Il sito ufficiale del calcio europeo

L'Italia piange Bulgarelli

Pubblicato: venerdì, 13 febbraio 2009, 14.09CET
L'ex regista del Bologna e della nazionale è deceduto a 68 anni. Bandiera del club rossoblù con cui vinse lo scudetto del 1964, fece parte del gruppo azzurro che conquistò gli Europei nel 1968. Abete: "Un signore del calcio".
L'Italia piange Bulgarelli
Giacomo Bulgarelli ai tempi della nazionale ©Getty Images

Approfondimenti UEFA.com

Il presidente UEFA elogia l'amore dell'Italia per il calcio
  • Il presidente UEFA elogia l'amore dell'Italia per il calcio
  • Aumentati i contributi di solidarietà e i bonus per la UEFA Nations League
  • Partecipa alle settimane d'azione #FootballPeople
  • I vincitori degli UEFA Grassroots Awards 2018
  • Introduzione VAR dalla UEFA Champions League 2019/20
  • Applausi per le europee al vertice FIFA
  • Terry lascia il calcio: i suoi momenti magici in Europa
  • Chi fa parte della nostra Squadra della Settimana di Europa League?
  • La Squadra della Settimana di Europa League
  • Le più grandi rimonte in Europa
1 di 10
Pubblicato: venerdì, 13 febbraio 2009, 14.09CET

L'Italia piange Bulgarelli

L'ex regista del Bologna e della nazionale è deceduto a 68 anni. Bandiera del club rossoblù con cui vinse lo scudetto del 1964, fece parte del gruppo azzurro che conquistò gli Europei nel 1968. Abete: "Un signore del calcio".

Il calcio italiano piange la morte dell’ex regista della nazionale e del Bologna FC Giacomo Bulgarelli, scomparso a 68 anni dopo una lunga malattia.

L'annuncio
"Tutto il Bologna FC 1909, presidente, dirigenti, tecnici, giocatori e dipendenti, si stringe alla famiglia nel ricordo di Giacomo, la più grande bandiera rossoblu", l’annuncio del Bologna. Con I felsinei Bugarelli ha giocato  392 volte in serie A segnando 43 gol tra il 1959 e il 1975, e indossando anche la fascia da capitano. Indimenticabile lo scudetto del 1964, il settimo e finora ultimo della storia rossoblù, conquistato grazie al successo per 2-0 nello spareggio di Roma contro l’FC Internazionale Milano a tre giorni dalla scomparsa del presidente Renato Dall’Ara.

Scudetto
Era la famosa squadra allenata dal grande Fulvio Bernardini. Quella che molti appassionati sanno ancora a memoria, quella che in attacco schierava il danese Harald Nielsen e Ezio Pascutti, quella che contava sulla fantasia di Helmut Haller, ma che a centrocampo era orchestrata sapientemente da Bulgarelli. Con il Bologna ha vinto anche due volte la Coppa Italia, mentre in nazionale ha collezionato 29 presenze facendo parte del gruppo che vinse gli Europei UEFA del 1968.

Nazionale
Meno fortunate le esperienze ai Mondiali FIFA, quella nel 1962 in Cile e soprattutto quella del 1966 in Inghilterra. All’epoca non c’erano ancora le sostituzioni e l’Italia perse proprio Bulgarelli per infortunio durante la gara decisiva contro la Corea del Nord uscendo clamorosamente sconfitta. “Con Giacomo Bulgarelli scompare un grande signore del calcio, in campo e fuori – ha detto il presidente della FIGC Giancarlo Abete -.  Un giocatore che è stato anche una bandiera, legato tenacemente al suo Bologna per tutta la carriera, protagonista con la maglia azzurra del successo della Nazionale agli Europei del ’68, in una squadra di grandi campioni e di grandi personaggi”.

Ultimo aggiornamento: 13/02/09 11.36CET

Informazioni collegate

Federazioni nazionali
Profili squadre

https://it.uefa.com/memberassociations/news/newsid=800290.html#litalia+piange+bulgarelli