L'Arsenal ringrazia Lehmann

Villarreal CF - Arsenal FC 0-0 (And:0-1)
Alo scadere Riquelme si fa parare un rigore dal portiere tedesco: per la prima volta i Gunners in finale di Champions League.

L'Arsenal FC, storica squadra londinese, subisce per tutto l'incontro ma resiste in casa del Villareal CF, e raggiunge la sua prima finale in UEFA Champions League. La qualificazione è frutto del gol di Kolo Touré dell'andata e della parata decisiva di Jens Lehmann sul rigore di Juan Román Riquelme di questa sera.

Epilogo crudele
Per il Villarreal, l'epilogo più crudele, ma senza deludere l'augurio del tecnico Manuel Pellegrini di uscire quanto meno a testa alta. Rigore a parte, il Villareal ha avuto diverse chiare occasioni da gol, fallite per l'imprecisione degli attaccanti o per i riflessi dell'estremo difensore dei Gunners.

Arsenal... francese
L'Arsenal, dopo le grandi prove contro Real Madrid CF e Juventus, sembrava spento. Le energie torneranno sicuramente il 17 maggio quando una squadra con diversi giocatori francesi, e guidata da un allenatore francese, marcerà sullo Stade de France per il momento più importante della propria storia.

Inizio vivace
L'intervento deciso di Quique Álvarez su Aleksandr Hleb spiega subito che aria tira a El Madrigal. Il Villareal domina la prima frazione di gioco e potrebbe pareggiare al 40' il gol subito all'andata, ma Lehmann salva miracolosamente.

Flamini infortunato
I Gunners perdono il terzino sinistro Mathieu Flamini per infortunio all'8'. Il Villareal va vicino al vantaggio al 17'. Dopo un'azione insistita, Riquelme passa indietro a Marcos Senna che prolunga per Juan Pablo Sorín. Il tiro passa in mezzo ad una selva di gambe ma Lehmann è all'altezza della situazione.

Occasioni fallite
Guillermo Franco spreca occasioni migliori, una dopo aver superato nettamente Touré e un'altra su invito di Diego Forlán. Sorín, come il compagno argentino Riquelme, si mette in evidenza nell'attacco del Villarreal e Touré deve mettercela tutta per intercettare un lob intelligente destinato ad uno smarcato Forlán.

Frustrazione Arsenal
Gilberto evita per un soffio un'ammonizione per un brutto intervento su Franco e il Villareal insiste alla ricerca del vantaggio. Sorín manca di un soffio un cross basso di Javi Venta.

Lehmann in cattedra
Un lancio lungo di Álvarez raggiunge Senna che innesca Javi Venta. Quest'ultimo centra per Franco sul primo palo. Sembra gol ma Lehmann, con un'incredibile parata d'istinto, salva la propria imbattibilità. Poco prima dell'intervallo, il portiere tedesco deve bloccare in due tempi una punizione dalla distanza di Riquelme. Arsenal ben lieto di rientrare negli spogliatoi.

Pressione Villarreal
Ma la musica non cambia nella ripresa e Franco manca di nuovo di pochissimo, di testa, l'ennesimo cross di Javi Venta. Passano pochi minuti e i due giocatori si ripetono, purtroppo per i padroni di casa anche con lo stesso esito.

Errore di Forlán
Franco si improvvisa poi assist-man per Forlán, ma il biondo attaccante uruguaiano manca il bersaglio piuttosto clamorosamente. I minuti passano e l'Arsenal continua a resistere.

Thriller finale
Wenger gioca la carta Robert Pirès nel tentativo di arginare l'ondata di piena spagnola, mentre nel Villareal entra José María Romero per dare maggior peso all'attacco. All'89' Gaël Clichy spinge José Mari nell'area inglese. Riquelme, protagonista assoluto di questa UEFA Champions League, si prende la responsabilità del tiro ma stavolta è Lehmann il più bravo. Il Villareal abbandona definitivamente il sogno della finale.

In alto