UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

La quinta squadra a Nyon

Sezione Arbitri

Per ogni torneo UEFA, oltre alle nazionali partecipanti, c'è sempre anche un'altra squadra che lavora come un gruppo e dà il suo contributo al successo dell'evento - la squadra formata da arbitri e assistenti.

Vesna Budimir con Ivana Vlaic
Vesna Budimir con Ivana Vlaic ©Sportsfile

Per ogni torneo UEFA, oltre alle nazionali partecipanti, c'è sempre anche un'altra squadra che lavora come un gruppo e dà il suo contributo al successo dell'evento - la squadra formata da arbitri e assistenti.

Agli Europei UEFA Under 17 di questa settimana, due arbitri donna, quattro assistenti e un 'quarto uomo' hanno unito le forze e fatto un altro passo avanti per le loro carriere. Nel suo hotel fuori Nyon, la squadra di arbitri da tutta Europa si è unita subito ed è felice di partecipare a questo evento.

Ivana Vlaic (Bosnia-Erzegovina) e Vesna Budimir (Croazia) sono i due arbitri. Le assistenti sono Mathilde Abildgaard (Danimarca), Lisa Rashid (Inghilterra), Yelena Alistratova (Kazakistan) e Yana Sashchyna (Ucraina), e il 'quarto uomo' è Sandra Strub (Svizzera).

I due arbitri non vedevano l'ora delle fasi finali. "Sono molto orgogliosa di essere qui e rappresentare il mio paese", ha detto Vlaic, 32enne insegnante di sport a Sarajevo, a UEFA.com. E' solo l'ultimo riconoscimento per il duro lavoro nel campo. "Quando fai qualcosa vuoi essere la migliore e ottenere buoni risultati", ha aggiunto Budimir, 33enne insegnante di educazione fisica di Spalato.

Vlaic e Budimir hanno entrambe giocato a calcio in passato, e poi hanno seguito corsi per diventare arbitri. Sono d'accordo nel prendere Pierluigi Collina, ex arbitro italiano e ora a capo dei direttori di gara UEFA, come punto di riferimento.

Come si preparano per le partite? In questo caso seguono metodi diversi. “Mi piace la quiete, devo concentrarmi, per me è molto importante", ha spiegato Vlaic. “Mi piace sentire la musica, mi rilassa, ma quando ci scaldiamo sono completamente concentrata sulla partita", ha aggiunto Budimir.

Entrambe concordano sull'importanza di iniziare con il piede giusto le partite. “Ti dà sicurezza", ha detto Vlaic, “da giocatrice volevo toccare palla subito perché rompeva il ghiaccio".

[PHOTO src

" ="1967087" size="smallSquare" align="Right" caption="La quinta squadra a Nyon" ] "Ovviamente c'è nervosismo all'inizio prima delle partite, ma quando la gara inizia diventa normale, come tutte le altre", ha aggiunto Budimir.

Le quattro squadre U17 hanno i loro obiettivi così come gli arbitri che vogliono godersi una settimana indimenticabile e mostrare le loro qualità. Sono unanimi nel riconoscere che il torneo Under 17 dimostra i progressi del calcio femminile fin dalla giovane età.

“Sarà l'occasione per le giocatrici di mostrare che il calcio femminile sta cambiando", ha detto Budimir. “E di certo si può migliorare ancora”, ha aggiunto Vlaic. Il gruppo arbitrale del torneo femminile U17 ha dunque una missione – godersi la luce dei riflettori a Nyon e approfittare la massimo della fiducia mostrata dalla UEFA.

Scelti per te