Roma accoglie le superpotenze europee

Barcellona e Manchester United si presentano allo Stadio Olimpico per la finale della UEFA Champions League 2008/09 e per scrivere un altro capitolo della loro lunga e gloriosa storia.

Barcelona e Manchester United si preparano per la finale di UEFA Champions League
Barcelona e Manchester United si preparano per la finale di UEFA Champions League ©Getty Images

FC Barcelona e Manchester United FC si presenteranno allo Stadio Olimpico di Roma per la finale della UEFA Champions League 2008/09 e per scrivere un altro capitolo della loro lunga e gloriosa storia. Nella Città Eterna questi due blasonati club vanno a caccia del massimo trofeo europeo.

• In caso di successo il Barcellona arriverebbe a quota tre nella competizione e Josep Guardiola entrerebbe nell’olimpo di coloro che hanno vinto la coppa sia da giocatore che da allenatore.

• I campioni uscenti dello United detengono il record di imbattibilità nella competizione con 25 partite senza sconfitte e sperano di portarsi a casa la quarta Coppa dei Campioni. In caso di vittoria il club inglese sarebbe il primo a conquistare due UEFA Champions League di fila.

• In caso di successo l’allenatore Sir Alex Ferguson eguaglierebbe il record di Bob Paisley del Liverpool FC come tecnico ad aver vinto il numero maggiore di Coppe dei Campioni. Lo scozzese ha già trionfato con lo United nel 1999 e nel 2008.

• In questa sfida ricca di risvolti si presentano anche due dei giocatori più famosi al mondo, Cristiano Ronaldo dello United e Lionel Messi del Barcellona – primo e secondo nella classifica del FIFA World Player dell’anno nel 2008 e capocannonieri della UEFA Champions League l’anno scorso e quest’anno.

• Il Barcellona è a caccia della terza vittoria nella competizione ed è alla sesta finale. Le partecipazioni precedenti sono le seguenti:
1960/61 SL Benfica 2-3
1985/86 FC Steaua Bucureşti 0-0 (0-2 ai calci di rigore)
1991/92 UC Sampdoria 1-0
1993/94 AC Milan 0-4
2005/06 Arsenal FC 2-1

• Il club catalano ha conquistato il biglietto per Roma grazie al gol di Andrés Iniesta al 93’ della gara di ritorno della semifinale allo Stamford Bridge. Il Barcellona ha infatti eliminato il Chelsea FC grazie alla norma dei gol segnati in trasferta, pareggiando 1-1 a Londra e 0-0 all’andata. Nelle fasi precedenti i blaugrana hanno inflitto dure lezioni a FC Bayern München (4-0 in casa, 1-1 in trasferta) e Olympique Lyonnais (1-1 in trasferta, 5-2 in casa) dopo aver vinto il Gruppo C con quattro successi, un pareggio e una sconfitta.

• Il Barcellona ha segnato 30 gol in 12 partite dalla fase a gironi in poi – una media di 2,5 reti a partita. Nessuna squadra ha fatto meglio nella competizione da quando lo United ne aveva fatte registrare 27 in dieci partite nella stagione 1998/99, una media di 2,7 a partita.

• Il Barcellona spera che il paragone con il 1999 non si arresti qui. Dopo aver conquistato la Copa del Rey e la Liga, gli uomini di Guardiola potrebbero diventare la prima squadra spagnola a centrare il 'treble' in caso di successo a Roma. Il Manchester ci è riuscito nel 1999 grazie anche al successo in UEFA Champions League nella finale disputatasi al Camp Nou di Barcellona.

• Guardiola era in campo la prima volta che il Barcellona ha conquistato il trofeo grazie all’1-0 contro la Sampdoria a Wembley nel 1992. L’attuale allenatore dei blaugrana ha giocato la finale anche due anni dopo venendo sconfitto dal Milan ad Atene.

• Nel caso in cui dovesse conquistare la coppa con il Barcellona sedendo in panchina, Guardiola diventerebbe il sesto uomo ad assaporare un trionfo europeo in campo ed in panchina. Tra i cinque membri di questo esclusivo club si trovano anche due ex allenatori del Barcellona:
Miguel Muñoz, giocatore con il Real Madrid CF 1956,1957; allenatore del Madrid 1960, 1966.
Giovanni Trapattoni, con il Milan 1963, 1969; con la Juventus 1985.
Johan Cruyff, con l’AFC Ajax 1971, 1972, 1973; con il Barcellona 1992.
Carlo Ancelotti, con il Milan 1989, 1990; con il Milan 2003.
Frank Rijkaard, con il Milan 1989, 1990, con l’Ajax 1995; con il Barcellona 2006.

• Lo United si presenta a Roma a caccia della  quarta Coppa dei Campioni ed in finale non ha mai perso:
1967/68 Benfica 4-1
1998/99 Bayern 2-1
2007/08 Chelsea 1-1 (6-5 ai calci di rigore)

• I campioni d’Inghilterra sono arrivati in finale grazie al 4-1 complessivo contro l’Arsenal FC (1-0 in casa, 3-1 in trasferta). Nei turni precedenti gli inglesi hanno eliminato l’FC Porto (2-2 in casa, 1-0 in trasferta) e l’FC Internazionale Milano (0-0 in trasferta, 2-0 in casa) dopo aver chiuso il Gruppo E al primo posto con due vittorie, quattro pareggi e nessuna sconfitta.

• Lo United spera di essere la prossima squadra a vincere la Coppa dei Campioni per due anni consecutivi. L’ultimo club a riuscirci è stato il Milan laureatosi campione nel 1989 e nel 1990.

• Oltre al Milan altre sette squadre hanno conquistato il trofeo per due anni consecutivi, partendo dal grande Real Madrid della fine degli anni ‘50:
1956-60 Real Madrid
1961-62 Benfica
1964-65 Inter
1971-73 Ajax
1974-76 Bayern
1977-78 Liverpool
1979-80 Nottingham Forest FC

• Lo United è la prima squadra dal 1997 e soltanto la quarta dalla prima edizione della UEFA Champions League a raggiungere la finale per due anni consecutivi dopo aver conquistato il trofeo. In tutte queste occasioni i campioni uscenti sono stati sconfitti in finale:
Milan Campione 1994, finalista 1995
Ajax Campione 1995, finalista 1996
Juventus Campione 1996, finalista 1997

• In passato anche Benfica (1963) e Liverpool (1985) sono arrivati in finale da campioni uscenti per poi essere sconfitti.

• In caso di successo dello United Sir Alex diventerebbe il decimo allenatore a difendere con successo il titolo. Prima di lui ci sono riusciti: José Villalonga (1956, 1957), Luis Antonio Carniglia (1958, 1959), Béla Guttman (1961, 1962), Helenio Herrera (1964, 1965), Stefan Kovács (1972, 1973), Dettmar Cramer (1975, 1976), Bob Paisley (1977, 1978), Brian Clough (1979, 1980) e Arrigo Sacchi (1989, 1990).

• Lo scozzese, inoltre, arriverebbe a quota tre trofei conquistati, record in coabitazione con Paisley che ha ottenuto lo stesso risultato con il Liverpool nel 1977, 1978 e 1981.

• Se lo United dovesse diventare campione sarebbe la terza volta in cui vi riesce senza essere mai sconfitto dopo il 1998/99 ed il 2007/08. Ajax (1971/72 e 1994/95), Liverpool (1980/81 e 1983/84)e Milan (1988/89 e 1993/94) vi sono risucite due volte a testa in precedenza.

• In termini di età ed esperienza i due allenatori sono agli opposti. Il 67enne Sir Alex ha esordito nelle coppe europee in panchina con l’Aberdeen FC nel 1978/79 quando Guardiola aveva appena sette anni. Tre decenni dopo Guardiola, che ora ha 38 anni, è alla sua prima stagione da allenatore in Europa.

• L’unico allenatore a conquistare la Coppa dei Campioni con più primavere di Sir Alex è stato il belga Raymond Goethals che aveva 71 anni e 232 giorni quando il suo Olympique de Marseille sconfisse il Milan nel 1993.

• I due club si incontrano per la seconda volta in una finale di questa importanza. La prima volta è stata nella finale di Coppa delle Coppe UEFA a Rotterdam nel 1991.

• In quell’occasione lo United si impose per 2-1 regalando a Alex Ferguson il suo primo trofeo europeo con gli inglesi. L’ex attaccante del Barça, Mark Hughes, segnò una doppietta nel secondo tempo in quella partita prima che Ronald Koeman accorciasse le distanze per il Barcellona ridotto in dieci uomini dopo l’espulsione di Nando.

• Per Sir Alex era la seconda volta in cui conquistava una coppa europea ai danni di un club spagnolo dopo che con il suo Aberdeen aveva battuto il Real Madrid per 2-1 vincendo la Coppa delle Coppe UEFA a Goteborg nel 1983.

• Carlos Busquets - padre dell’attuale centrocampista del Barcellona, Sergio – è l’autore del gol dei catalani in quell’occasione mentre Aitor 'Txiki' Beguiristain, direttore tecnico del club, era schierato a centrocampo. Brian McClair e Mike Phelan – ora entrambi nello staff tecnico del Manchester - erano in campo con lo United.

• Le formazioni di quella finale il 15 maggio 1991 erano le seguenti:
Barcellona: Carlos Busquets, Nando, José Alexanco (Antonio Pinilla 72’), Ronald Koeman, Albert Ferrer, Juan Goicoechea, José Maria Bakero, Eusebio Sacristán, Aitor Beguiristain, Michael Laudrup, Julio Salinas.
Manchester United: Les Sealey, Denis Irwin, Steve Bruce, Gary Pallister, Clayton Blackmore, Mike Phelan, Bryan Robson, Paul Ince, Lee Sharpe, Brian McClair, Mark Hughes.

• Si tratta della decima sfida tra i due club con due vittorie per il Barcellona, tre per lo United e quattro pareggi

• Le statistiche delle sfide precedenti sono le seguenti:
Quarti di finale della Coppa delle Coppe UEFA 1983/84
Barcellona - Manchester United 2-0 (Hogg aut. 35’, Rojo 90’)
Manchester United – Barcellona 3-0  (Robson 21’ 50’, Stapleton 51’)
Lo United vince con il risultato complessivo di 3-2

Finale della Coppa delle Coppe UEFA 1990/91 
Barcellona - Manchester United 1-2 (Koeman 79’; Hughes 67’ 74’)

Fase a gironi della UEFA Champions League 1994/95
Manchester United 2-2 Barcellona (Hughes 19’, Sharpe 79’; Romário 33’, Bakero 49’)
Barcellona - Manchester United 4-0 (Stoitchov 2’ 59’, Romário 45’, Ferrer 88’)
Barcellona qualificato, United eliminato

Fase a gironi della UEFA Champions League 1998/99
Manchester United - Barcellona 3-3 (Giggs 16’, Scholes 24’, Beckham 63’; Anderson 47’, Giovanni 59’ (rigore), Luis Enrique 70’ (rigore))
Barcellona - Manchester United 3-3 (Anderson 1’, Rivaldo 57’ 73’; Yorke 25’ 68’, Cole 53’)
United qualificato, Barcellona eliminato

Semifinale di UEFA Champions League 2007/08
Barcellona - Manchester United 0-0
Manchester United - Barcellona (Scholes 14’)
Lo United vince con il risultato complessivo di 1-0

• Lo United è diventato il terzo club inglese in quattro stagioni ad eliminare il Barcellona dalla UEFA Champions League nelle semifinali dell’anno scorso (risultato complessivo di 1-0). Paul Scholes, autore del gol qualificazione nel ritorno dell’Old Trafford il 29 aprile, ha esordito nella competizione proprio contro i catalani nel 2-2 dell’Old Trafford dell’ottobre 1994.

• Il centrocampista dello United, Ryan Giggs, è un altro giocatore ad aver partecipato a quella sfida nella fase a gironi della stagione 1994/95, mentre l’allenatore del Barcellona, Guardiola, era in campo con i blaugrana.

• Giggs e Scholes hanno segnato i primi due gol nel 3-3 tra le due squadre nel settembre 1998 all’Old Trafford, mentre Gary Neville e Scholes erano in campo al Camp Nou due mesi dopo.

• Il difensore del Barcellona, Gerard Piqué, sedeva sulla panchina dello United nell’andata della semifinale dell’anno scorso in Spagna. Al ritorno è andato in tribuna così come nella finale contro il Chelsea. Piqué è arrivato allo United nel 2004 dopo aver trascorso sette anni nelle giovanili del Barcellona. Ha accumulato 23 presenze con la maglia del Manchester, segnando due gol – entrambi nella UEFA Champions League dell’anno scorso, compreso quello dell1-1 contro la Roma alla sesta giornata della fase a gironi – prima di tornare in Catalogna l’estate scorsa.

• In totale contro club inglesi il Barcellona ha fatto registrare: 20 vittorie, 17 pareggi e 15 sconfitte.

• In totale lo United contro club spagnoli ha ottenuto: 10 vittorie, 16 pareggi e 11 sconfitte.

• Il club dell’Old Trafford ha fatto registrare cinque pareggi a reti inviolate nelle ultime sei gare contro squadre spagnole.

• Curiosamente, visto il ruolino di marcia impressionante in UEFA Champions League, l’attaccante del Barcellona, Messi, non è mai andato in gol nelle dieci sfide contro squadre d’oltremanica nella competizione. Lo stesso dicasi per Ronaldo nei sei precedenti contro club spagnoli. Il nazionale portoghese ha fallito un calcio di rigore al Camp Nou nell’andata della semifinale dell’anno scorso.

• L’attaccante del Barcellona, Thierry Henry, ha trascorso otto anni con l’Arsenal (1999-2007) segnando nove gol in 18 presenze contro il Manchester.

• Anche Eidur Gudjohnsen (Chelsea, 2000-2006), Aleksandr Hleb (Arsenal, 2005-2008) e Sylvinho (Arsenal, 1999-2001) conoscono bene lo United per i loro trascorsi inglesi.

• Nelle coppe europee sono state già giocate nove finali tra squadre spagnole e inglesi ed i club d’oltremanica sono in vantaggio per 5-4 in fatto di vittorie:
2006 UEFA Champions League, Barcellona - Arsenal 2-1
2006 Coppa UEFA, Sevilla FC - Middlesbrough FC 4-0
2001 Coppa UEFA, Liverpool - Deportivo Alavés 5-4
1995 Coppa delle Coppe UEFA, Real Zaragoza – Arsenal 2-1
1991 Coppa delle Coppe UEFA, Manchester United – Barcellona 2-1
1981 Coppa dei Campioni, Liverpool - Real Madrid 1-0
1980 Coppa delle Coppe UEFA, Valencia CF - Arsenal 0-0 (5-4 dopo calci di rigore)
1971 Coppa delle Coppe UEFA, Chelsea - Real Madrid 2-1 (rigiocata dopo l’1-1 della prima sfida)
1963 Coppa delle Coppe UEFA, Tottenham Hotspur FC - Club Atlético de Madrid 5-1

• Si tratta della quarta finale di Coppa dei Campioni che si gioca allo Stadio Olimpico. In due delle tre precedenti ad imporsi sono state squadre inglesi:
1976/77 Liverpool - VfL Borussia Mönchengladbach 3-1
1983/84 AS Roma - Liverpool 1-1 (2-4 dopo calci di rigore)
1995/96 AFC Ajax - Juventus 1-1 (2-4 dopo calci di rigore)

• L’allenatore del Barcellona, Guardiola, conosce bene lo stadio avendo giocato nella Roma nella stagione 2002/03.

• Il Barcellona ha giocato allo Stadio Olimpico due volte in precedenza. Nel 1975/76 ha battuto l’S.S. Lazio per 3-0 nel secondo turno della Coppa UEFA, ma è stato sconfitto con lo stesso risultato dalla Roma nella seconda fase a gironi della UEFA Champions League 2001/02.

• Lo United ha vinto in questo stadio l’anno scorso, dopo il pareggio alla sesta giornata, imponendosi sulla Roma 2-0 per nei quarti di finale della UEFA Champions League con gol di Ronaldo e Wayne Rooney. Rooney era anche andato in rete allo Stadio Olimpico nella stessa fase della competizione 12 mesi prima, quando i Giallorossi si erano imposti per 2-1.

• Il portiere dello United, Edwin van der Sar, spera di tornare vincitore da Roma questa volta e di conquistare la sua terza UEFA Champions League. Nel 1996, infatti è stato sconfitto dalla Juve quando giocava nell’Ajax.

• L’Ajax in quell’occasione si è arreso soltanto ai calci di rigore, ma nella finale dell’anno scorso proprio una parata Van der Sar sul tiro dal dischetto di Nicolas Anelka ha consentito al Manchester di conquistare il trofeo contro il Chelsea.

• L’olandese potrebbe trionfare ancora una volta in UEFA Champions League a 14 anni di distanza dalla prima vittoria con l’Ajax nel 1995. Il milanista Paolo Maldini detiene il record per il maggior periodo di tempo intercorso tra la prima e l’ultima vittoria in Coppa dei Campioni – conquistando il trofeo nel 1989 e nel 2007.

• I blaugrana Víctor Valdés, Carles Puyol e Samuel Eto'o erano titolari in occasione della finale 2006 vinta contro l’Arsenal. Iniesta è entrato in campo nella ripresa mentre Xavi Hernández e Sylvinho sono rimasti in panchina. Eto'o ha segnato il gol del pareggio per i catalani 2-1 contro gli avversari tra le cui fila erano presenti Henry ed il subentrato Hleb, ora entrambi al Barcellona.

• La formazione del Barcellona in occasione di quella finale il 17 maggio 2006 era la seguente:
Víctor Valdés, Oleguer Presas (Juliano Belletti 71’), Rafael Márquez, Carles Puyol, Giovanni van Bronckhorst, Deco, Edmílson (Andrés Iniesta 46’), Mark van Bommel (Henrik Larsson 61’), Ludovic Giuly, Samuel Eto'o, Ronaldinho.

• La formazione iniziale dello United nella finale dell’anno scorso contro il Chelsea giocatasi a Mosca il 21 maggio era la seguente:
Edwin van der Sar, Wes Brown (Anderson 120’), Rio Ferdinand, Nemanja Vidić, Patrice Evra, Owen Hargreaves, Michael Carrick, Paul Scholes (Ryan Giggs 87’), Cristiano Ronaldo, Carlos Tévez, Wayne Rooney (Nani 101’).

• Giggs e Neville sono gli unici superstiti del Manchester campione nel 1999 in UEFA Champions League. Scholes aveva saltato la finale per squalifica.

• Il terzino dello United, Patrice Evra, ha giocato e perso una finale di UEFA Champions League con l’AS Monaco FC nel 2004, mentre l’attaccante Dimitar Berbatov ha subìto lo stesso destino dalla panchina con il Bayer 04 Leverkusen contro il Real Madrid nel 2002.

• Ai calci di rigore nelle coppe europee il Barcellona ha fatto registrare i seguenti risultati:
5-4 contro il Lech Poznán, secondo turno della Coppa delle Coppe UEFA 1988/89
0-2 contro lo Steaua Bucureşti, finale di Coppa dei Campioni 1985/86
5-4 contro l‘IFK Göteborg, 1985/86 semifinale di Coppa dei Campioni
4-1 contro l’RSC Anderlecht, secondo turno della Coppa delle Coppe UEFA 1978/79
3-1 contro l’Ipswich Town FC, terzo turno della Coppa UEFA 1977/78
5-4 contro l’AZ Alkmaar, secondo turno della Coppa UEFA 1977/78
• Lo United ha ottenuto nella nella stessa situazione i seguenti risultati:
6-5 contro il Chelsea, finale della UEFA Champions League 2007/08
3-4 contro la Torpedo Moskva, primo turno della Coppa UEFA 1992/93
4-5 contro il Fehérvár, quarti di finale della Coppa UEFA 1984/85

• Ji-Sung Park, che spera di diventare il primo coreano a giocare una finale di UEFA Champions League, ha segnato l’ultimo tiro dal dischetto nella vittoria per 5-3 ai calci di rigore contro la Spagna (in cui giocavano Puyol e Xavi) nei quarti di finale della Coppa del Mondo del 2002. Anche Xavi non ha fallito il suo tiro dagli undici metri in quell'occasione.

• Carlos Tévez, Michael Carrick, Owen Hargreaves, Nani, Anderson e Ryan Giggs hanno tutti trasformato il proprio calcio di rigore nella finale dell’anno scorso. Ronaldo, invece ha fallito la sua conclusione.