Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Mancini sorride, obiettivo centrato

Grazie al terzo successo consecutivo in Champions l'Inter ottiene la qualificazione: tra due settimane a Monaco si gioca il primato del Gruppo B.

Grazie alla rete nel primo tempo di Hernán Crespo l'FC Internazionale Milano supera lo Sporting Clube de Portugal (terzo successo consecutivo nel Gruppo B), garantendosi il passaggio agli ottavi di finale di UEFA Champions League con una giornata di anticipo. Una prestazone, quella della squadra di Roberto Mancini, non spettacolare ma estremamente concreta, con pochissime sbavature e molto carattere.

Roberto Mancini, FC Internazionale Milano
Le prospettive ora per noi sono buone. Possiamo andare a Monaco a giocarci il primato. Per come eravamo messi all'inizio di questo girone, mi va benissimo. C'è la possibilità di arrivare primi, ci proveremo. Giocando di martedi non c'è neanche la necessità del turnover per il campionato. È stata una partita dura, la squadra è stata brava a non concedere opportunità allo Sporting. Occasioni clamorose non ne hanno avute. D'altronde non esistono mai partite facili. Il modulo tattico alla fine cambia poco: il rombo è stato utile in alcune situazioni, in altre abbiamo adottato altri schemi. È un peccato che Dacourt si sia infortunato, stava facendo benissimo nelle ultime settimane. Comunque sembra uno stiramento, speriamo di recuperarlo velocemente perchè fino ad oggi è stato fondamentale in qualsiasi modulo. Ora ritroviamo cambiasso, che comunque non è ancora al meglio della forma. Considerati le classifiche attuali, non è possibile sapere se è meglio arrivare primi o secondi. L'importante è che ci siamo qualificati con un turno di anticipo. Ogni partita nasconde delle difficoltà, ora stiamo andando bene. La vittoria nel derby ci ha dato forza, la squadra sta bene. Maicon? Sta migliorando, è giovane e ha ancora margini di miglioramento.

Carlos Pereira, Sporting Clube de Portugal
Non abbiamo giocato come avremmo dovuto, abbiamo sofferto molto all'inizio anche se l'Inter in realtà non ha creato molte occasioni. Siamo cresciuti solo dopo il loro gol, ma l'Inter è molto brava a difendere il vantaggio e ha meritato la vittoria. Abbiamo perso la partita e abbiamo visto svanire uno dei nostri obiettivi, ma già da domani dobbiamo pensare al prossimo obiettivo, la Coppa Uefa. È mancata un po' di qualità per creare seri problemi alla difesa dell'Inter.

Hernán Crespo, FC Internazionale Milano
Credo che ad inizio stagione offrivamo uno spettacolo migliore, ma abbiamo anche regalato qualcosina di troppo. Ora siamo più concreti e organizzati, e soprattutto vinciamo. Dopo tanti anni, bisogna sapersi adattare ai vari modi tattici. La responsabilità per noi attaccanti è sempre grande, indipendentemente da chi gioca. Cruz ci ha trascinato con le due vittorie contro lo spartak e la nostra qualificazione è sicuramente anche merito suo. Speriamo di recuperarlo al piu presto. Sul gol ho cercato di prendere la palla quando era ancora alta per cercare di anticipare il movimento del portiere.

Carlos Paredes, Sporting Clube de Portugal
L'Inter è una squadra che ha una grandissima voglia di vincere. Sta facendo bene, lo sta dimostrando sul campo. Questa sera ci è mancato solo il gol della tranquillità. Ora dobbiamo assicurarci la qualificazione in Coppa Uefa e continuare lì la nostra stagione europea.

In alto