UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Ajax fucina di talenti

Il settore giovanile dell'Ajax continua a essere un modello di efficienza nel calcio di tutta Europa, oltre che la "linfa vitale" del club olandese, come spiega Danny Blind.

Ajax fucina di talenti
Ajax fucina di talenti ©Louis van der Vuurst

Il settore giovanile dell’AFC Ajax gode di fama mondiale ed è da sempre fucina inesauribile di giovani talenti olandesi, tutti allenati a giocare secondo lo stile Ajax.

Alla base del suo successo vi è De Toekomst, letteralmente 'Il Futuro', magnifico comprensorio di 14 ettari che ospita sette terreni di gioco, 14 spogliatoi e un palazzetto dello sport. Il vivaio dell’Ajax accoglie circa 200 giovani calciatori, con età compresa dai sette ai 19 anni, che militano in 13 squadre.

"Il vivaio è la linfa vitale del club – ha dichiarato l’ex calciatore dell’Ajax e attuale allenatore in seconda del club Danny Blind a UEFA.com -. Prima di tutto per una questione finanziaria. Non possiamo spendere cifre enormi per i giocatori e quindi dobbiamo allevarli in casa.

"In secondo luogo, i nostri giocatori crescono seguendo uno stile e una filosofia precisi, ovvero il modello di calcio dell’Ajax. E’ un vantaggio poter contare su giocatori che conoscono a fondo questo modello. Anche sotto questo profilo il settore giovanile è molto importante per l’Ajax”.

Il settore giovanile dell’Ajax ha prodotto, tanto per citare qualche nome, campioni del calibro di Johan Cruyff, Dennis Bergkamp e Frank de Boer, attuale allenatore della prima squadra. In tempi più recenti spiccano i nomi di Wesley Sneijder, Klass-Jan Huntelaar e Maarten Stekelenberg.

"Il successo di un vivaio si misura dal numero di giocatori che conferiscono un reale valore aggiunto alla prima squadra – spiega il responsabile business e infrastrutture del club, Ed Lefeber -. Un altro parametro è il numero di giocatori offerti alla nazionale. Nella recente amichevole Olanda-Finlandia, nove undicesimi della formazione titolare erano prodotti dell’Ajax”.

"E quindi il fatto che l’Olanda occupi il secondo posto nel ranking FIFA è un altro parametro rilevante. Ma qualsiasi analisi è sempre comparativa. Negli ultimi dieci anni non abbiamo prodotto un calciatore del livello di Lionel Messi, ma da qui sono comunque usciti Sneijder e Van der Vaart. Ed è questo tipo di giocatori che si cerca di coltivare”.

Per approfondire la conoscenza sul vivaio dell’Ajax, UEFA Training Ground offre una serie di video composta da tre parti con interviste a campioni del passato quali Cruyff, Blind e Bryan Roy. La prima parte è visibile da oggi.