Xavi non si aspetta sconti

Il centrocampista catalano si augura che il Barcellona ripeta la prestazione offerta al Camp Nou contro il Bayern Monaco, ma è consapevole che la doppia semifinale contro il Chelsea sarà decisamente più equilibrata.

Xavi non si aspetta sconti
Xavi non si aspetta sconti ©Getty Images

Xavi Hernández si augura che l'FC Barcelona ripeta la prestazione offerta al Camp Nou contro l'FC Bayern München al Camp Nou ianche nell'andata della semifinale di UEFA Champions League contro il Chelsea FC, ma allo stesso tempo è consapevole che la doppia sfida contro i Blues sarà decisamente più equilibrata. 

Schiacciasassi
Contro i bavaresi, Lionel Messi, Samuel Eto'o e Thierry Henry erano andati a bersaglio quattro volte nei primi 43' di gara, regalando di fatto al Barcellona l'accesso anticipato in semifinale. Xavi si augura una prestazione del tutto simile anche contro gli uomini di Guus Hiddink, ma sa anche che il Chelsea è un brutto cliente e che la qualificazione, molto probabilmente, si deciderà a Londra. "Per noi sarebbe il massimo replicare la prestazione offerta contro il Bayern, ma non sempre le partite si riescono a chiudere così in fretta - ha spiegato il centrocampista 29enne -. Dovremo scendere in campo con la stessa determinazione".

Tutto al ritorno
"A mio parere, la sfida non si deciderà all'andata, ma allo Stamford Bridge - ha aggiunto il nazionale spagnolo -. Nei quarti, il Chelsea si è imposto ad Anfield [contro il Liverpool FC], eppure ha dovuto sudare anche nella partita di ritorno per centrare la qualificazione. Dovremo sfruttare al massimo la nostra esperienza per disputare al meglio entrambe le gare".

Sconfitta da record
Xavi ha prerso parte a tutte ed otto le sfide tra Barcellona e Chelsea in UEFA Champions League. Insieme a Carles Puyol e al tecnico Josep Guardiola era in campo in occasione del 6-4 complessivo rifilato ai Blues nei quarti dell'edizione 1999/00 del torneo, con tanto di successo 5-1 nella partita di ritorno. Quella sconfitta resta per il Chelsea la più pesante nella storia del torneo, ma dopo nove anni, Xavi non prova altro che rispetto per gli storici avversari. 

Tanti campioni
"Il Chelsea è formidabile sotto il profilo atletico e gioca con grande temperamento - ha proseguito il centrocampista -. In panchina ha un tecnico olandese e in campo schiera giocatori di valore mondiale. [Frank] Lampard e [Didier] Drogba spiccano su tutti, ma atleti del calibro di John Terry e [Michael] Essien sono tra i  migliori al mondo nei rispettivi ruoli. In particolare, ammiro molto Terry e ho per lui un enorme rispetto. Ricordo che quattro anni fa fu proprio la sua abilità nel gioco aereo a condannarci all' eliminazione".

Superiorità tattica
Il regista del Barça resta comunque convinto che le migliori squadre spagnole valgano quanto le grandi del calcio inglese. "Non credo che la Premier League sia il migliore campionato al mondo - ha sottolineato Xavi -. Sotto il profilo tecnico-tattico, ritengo che la Liga sia superiore. E' vero che il Liverpool ha avuto la meglio sul Real Madrid con apparente facilità, ma non basta una sfida ad eliminazione diretta per provare qualcosa. Noi non siamo arrivati in semifinale per caso, abbiamo eliminato squadre del calibro di Bayern e Olympique Lyonnais. Siamo pronti per giocarcela fino in fondo anche contro il Chelsea".