Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Dalla Russia con amore

Una squadra russa, due dell'Ucraina nella fase a gironi della Champions.

L’attenzione di tutti è rivolta adesso verso il sorteggio per la fase a gironi della UEFA Champions League che si terrà oggi pomeriggio a Montecarlo. La Russia sarà rappresentata dal PFC CSKA Moskva, che pareggiando ieri 1-1 sul campo dei Rangers FC si è guadagnata l’accesso alla massima competizione continentale.

'Solidi e compatti'
L’attaccante brasiliano Vágner Love ha segnato il gol decisivo per gli uomini di Valeriy Gazzaev, ma il tecnico ha elogiato la prestazione di tutta la squadra, che entra così nel sorteggio senza nulla da temere. "Sapevamo di trovare un ambiente molto caldo a Glasgow e quindi abbiamo curato particolarmente l’aspetto difensivo, disputando, sotto questo profilo, una gara straordinaria, con tutti i giocatori protagonisti", ha commentato Gazzaev.

'Grandi motivazioni'
Qualificazione sofferta anche per l’AC Sparta Praha, che passa grazie a un gol ai supplementari del difensore Jirí Homola dopo lo svantaggio della gara d’andata in Ungheria contro il Ferencvárosi TC. "La voglia di tornare a giocare in Champions League è stata decisiva e ora siamo pronti a misurarci con le grandi potenze del calcio europeo", ha spiegato soddisfatto il tecnico dello Sparta František Straka.

Passano le grandi
La lista delle grandi squadre che si sono guadagnate ieri l’accesso alla fase a gironi comprende i finalisti del 2002 del Bayer 04 Leverkusen, e gli ex campioni d’Europa di Real Madrid CF, Manchester United FC, PSV Eindhoven e Juventus. I bianconeri si sono imposti in maniera convincente a Stoccolma contro il Djurgårdens IF, dopo che il 2-2 dell’andata aveva fatto scattare il campanello d’allarme. 

'Dimostrato la nostra forza'
Pavel Nedved, a segno nel 4-1 complessivo dei bianconeri, ha riconosciuto che la mancata qualificazione avrebbe avuto gravi conseguenze su tutta la stagione. "Sarebbe stato un anno perso senza la Champions League – ha spiegato -. Abbiamo dimostrato il nostro valore, ma dovremo ancora migliorare molto. Sono sicuro che la squadra ha i mezzi per andare lontano nel torneo".

'Padroni della gara'
Il risultato più sorprendente della serata l’ha collezionato il PSV travolgendo 5-0 l’FK Crvena Zvezda, con i serbi vittoriosi all’andata 3-2. "Siamo partiti come meglio non potevamo ed essere passati subito in vantaggio ha contribuito a rasserenare la squadra – ha detto il tecnico degli olandesi Guus Hiddink -. Dopo il secondo gol abbiamo controllato la gara senza problemi e siamo molto soddisfatti di questa qualificazione. Per il PSV è sempre un grande onore potersi misurare con le migliori squadre europee".

'Realizzazione di un sogno'
Pensa in grande anche il Maccabi Tel-Aviv FC, che stacca per la prima volta il biglietto per la fase a gironi ai danni del PAOK FC. "È la realizzazione di un sogno per me e per chiunque sia legato al club – ha detto l’allenatore Nir Klinger -. Anche se sappiamo di dover affrontare squadre molto forti, penso che potremo toglierci qualche soddisfazione".

Ucraina in festa
Serata memorabile quella di ieri anche per il calcio ucraino, che festeggia la doppia qualificazione di FC Shakhtar Donetsk e FC Dynamo Kyiv, quest’ultima grazie al 2-0 in Turchia contro il Trabzonspor. Gli ucraini hanno ribaltato l’1-2 dell’andata nonostante l’inferiorità numerica dal 2’ della ripresa. 

'Bravi a resistere fino alla fine'
"Non è stato facile – ha dichiarato il tecnico della Dinamo Kiev Jozsef Szabo -. Nella ripresa abbiamo dovuto contenere gli avversari dopo il bel primo tempo. Ringrazio tutta la squadra per aver portato a casa la qualificazione nonostante la stanchezza".

'Puntiamo ai quarti di finale'
Per il tecnico dello Shakhtar Mircea Lucescu, che ha guidato gli ucraini alla qualificazione dopo il 2-2 in Belgio contro il Club Brugge KV, il difficile inizia adesso. "Siamo contenti della qualificazione, ma il nostro obiettivo sono i quarti di finale. Voglio essere in Europa quando arriverà la primavera", ha concluso.

Contenuti attinenti

In alto