L'Omonia 'sveglia' l'Anorthosis

Il 4-0 in casa dell'Omonia ha posto fine a una serie di 39 partite senza sconfitte in campionato per l'Anorthosis. Dellas e Ketsbaia chiedono una reazione contro l'Inter in UEFA Champions League.

L'Omonia 'sveglia' l'Anorthosis
L'Omonia 'sveglia' l'Anorthosis ©Getty Images

Brutto scivolone per l'Anorthosis Famagusta FC, grande rivelazione della UEFA Champions League, che ha perso 4-0 contro l'AC Omonia in campionato.

Striscia finita
Dopo aver ottenuto quattro punti nelle prime due gare del Gruppo B e perso 1-0 in casa dell'FC Internazionale Milano, l'Anorthosis, imbattuto da 39 turni in Division A, è andato a giocare sul campo dell'Omonia. Proprio nello stadio di Nicosia dove affronterà l'Inter la prossima settimana e dove ha già battuto SK Rapid Wien, Olympiacos CFP e Panathinaikos FC, la squadra di Temuri Ketsbaia è stata punita dalla doppietta di Anton Žlogar e dai gol di Cafú e Yiannis Okkas.

Dellas si scusa
Il risultato ha spedito l'Omonia in testa, un punto sopra l'imbattuto APOEL FC e due sopra l'Anorthosis. L'esperto difensore Traianos Dellas – il cui passaggio sbagliato ha favorito il secondo gol dell'Omonia – è sicuro che la squadra saprà riprendersi. "E' stata la nostra partita più brutta da quando sono arrivato - ha detto il nazionale greco -. La colpa è solo di noi giocatori e io mi assumo la responsabilità per il secondo gol. E' stato un mio errore e ci è costato la partita. Ma le grandi squadre sanno reagire e credo che noi siamo una grande squadra".

La sveglia di Ketsbaia
Intanto Ketsbaia crede che la sconfitta possa servire da sveglia per la sua squadra che ha ancora ambizioni realistiche di accedere alla fase a eliminazione diretta della UEFA Champions League. "Non abbiamo marcato i nostri avversari come dovevamo e abbiamo subito dei gol evitabili per degli errori. Complimenti all'Omonia, perché loro hanno voluto questa vittoria più di noi. Adesso dobbiamo riprenderci. Abbiamo gare difficili davanti a noi e giocando così non avremmo nessuna chance".