UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

I Rangers riacciuffano il Marsiglia

Rangers FC - Olympique de Marseille 2-2
Una magnifica rimonta nel finale di gara esalta la formazione scozzese nell'edizione inaugurale del torneo.

L'ambiente di Ibrox durante un derby dell'Old Firm ha pochi eguali. Tuttavia, l'elevata posta in palio in occasione della visita dell'Olympique Marseille nell'edizione inaugurale della fase a gironi di UEFA Champions League porta l'intensità a nuovi livelli.

Al 55', gli ospiti sono già avanti 2-0 grazie alle reti di Rudi Völler e Alen Bokšić, compromettendo seriamente le speranze dei Rangers FC di vincere il girone e di qualificarsi per la finale. Ma trascinati dal ruggito di Ibrox, i campioni di Scozia hanno uno scatto d'orgoglio e riequilibrano la sfida con due colpi di testa, di Gary McSwegan e Mark Hateley, che alimentano il sogno europeo del club di Glasgow.

Privi del loro uomo-simbolo Ally McCoist, i padroni di casa hanno il difficile compito di domare un avversario nelle cui file militano campioni del calibro di Fabien Barthez, Marcel Desailly e Didier Deschamps, rispettivamente di 21, 23 e 24 anni. Ma a lasciare il segno, una volta per tempo, sono Völler e Bokšić, che si confermano due tra i bomber più letali d'Europa.

Eppure i Rangers erano partiti bene, con Oleksiy Mykhaylychenko e Hateley che mandano al lato due discrete occasioni. Ma il Marsiglia fa valere la classe dei suoi attaccanti al 31': Völler riesce a crossare da sinistra nonostante la pressione dei difensori e Bokšić insacca con freddezza con una deviazione di prima.

Sotto la pressione collettiva degli ospiti, i Rangers perdono terreno. I Rangersi si salvano quando Abedi Pele colpisce la base del palo alla destra del portiere Andy Goram. Ma al 10' della ripresa arriva il raddoppio. Völler è il più lesto sul rinvio difettoso di Steven Pressley, aggira Goram e deposita la palla in rete.

Ma proprio quando la squadra di Walter Smith, priva nella ripresa dell'infortunato Richard Gough, è sul punto di crollare, ecco che ha un guizzo. Mykhaylychenko scatta sul passaggio filtrante di Ian Durrant e crossa per McSwegan, che, in campo da pochi minuti, disegna una parabola vincente di testa. Ai Rangers restano 14 minuti per pareggiare la sfida.

Il neo entrato McSwegan entra anche nell'azione del pareggio sei minuti più tardi: sua la sponda per Durrant, il cui cross deviato trova puntuale Hateley al tuffo di testa. E' il 2-2 che fa liberare ad Ibrox  il suo boato assordante.