Il sito ufficiale del calcio europeo

L’Europa saluta Highbury

Pubblicato: martedì, 18 aprile 2006, 8.03CET
Lo storico impianto dell’Arsenal ospita mercoledì la sua ultima gara internazionale, in palio la finalissima di Parigi.
di Paul Saffer & Richard Aikman
da Londra

Approfondimenti UEFA.com

Comitato Esecutivo UEFA approva nuova competizione per club
  • Comitato Esecutivo UEFA approva nuova competizione per club
  • Un'esperienza unica – Aleksander Čeferin
  • La UEFA ha scelto l'Olanda per l'International Broadcast Center di UEFA EURO 2020
  • La UEFA incrementa i finanziamenti alla UEFA Foundation for Children
  • Wladimir Klitschko e Snežana Samardžić-Marković alla UEFA Foundation for Children
  • Il presidente UEFA visita la Bosnia-Erzegovina
  • La Squadra della Settimana di Europa League
  • La squadra della settimana di Europa League
  • Il meglio di Drogba in Champions League
  • La Squadra della Settimana di Europa League
1 di 10
Pubblicato: martedì, 18 aprile 2006, 8.03CET

L’Europa saluta Highbury

Lo storico impianto dell’Arsenal ospita mercoledì la sua ultima gara internazionale, in palio la finalissima di Parigi.

Forse è giusto che l’ultima partita in Europa dell’Arsenal FC ad Highbury sia una semifinale di UEFA Champions League, probabilmente la partita più importante che una squadra possa giocare in casa. Il traguardo della semifinale sarà anche una novità per l’Arsenal, ma non di certo per il suo stadio, avvezzo ai grandi appuntamenti, e non esclusivamente di natura calcistica.

Trasloco controverso
A fare notizia fu anche la collocazione dello stadio di Highbury. Come dimostra il nome al momento del trasloco nel 1913, Woolwich Arsenal FC, il club aveva la sua base originaria a sud del Tamigi, prima del trasferimento in una zona più popolosa. Il passaggio fu inviso ai nuovi vicini del Tottenham Hotspur FC, in particolare dopo che all’Arsenal fu assegnato il posto degli Spurs in prima divisione al termine della Prima Guerra Mondiale.

Art Deco
Lo stadio, inizialmente progettato dall’esperto di calcio Archibald Leitch, fu rinnovato negli anni ’30, in un periodo nel quale la squadra costruita da Herbert Chapman vinceva tre campionati e dava sette giocatori alla nazionale inglese che batteva, nel 1934, 3-2 ad Highbury i campioni del mondo dell’Italia. Furono così costruite due tribune in stile art deco, talmente maestose da prevedere che vengano mantenute anche quando in estate lo stadio sarà sostituito da alloggi. Lo stesso nome della stazione della metro è stato cambiato da Gillespie Road ad Arsenal, anche se il titolo originale resiste sull’insegna della piattaforma.

Precursore
Prima ancora degli eventi televisivi globali, come in occasione della partita contro il Villarreal CF, Highbury è stato un precursore delle trasmissioni. Nel gennaio del 1927, una partita fra Arsenal e Sheffield United FC diventava la prima gara di campionato trasmessa su BBC radio, così come la sfida fra prima squadra e riserve, dieci anni più tardi, fu la prima partita di calcio al mondo teletrasmessa. Nel 1939, Highbury fa il suo esordio cinematografico, con il giallo Arsenal Stadium Mystery, considerato fra i pochi film calcistici di qualche rilievo.

Esordio europeo
Dopo la chiusura a causa della Guerra, quando la tribuna North Bank fu distrutta, Highbury tornò ad essere l’arena sportiva di sempre, e il 22 ottobre del 1963 ospitava per la prima volta una gara ufficiale di calcio europeo, con la visita dei danesi dello Staevnet in Coppa delle Fiere. Gli ospiti si imposero 3-2, mentre nove anni più tardi i norvegesi dello Stromsgodset IF venivano battuti 4-0 ad Highbury, all’esordio in Coppa dei Campioni. Poi, se il 1966 è ricordato per una grande finale mondiale in un altro stadio londinese, Highbury può vantare l’epica sfida di pugilato, valida per la corona dei pesi massimi, fra Mohammed Ali e l’idolo locale Henry Cooper, due anni dopo lo storico combattimento di Wembley senza titolo in palio. L’incontro si concludeva dopo sei riprese per una ferita riportata all’occhio da Cooper.

Successo in Coppa delle Fiere
Il primo titolo europeo dell’Arsenal arrivava ad Highbury quattro anni più tardi, con la conquista della Coppa delle Fiere. Dopo 17 anni senza titoli e nonostante il 3-1 subito nella finale di andata contro l’RSC Anderlecht, le reti di Eddie Kelly, John Radford e Ray Kennedy ribaltavano il risultato e preparavano il terreno per l’accoppiata campionato-coppa nazionale, la quarta nella storia del calcio inglese, dell’anno seguente.

'1-0 per l’Arsenal'
L’Arsenal punta con decisione ad impreziosire la sua bacheca europea e gioca tre semifinali di Coppa delle Coppe UEFA, tutte coronate da successi. La prima è nel 1980, quando la Juventus fa visita ai Gunners e nonostante il rigore trasformato due volte da Roberto Bettega pareggia 1-1 a Londra e si fa battere 1-0 al ritorno. Nel 1994 è il Paris Saint-Germain FC a recarsi ad Highbury, e la partita si conclude, come intonava un famoso coro, "1-0 per l’Arsenal", stesso punteggio della finale vittoriosa contro il Parma AC. Dodici mesi più tardi una sfida al cardiopalma con l’UC Sampdoria finiva 3-2. L’Arsenal vinceva poi a Genova ai calci di rigore, ma perdeva la finale come già accaduto nel 1980.

Notti europee
Conseguenza dei fasti della gestione di Arsène Wenger sono state le gare di UEFA Champions League ad Highbury, almeno dopo il breve esperimento degli anni ’90 quando le gare europee si giocavano a Wembley, con ottima affluenza di pubblico ma pessimi risultati sportivi. Tuttavia, nonostante le accoppiate campionato-coppa nazionale del 1998 e 2002, e la stagione di Premiership imbattuta del 2003/04, l’Arsenal non era mai riuscito ad andare oltre i quarti di finale di UEFA Champions League.

Addio
Patrick Vieira, pilastro della gestione Wenger, ha fatto visita nella veste di ex, con la maglia della Juventus, nella penultima sfida ad Highbury. Cesc Fabregas e Thierry Henry, mito di Highbury al pari di Cliff Bastin, Charlie George e Tony Adams, hanno regalato una serata di festeggiamenti contro i bianconeri, che finivano la gara in nove uomini, prima di staccare il biglietto per una meritata semifinale di Coppa dei Campioni. Dopo la sfida contro il Villarreal, si giocheranno soltanto altre due partite ad Highbury, contro i rivali storici del Tottenham e il Wigan Athletic FC, il 7 maggio. Il nuovo impianto ospiterà 21.500 spettatori in più, ma quanto a ricordi chissà quanti anni dovranno trascorrere prima del sorpasso.

Ultimo aggiornamento: 12/02/12 5.10CET

Informazioni collegate

Profili squadre

https://it.uefa.com/news/newsid=413638.html#leuropa+saluta+highbury