UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Lo staff medico della Danimarca e il capitano della nazionale, Simon Kjær, ricevono il Premio del Presidente UEFA 2021

Il presidente Aleksander Čeferin ha detto: "Hanno dimostrato che la vita è più importante di qualsiasi altra cosa".

Lo staff medico e il capitano della Danimarca, Simon Kjær, che con la loro prontezza di riflessi ed esperienza hanno salvato la vita del calciatore Christian Eriksen a EURO 2020, hanno accettato formalmente il premio del Presidente UEFA 2021 nella cerimonia di giovedì a Istanbul.

"Ho un profondo rispetto per queste persone", ha detto il presidente UEFA, Aleksander Čeferin, consegnando il premio prima del sorteggio della fase a gironi della UEFA Champions League 2021/22. "Questi ragazzi ci hanno dimostrato che la vita è molto più importante di qualsiasi altra cosa. Hanno messo le cose nella giusta prospettiva per tutti noi".

Il riconoscimento, assegnato per premiare chi si è distinto particolarmente nel calcio europeo, ha reso ancora più evidente l'importanza del lavoro di squadra e della preparazione quando hanno rianimato il calciatore della Danimarca Eriksen che il 12 giugno durante la partita della fase a gironi contro la Finlandia al Parken Stadium di Copenaghen, ha subito un arresto cardiaco.

I destinatari del Premio del Presidente UEFA 2021:

Staff medico locale
Mogens Kreutzfeldt (direttore sanitario)
Frederik Flensted (responsabile medico dello stadio)
Anders Boesen (medico d'urgenza a bordo campo)
Peder Ersgaard (paramedico)

UEFA Venue Medical Officers
Jens Kleinefeld
Valentin Velikov

Staff medico della nazionale danese
Morten Skjoldager (fisioterapista)
Morten Boesen (medico di squadra)

Simon Kjær (capitano della nazionale danese)

Il premio del presidente UEFA - lo staff medico di Copenaghen
Il premio del presidente UEFA - lo staff medico di Copenaghen

'Il lavoro di squadra può salvare la vita'

"È stato un bell'esempio di come il lavoro di squadra possa salvare la vita", ha detto Morten Boesen, medico sociale della nazionale danese.

Non appena il 29enne centrocampista è collassato a terra, lo staff medico della nazionale, i medici sul posto, i medici delle sedi UEFA e Kjær hanno lavorato tutti insieme per fornire un rapido trattamento di emergenza al calciatore. Grazie soprattutto ai loro sforzi, Eriksen è ora sulla strada del recupero.

"Accettiamo questo premio a nome degli staff medici che lottano quotidianamente per tenere i giocatori lontani dagli infortuni, ma anche per stare all'erta e agire se accade un evento raro come questo", ha aggiunto Boesen.

Fare la cosa giusta

Simon Kjær durante l'inno danese a EURO 2020
Simon Kjær durante l'inno danese a EURO 2020 UEFA via Getty Images

Morten Skjoldager, fisioterapista della nazionale danese, ha elogiato Kjær e la sua squadra.

Il capitano della Danimarca - impossibilitato a raggiungere di persona la cerimonia di premiazione di giovedì ma presente con un videomessaggio - in quelle fasi concitate della partita ha immediatamente messo Eriksen in posizione di recupero, ha iniziato la procedura di rianimazione cardiopolmonare (CPR) e ha guidato i giocatori a formare un anello protettivo intorno al loro compagno di squadra.

"Grande merito a Kjær per la reazione", ha detto Skjoldager. "Lui e i suoi compagni di squadra hanno fatto la cosa giusta in quella situazione. Hanno reagito rapidamente nell'attesa dell'arrivo dei soccorsi".

Il messaggio di Christian Eriksen

"Vorrei ringraziare Morten [Skjoldager], Morten [Boesen] e i medici che mi hanno aiutato a Parken il 12 giugno. Avete fatto un lavoro fantastico e mi avete salvato la vita.

Un enorme grazie anche al mio amico e capitano Simon e ai compagni della nazionale per il vostro sostegno, sia il 12 giugno che dopo.

Grazie a tutti i tifosi che hanno mandato messaggi a me e alla mia famiglia. Significano molto e ci hanno dato forza e sostegno. Grazie".

Migliaia di volontari per la formazione sull'uso dei defibrillatori

Lo staff medico ha ricevuto una standing ovation quando gli è stato consegnato il premio dal presidente UEFA, Aleksander Čeferin
Lo staff medico ha ricevuto una standing ovation quando gli è stato consegnato il premio dal presidente UEFA, Aleksander ČeferinAFP via Getty Images

Mogens Kreutzfeld, capo della squadra medica sul posto al Parken Stadium, ha detto che la tragedia sfiorata ha ispirato migliaia di danesi a offrirsi volontari per la formazione su come usare un defibrillatore.

"Il collasso di Eriksen ha dimostrato che i defibrillatori possono salvare una vita. Siamo molto grati alle migliaia di volontari (in Danimarca) che si sono iscritti per essere istruiti su come usarlo", ha detto Kreutzfeld.

"È facile salvare una vita. La UEFA ha sempre detto: 'una morte su un campo di calcio è una di troppo', e lo stesso vale anche nella nostra vita di tutti i giorni".