganciarmi e me lo hanno accordato. Ovviamente volevo segnare ma non credevo che ci sarei riuscito. Nicaise ha messo dentro un gran pallone - ha raccontato il portiere nato in Turchia -. E' stata pura fortuna, solo fortuna. Poteva capitare a chiunque, ma grazie a Dio è capitato a me. Non avevamo più niente da perdere e abbiamo deciso tutto in un attimo. E' andata bene".

In alto