San Marino a testa alta

Il campionato sta marciando verso i play-off, ma dal 4 all'8 aprile tutte le attenzioni sono state rivolte al Turno Intermedio della Coppa delle Regioni UEFA con la rappresentativa sanmarinese uscita a testa alta.

San Marino a testa alta
©FSGC

S.S. Virtus e SP Tre Fiori sono in testa ai rispettivi gironi del campionato sanmarinese ma dal 4 all'8 aprile tutte le attenzioni sono state rivolte al Turno Intermedio della Coppa delle Regioni UEFA nella più antica Repubblica del mondo.

Esperienza
Sono state tre partite importanti. A confermarlo il campo, che ha proposto sfide contro tre rappresentative organizzate e molto forti. Potremmo parlare del turno intermedio della Coppa delle Regioni della UEFA in questo modo. Raccontando di un mini-torneo conquistato dalla Castilla y León (Spagna), che ha saputo vincere tutte le partite e chiudere a punteggio pieno davanti Associação de Futebol de Braga (Portogallo), Ligue Atlantique de Football (Francia) e San Marino.

Bilancio
Ma tra i tanti significati che si possono trovare all’interno di questo bel torneo è possibile scoprire quello che vede una piccola realtà calcistica come quella di San Marino che, con umiltà e impegno, ha dimostrato grande attaccamento alla maglia e a quei colori nazionali rappresentati in quel momento. Il bilancio finale della squadra sammarinese nell’edizione 2008/2009 della Coppa delle Regioni parla di una vittoria, due pareggi e due sconfitte. Frutto di due diversi turni disputati e di cinque rappresentative europee affrontate.

Tutto cuore
La squadra del commissario tecnico Pierangelo Manzaroli ha saputo scrivere una pagina importante del calcio di San Marino, vincendo il girone preliminare contro ogni pronostico e meritandosi la partecipazione alla fase successiva. Il debutto nel turno intermedio è stato più che mai esaltate, con un pareggio per 1-1 conquistato contro i padroni di casa francesi: “E’ stata una partita di livello superiore”, racconta a uefa.com il Ct Pierangelo Manzaroli, “nonostante i problemi di formazione che abbiamo avuto, i ragazzi hanno risposto alla grande, con una prestazione tutto cuore”.

Due gol per Gatti
La maggiore qualità e la freschezza hanno fatto la differenza nella seconda partita contro la rappresentativa portoghese, una squadra molto forte sul piano tecnico e fisico. Alla fine il risultato finale è stato di 5-1, frutto anche di due calci di rigore. Una partita sfortunata nella quale si è subito infortunato Enrico Cibelli, ma che deve essere ricordata anche per il gol di Roberto Gatti, il secondo consecutivo nel torneo.

Orgoglio
Il peso delle tre gare in cinque giorni si è fatto sentire soprattutto nell’ultimo impegno contro la Castilla y León. San Marino ha retto un tempo contro i vincitori del girone, prima delle quattro reti spagnole arrivate tutte nella ripresa. Alla fine è comunque un bilancio positivo quello della squadra sammarinese come rileva il Ct Manzaroli: “Questo gruppo di giocatori ha fatto cose importanti”, poi aggiunge, “Ho detto hai ragazzi di tornare nelle loro squadre orgogliosi e fieri di quello che hanno fatto e di trasmettere la voglia e lo spirito di appartenenza al Campionato Sammarinese con grande valore e orgoglio”.

In alto