Si torna a giocare: la UEFA si sta preparando per un ritorno alle sue competizioni d'elite nella massima sicurezza.

Maggiori informazioni >

Agger non abbassa la guardia

Il difensore danese del Liverpool vuole chiudere la pratica PSV: "Vogliamo vincere ogni partita".

Daniel Agger non abbassa la guardia ed è pronto a giocare con la solita grinta per Liverpool FC che ospita il PSV Eindhoven nel ritorno dei quarti di finale di UEFA Champions League.

Voglia di vincere
Dopo il 3-0 dell'andata a Eindhoven, il rischio è quello di considerarsi già qualificati. Ma per Agger il Liverpool vuole tenere a bada il PSV e arrivare alle semifinali in grande stile. "So che parlo per tutti i componenti della squadra quando dico che vogliamo vincere ogni partita. Non importa se si tratta di [UEFA] Champions League, FA Cup o Premier League - spiega -. So che lavoreremo duramente per segnare e portare a casa la vittoria".

Professionale
Agger spiega di trovarsi a suo agio con il ritmo del calcio inglese dopo essere arrivato per 8,4 milioni di euro dal Brøndby IF nel gennaio del 2006. L'ha dimostrato anche nelle sette presenze in UEFA Champions League di questa stagione imponendosi come partner di difesa dell'insostituibile Jamie Carragher e come erede di Sami Hyypiä nel cuore della difesa del Liverpool. "Amo giocare a calcio - aggiunge Agger - Provo a lavorare duramente in ogni allenamento. Provo sempre a dare il mio massimo cercando di essere il più professionale possibile".

Niente tatuaggio
Agger nega di voler inserire la riproduzione del trofeo della UEFA Champions League nella collezione di tatuaggi che coprono il suo corpo. Il nazionale danese risponde a uefa.com con un emblematico: "Assolutamente no!". Il manager del Liverpool, Rafael Benítez, ci scherza su dicendo di pensare lui stesso a un simile tatuaggio. "E' un giocatore giovane ma già esperto - dice di Agger il tecnico spagnolo -. Non è facile trovare difensori centrali con tanta qualità. Sa giocare con il pallone ai piedi, organizza la difesa e migliora dopo ogni allenamento perché è davvero un gran lavoratore. Daniel è molto maturo per la sua età".

In alto