UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Il Bayern ha ancora fame

Un trofeo in cassaforte, ne mancano due. E' questa l'atmosfera che si respira nello spogliatoio del Bayern dopo il titolo tedesco vinto con sei turni di anticipo. Philipp Lahm: "Non abbiamo ancora finito".

La festa del Bayern
La festa del Bayern ©Getty Images

Da alcune settimane l’unico dubbio era quando l’FC Bayern München si sarebbe assicurato il suo 23esimo titolo questa stagione. La squadra di Jupp Heynckes ha dominato la Bundesliga dall’inizio continuando ad ampliare il suo vantaggio sulle inseguitrici di settimana in settimana.

Festeggiare dopo solo 28 giornate rappresenta però un record. In precedenza la festa più rapida c’era stata dopo 30 giornate, sempre da parte del Bayern nel 1972/73 e nel 2002/03.

Non è l’unico record stabilito dai bavaresi. L’1-0 in casa dell’Eintracht Frankfurt di sabato è stato l’undicesimo successo consecutivo, sequenza senza precedenti in 50 anni di Bundesliga. Il 13esimo in trasferta nel 2012/13 – il record precedente era 11.

Altri record sono a portata di mano per la squadra di Heynckes:

– punti stagionali (81, Borussia Dortmund, 2011/12)
– vittorie (25, Dortmund, 2011/12; Bayern, 1972/73)
– meno gol subiti (21, Bayern, 2007/08)

Due volte secondo dietro al Dortmund nelle ultime due stagioni, il Bayern voleva rimettere le mani sul titolo nazionale e Heynckes ci è riuscito. "Sono estremamente felice adesso – ha detto -. Sono passati 23 anni dall’ultima volta che ho vinto la Bundesliga [sempre alla guida del Bayern]. Era molto più caldo quella volta. Non ho mai vinto la Bundesliga con questo freddo, in questo periodo dell’anno".

Per nove giocatori in rosa è il primo titolo di Bundesliga, ma i festeggiamenti non saranno eccessivi. Mercoledì ci sarà infatti il ritorno dei quarti di finale di UEFA Champions League contro la Juvetus, con i bavaresi in vantaggio 2-0 dopo l’andata. "Non è ancora finita – ha detto Philipp Lahm -. Manca ancora tanto e ci sono ancora tanti obiettivi da raggiungere”.

Il presidente Uli Hoeness ha detto che giocatori e staff "berranno un bicchiere di champagne sul volo di ritorno per Monaco” prima di iniziare a pensare alla sfida di Torino. "Il nostro obiettivo è vincere la Champions League – ha spiegato -. E’ il miglior torneo al mondo e vogliamo vincerlo".

David Alaba, che contro l’Eintracht ha calciato un rigore sul palo, ha aggiunto: "Abbiamo lavorato duramente per questo e siamo felici di aver raggiunto già un nostro obiettivo. C’è tanta gioia, meritiamo di essere qui. Però mercoledì ci aspetta una sfida difficile e dobbiamo iniziare a pensarci".

Thomas Müller ha concluso: "E’ strano poter festeggiare così presto. E’ un grande momento per noi perché tutto il lavoro che abbiamo svolto ha già dato dei frutti. Abbiamo stabilito dei record ma non vogliamo fermarci. Il meglio deve ancora arrivare”.