UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Scendono in campo le grandi

Tre squadre, già vincitrici del torneo in passato, cercano di conquistarsi un posto in UEFA Champions League.

Un terzetto di ex campioni d’Europa scenderà in campo questa sera in occasione del terzo turno preliminare della UEFA Champions League. Tra le 16 squadre impegnate nell’ultimo turno di qualificazione figurano infatti Juventus FC, Liverpool FC e SL Benfica, tre dei più prestigiosi club europei che si presentano con i nuovi allenatori, rispettivamente Fabio Capello, Rafael Benítez e Giovanni Trapattoni.

Nedved indisponibile
Capello, che nel 1994 ha portato l’AC Milan alla conquista del trofeo, dovrà rinunciare contro gli svedesi del Djugårdens IF agli infortunati Pavel Nedved e Mauro Camoranesi e allo squalificato Jonathan Zebina. Dubbi anche sulla presenza di Paolo Montero e Igor Tudor. Gli svedesi sono approdati al terzo turno preliminare superando i lituani dell’ FBK Kaunas.

La sfida di Benítez
L’ultimo trionfo europeo del nuovo tecnico del Liverpool Benítez è stata la conquista della Coppa UEFA della scorsa stagione, quando alla guida del Valencia CF ha battuto in finale l’Olympique de Marseille. Sono trascorsi appena tre mesi e Benítez si appresta a riportare il Liverpool ai livelli che storicamente gli competono. Passaggio obbligato in questo percorso, la vittoria nel terzo turno di qualificazione contro gli austriaci del Grazer AK, vincitori di coppa e campionato in patria.

Gerrard recuperato
Il capitano dei Reds Steven Gerrard dovrebbe farcela a scendere in campo all’Arnold Schwarzenegger stadium dopo aver recuperato da un problema ai legamenti. La sua presenza sarà fondamentale, viste le assenze dello squalificato Igor Bišcan, dell’infortunato Vladimír Šmicer e di Danny Murphy, passato ad un'altra società. “Non disponiamo ancora della brillantezza dei nostri avversari – ha spiegato Benítez -. Loro hanno già disputato numerose partite ufficiali”.

Owen in dubbio
Se si presta fede ai media, sia la presenza in campo questa sera che il futuro al Liverpool di Michael Owen appaiono incerti. Il bomber non ha ancora firmato il prolungamento del contratto e la società non vuole correre il rischio di perderlo a parametro zero. Benítez non ha comunque voluto dare particolare rilevanza alla questione affermando: “Non ho nulla da dire sul contratto. Michael è stato convocato, quindi scenderà in campo se lo riterrò necessario”.

GAK fiducioso
Venerdì il GAK ha vinto il derby contro l’SK Sturm Graz, un risultato che ha dato  morale degli uomini di Walter Schachner. Il tecnico, che difficilmente potrà disporre di Rene Aufhauser e Martin Amerhauser, non ha esitato a definire “outsider” la propria squadra, sperando tuttavia di ottenere un risultato migliore di quello della scorsa stagione, quando gli austriaci erano stati battuti con un 3-2 complessivo dall’AFC Ajax. “Forse questa volta saremo più fortunati – ha dichiarato Schachner -. Una nostra vittoria rappresenterebbe il primo successo austriaco contro una squadra inglese in 13 tentativi”.

L’undici di Trapattoni
Sono passati ben 40 anni dal trionfo del Benfica in Coppa Campioni e sei dalla sua ultima apparizione nella fase a gironi della UEFA Champions League. Trapattoni, nuovo tecnico dei portoghesi e campione d’Europa nel 1985 con la Juventus, ha svelato la formazione con 24 ore d’anticipo rispetto alla partita contro l’RSC Anderlecht, che segnerà il suo esordio all’Estádio da Luz. Il Trap, che schiererà il portiere Yannick e il centrale difensivo Alessandro Dos Santos, entrambi debuttanti nella competizione, ha dichiarato: “L’Anderlecht è una squadra molto pericolosa in contropiede”. 

I cambi di Broos
Nuno Gomes, Carlitos, Alcides, Geovanni, Luisão e Mantorras sono indisponibili. Anche il tecnico dell’Anderlecht Hugo Broos dovrà effettuare dei cambi, dopo la sconfitta per 2-0 patita venerdì contro il R. Excelsior Mouscron. Pär Zetterberg e Govran Lovré potrebbero lasciare il loro posto a centrocampo a Walter Baseggio e Junior, mentre, sempre secondo le parole di Broos, “la difesa rimarrà la stessa”.

Tutto esaurito per il PAOK
Spostandoci in Grecia, lo stadio Gipedo Toumbas sarà esaurito in tutti i suoi 28.000 posti in occasione della sfida di andata tra FC PAOK Thessaloniki e Maccabi-Tel Aviv FC. Dimitris Salpingidis ha rifiutato la chiamata nella nazionale olimpica greca, proprio come il ghanese John Pantsil, regolarmente in campo tra le file degli israeliani.

Assenze pesanti per il Trabzonspor
L’FC Dynamo Kyiv affronterà i turchi del Trabzonspor, che nello scorso turno hanno eliminato l’ FC Skonto, ma che dovranno a rinunciare a tre titolari del calibro di Volkan Belkiroglu, Erdinç Yavuz e Tolga Seyhan. Nell’ultimo incontro in programma questa sera il PFC CSKA Moskva ospiterà gli scozzesi del Rangers FC, che la scorsa settimana avevano superato il PFC Neftchi.