UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Lo Shakhtar brilla anche in Belgio

Club Brugge KV-FC Shakhtar Donetsk 2-2 (And:4-1)
La doppietta di Vukic assicura agli ucraini il passaggio alla fase a gironi.

di Berend Scholten, Jan Breydel

Una doppietta di Zvonimir Vukic ha permesso all'FC Shakhtar Donetsk di pareggiare per 2-2 in casa del Club Brugge nel terzo turno preliminare di UEFA Champions League, garantendo agli ucraini l'accesso alla fase a gironi.

Gol in apertura 
Lo Shakhtar, impostosi per 4-1 due settimane fa, rafforza ulteriormente la propria posizione passando a condurre con Vukic al 5'. Il portiere del Brugge Tomislav Butina riesce solo a respingere un tiro-cross di Julius Aghahowa e Vukic è il più rapido ad avventarsi sul pallone, insaccando a porta vuota da distanza ravvicinata.

Reazione del Brugge 
I padroni di casa alzano il ritmo di gara e pareggiano al 14' con un calcio di punizione dai 20 metri di Nasja Ceh, che filtra attraverso la barriera e beffa il portiere avversario. I 15.900 che affollano lo stadio riprendono a sostenere gli uomini di Trond Sollied con rinnovato vigore e trovano soddisfazione al 32', quando il Brugge ottiene un calcio di rigore per atterramento in area di Victor da parte di Mariusz Lewandowski.

Doppia esecuzione
Il rigore, calciato dal capitano belga Timmy Simons viene respinto dal portiere ucraino Jan Lastuvka, ma il direttore di gara ordina la ripetizione su segnalazione di un assistente di linea. Questa volta è Ceh a incaricarsi della battuta e a segnare, portando in vantaggio il Brugge. Ora ai padroni di casa servono altri due gol per completare la rimonta.

Doppietta per Vukic 
Ceh tenta di mettere a segno la personale tripletta, ma la sua conclusione sibila a fil di palo poco prima dell'intervallo. È però lo Shakhtar ad andare in gol, all'8 della ripresa, sfruttando un rapido contropiede ben orchestrato da Francelino Matuzalem, che pesca splendidamente Vukic, abile nel realizzare il secondo gol personale.

L'espulsione di Stoican 
Lo Shakhtar ha l'opportunità di mettere al sicuro il risultato al 67', quando usufruisce di un calcio di rigore per fallo di Simons su Vukic, ma Marica calcia a lato dagli 11 metri. A 15' dal termine gli ucraini perdono Flavius Stoican per doppia ammonizione, ma nonostante l'inferiorità numerica, tengono testa al Brugge e ottengono la qualificazione.