2007: Dolnoslaski orgoglio polacco

L’edizione 2006/07 della Coppa delle Regioni UEFA viene vinta dalla formazione polacca.

Celebration (Dolnośląski AMA)
©Getty Images

Dopo sette giorni di torneo all’insegna del gran caldo in Bulgaria, la formazione polacca del Dolnoslaski AMA conquista la Coppa delle Regioni UEFA 2006/07.

Campioni in carica eliminati
La formazione dei Paesi Baschi, rappresentante della Spagna in quanto detentrice del trofeo, viene eliminata nelle qualificazioni per mano della rappresentativa della Bassa Normandia. I transalpini si aggiungono alla fase finale alle formazioni provenienti da Bosnia-Erzegovina, Irlanda del Nord, Portogallo e Svizzera, oltre che al Dolnoslaski e alla formazione padrone di casa, della regione sud-orientale della Bulgaria.

Padroni di casa avanti
Il quartier generale della fase finale è a Sliven, il cui sindaco è un certo Yordan Letchkov, autore di uno storico gol di testa contro la Germania nei quarti di finale del Mondiale FIFA del 1994. I padroni di casa vincono il Gruppo A pareggiando 1-1 nel finale contro il Tuzla Canton (Bosnia-Erzegovina), battendo di misura la Bassa Normandia e pareggiando 0-0 con la regione orientale dell’Irlanda del Nord, vincitrice del premio Fair Play. Il Tuzla guidava il girone prima della terza partita, poi persa 2-0 contro la Bassa Normandia a Radnevo, che riscattava così le sconfitte maturate nel finale contro la regione orientale e i padroni di casa.

Aveiro fuori
Il Dolnoslaski esordisce nel Gruppo B superando 2-1 gli ucraini dell’ Ivan Odessa, mentre il Ticino batte 2-0 i portoghesi dell’ Aveiro. Le vincenti della prima giornata si sfidano quindi in una gara emozionane che vede il Dolnoslaski prevalere 2-1 in rimonta. Il successo per 2-0 dell’Aveiro contro l’Ivan Odessa tiene vivo il girone, ma i portoghese non vanno oltre l’1-1 con il Dolnoslaski a Stara Zagora, mentre le speranze del Ticino si spengono con la sconfitta per 1-0 contro l’Ivan Odessa a Rakovski. Aveiro e Tuzla devono quindi accontentarsi di un terzo posto in coabitazione.

Vittoria polacca
Un pubblico record di 3.500 spettatori assistite alla finale allo stadio Hadzhi Dimitar di Sliven. I padroni di casa passano al 66’ con un gol di Plamen Stoyanov. Nel 2005, la formazione bulgara della regione sud-orientale Sofia erano arrivata seconda. Ma il Dolnoslaski, fino a quel momento padrone del campo, reagisce con determinazione e pareggia con una punizione da fuori di Michał Sudoł. La sfida viene poi decisa ai supplementari da un colpo di testa di Szymon Jaskulowski, partito dalla panchina. "La Bulgaria è un paese molto grande e bello, non mi aspettavo un’organizzazione così efficiente” ha dichiarato Jaskulowski, studente di 22 anni. Il primo vice presidente della Commissione calcio giovanile e amatoriale UEFA, Jim Boyce, ha aggiunto al momento della consegna del trofeo: "Il trofeo significa moltissimo per questi giocatori. È una sensazione bellissima giocare su campi impeccabili ed essere trattati come stelle. L’edizione di quest’anno è stata la migliore in assoluto”.

In alto