Arsenal a valanga sul Fenerbahçe

Fenerbahçe SK - Arsenal FC 2-5
Gli inglesi piazzano un uno-due micidiale con Adebayor e Walcott e poi dilagano, si ferma a 15 partite l’imbattibilità casalinga dei turchi in Europa.

Arsenal a valanga sul Fenerbahçe
Arsenal a valanga sul Fenerbahçe ©Getty Images

L’Arsenal FC mette fine alla striscia di 15 partite di imbattibilità casalinga del Fenerbahçe SK in Europa grazie a una prestazione maiuscola e all’uno-due iniziale di Emmanuel Adebayor e Theo Walcott.

Inizio vibrante
Nei primi 22 minuti succede di tutto: Adebayor e Walcott segnano due gol-fotocopia a un minuto di distanza l’uno dall’altro, un autogol di Mikaël Silvestre sembra riaprire la gara, ma Abou Diaby ristabilisce le distanze. Il Fenerbahçe tenta un forcing disperato, ma Alexandre Song realizza il 4-1 a inizio ripresa. Daniel Güiza accorcia ancora le distanze, ma è il giovane Aaron Ramsey a fissare il punteggio per i Gunners, sempre più primi nel Gruppo G.

Occasione in apertura
Il tecnico del Fenerbahçe Luis Aragonés schiera dall’inizio a centrocampo il cileno Claudio Maldonado, rinunciando all’esterno della Turchia Kazım Kazım. Uğur Boral impegna Manuel Almunia già al 4’, ma gli ospiti sono temibili nelle ripartenze. Il forfait all’ultimo minuto di Önder Turacı costringe Gökhan Gönül a scendere in campo in condizioni non ottimali, ma le retroguardia turca soffre la velocità degli ospiti e viene infilata due volte da Cesc Fàbregas.

Uno-due micidiale
Al 10’, il centrocampista della Spagna serve un passaggio filtrante ad Adebayor, che scatta sul filo del fuorigioco e batte Volkan Demirel. Un minuto più tardi Fàbregas offre il bis per Walcott, che supera in velocità Edu e appoggia in rete dopo aver aggirato Volkan Demirel.

Rimonta frustrata
Il Fenerbahçe non ci sta e sugli sviluppi di una punizione di Alex, Güiza calcia a rete e trova la sfortunata deviazione di Silvestre, alla seconda presenza da titolare in una retroguardia falcidiata dagli infortuni. Ma l’Arsenal insiste e tre minuti più tardi segna il 3-1: Diaby piazza lo scatto vincente e firma il suo primo gol con i Gunners. La ripresa si chiude con un gol annullato a Güiza per fuorigioco e con un paio di buone occasioni per lo spagnolo e Semih Şentürk.

Gol di Song
La ripresa si riapre nel segno dei Gunners: Selçuk Şahin rinvia male una punizione di Fàbregas, una carambola favorisce Silvestre che di testa offre ad Alexandre Song il suo primo gol con gli inglesi. Aragonés inserisce Ali Bilgin sulla destra, ma adesso l’Arsenal chiude tutti gli spazi. 

Prodezza personale
Güiza riesce alla fine a trovare la via del gol al 78’ avventandosi su un retropassaggio di testa di Song e superando con un bel pallonetto Almunia. Ma l’ultimo acuto è di marca ospite: il 17enne Ramsey, all’esordio nel torneo, fissa il risultato con un tiro da fuori nei minuti di recupero. L’Arsenal guida il Gruppo G con due punti di vantaggio sull’FC Dynamo Kyiv, mentre il Fenerbahçe è ultimo e dovrà assolutamente fare risultato a Londra il 5 novembre.