Pari Roma, Higuaín avvicina la Juve allo Scudetto

I Giallorossi non vanno oltre l'1-1 in casa contro l'Atalanta, mentre con due gol del Pipita i Bianconeri sbancano Pescara: il loro vantaggio, a sei giornate dalla fine, aumenta a 8 punti. Il Napoli vince e si avvicina alla squadra di Spalletti.

©AFP/Getty Images

Inter-Milan 2-2 (Candreva 36', Icardi 44'; Romagnoli 83', Zapata 90'+7')
Il derby della Madonnina finisce con uno spettacolare ed emozionante 2-2. A San Siro, nell'anticipo dell'ora di pranzo del turno pre-pasquale, l'Inter va avanti di due due reti ma non riesce a riconquistare la supremazia cittadina, riacciuffato nel settimo minuto di recupero dal Milan con Cristián Zapata. La prima stracittadina "cinese", viste le nuove proprietà dei due club, finisce dunque senza vincitori né vinti.

Il Milan colpisce un palo in avvio con Gerard Deulofeu, ma nel finale di tempo è l'Inter a passare, due volte. Al 36' Roberto Gagliardini lancia alla grande Antonio Candreva, l'ex centrocampista della Lazio beffa prima Mattia De Sciglio e poi Gianluigi Donnarumma con un destro a incrociare: 1-0.

A un minuto dall'intervallo la squadra di Stefano Pioli raddoppia. Mauro Icardi pesca Ivan Perišić, il croato mette rasoterra in mezzo e ancora il capitano dell'Inter insacca a porta vuota: per il numero 9 è il 21esimo gol in campionato.

L'Inter, a secco di vittorie nelle precedenti tre partite, sembra destinata a interrompere il digiuno, ma nel recupero accade l'imponderabile. All'83' Suso crossa dalla destra, la zampata di Alessio Romagnoli è vincente e riapre la partita. L'arbitro concede un abbondante recupero e proprio sull'ultimo pallone la squadra di Vincenzo Montella trova il pareggio. Il tocco decisivo, sul corner di Suso, è di Cristián Zapata sulla sponda di Carlos Bacca: il Milan fa festa, l'Inter si morde le mani.

Cagliari-Chievo Verona 4-0 (Borriello 11', Sau 15', João Pedro 40', 90')
Il Cagliari strapazza in casa il Chievo Verona e lo raggiunge a quota 38 punti. Al Sant'Elia i sardi di Massimo Rastelli si impongono 4-0: il risultato lo sblocca Marco Borriello, al quindicesimo gol in campionato, poi arriva il raddoppio di Marco Sau. Chiude il conto la doppietta del brasiliano João Pedro.

Fiorentina-Empoli 1-2 (Tello 64'; El Kaddouri 37', Pasqual su rig. 90'+3') 
L'Empoli espugna il campo della Fiorentina, si aggiudica il derby toscano e compie un passo molto importante nella lotta per la salvezza. La squadra di Giovanni Martusciello va avanti con il marocchino Omar El Kaddouri, ma nella ripresa i Viola riportano l'incontro in equilibrio con Cristian Tello. In pieno recupero l'ex Manuel Pasqual trasforma il rigore che regala all'Empoli un successo che mancava dal 22 gennaio e lo porta a +5 sul Crotone terzultimo in classifica.

Genoa-Lazio 2-2 (Simeone 10', Pandev 78'; Biglia 45'+2'; Luis Alberto 90'+1')
La Lazio va due volte sotto sul campo del Genoa, ma riesce a portare a casa un pareggio che la tiene al quarto posto davanti all'Atalanta. A Marassi i Grifoni, che erano reduci da quattro sconfitte di fila in cui non avevano mai segnato, passano in vantaggio con un colpo di testa di Giovanni Simeone, poi subiscono il pareggio prima dell'intervallo dal capitano avversario Lucas Biglia, che ribadisce in rete un suo rigore precedentemente respinto da Eugenio Lamanna. L'ex Goran Pandev riporta in vantaggio i padroni di casa, ma nel recupero il primo gol italiano dello spagnolo Luis Alberto evita il ko ai Biancocelesti di Simone Inzaghi.

Palermo-Bologna 0-0
Il Palermo, sulla cui panchina esordiva Diego Bortoluzzi, gioca per 75 minuti in superiorità numerica, ma non riesce a battere il Bologna. I Felsinei restano in dieci nel primo tempo per il rosso al centrocampista cileno Erick Pulgar, che colpisce Bruno Henrique, ma la sfida termina a reti inviolate.

Pescara-Juventus 0-2 (Higuaín 22', 43')
La Juventus arriva con il morale alto alla sfida del Camp Nou contro il Barcellona, valida per il ritorno dei quarti di UEFA Champions League. All'Adriatico, sul campo del Pescara fanalino di coda, i campioni d'Italia vincono 2-0 e ottengono il tredicesimo risultato utile consecutivo in campionato, portando a otto punti il loro vantaggio sulla Roma seconda in classifica. Decide la partita la doppietta, nel primo tempo, di Gonzalo Higuaín, che raggiunge quota 23 reti in campionato. Unica nota stonata, l'infortunio a Paulo Dybala, sostituito al 54' da Stefano Sturaro: la trasferta europea di mercoledì sembra a rischio.

Roma-Atalanta 1-1 (Džeko 50'; Kurtič 22')
La Roma non va oltre il pareggio casalingo contro l'Atalanta e dice probabilmente addio ai (flebili) sogni di titolo, vedendo aumentare a otto punti il suo distacco dalla vetta. All'Olimpico l'Atalanta, orfana di Alejandro "Papu" Gómez, passa in vantaggio nel primo tempo con uno splendido gol al volo del centrocampista sloveno Jasmin Kurtič. A inizio ripresa i Giallorossi trovano il pareggio con Edin , che grazie all'assist di Mohamed Salah raggiunge quota 25 reti in campionato; le speranze di rimonta della squadra guidata da Luciano Spalletti si infrangono sulla clamorosa traversa colpita da Radja Nainggolan. 

Torino-Crotone 1-1 (Belotti 66' su rig.; Simy 81')
Il Crotone pareggia sul difficile campo del Torino, conquista il terzo risultato utile di fila ma vede aumentare a cinque punti il gap dall'obiettivo salvezza. Succede tutto nella ripresa. I Granata di Siniša Mihajlović sbloccano il risultato con Andrea Belotti: il "Gallo", a segno su rigore, firma il 25esimo gol personale in campionato. I calabresi di Davide Nicola trovano il definitivo 1-1 con l'attaccante nigeriano Simy.

Sassuolo-Sampdoria 2-1 (Ragusa 49', Acerbi 56'; Schick 28')
Dopo sei partite, il Sassuolo ritrova la vittoria in campionato: a Reggio Emilia, la squadra di Eusebio Di Francesco batte 2-1 in rimonta la Sampdoria. E' la squadra di Marco Giampaolo a passare in vantaggio, con il nono gol in campionato dell'attaccante ceco Patrik Schick. Ma nella ripresa, nello spazio di sette minuti, i Nerazzurri fanno loro la sfida con i centri di Antonino Ragusa e Francesco Acerbi, entrambi alla quarta realizzazione in campionato.

Napoli-Udinese 3-0 (Mertens 47’, Allan 63’, Callejón 72’)
Il Napoli ottiene la seconda vittoria di fila 3-0 e si avvicina alla Roma seconda in classifica, distante solo due punti. Al San Paolo il primo tempo contro l'Udinese termina a reti inviolate, ma nella ripresa la squadra di Maurizio Sarri si sblocca. Apre le danze Dries Mertens, servito in verticale da Jorginho: per l'attaccante belga è il 21esimo gol in campionato. Il raddoppio porta la firma dell'ex, Allan, mentre il tris arriva per merito di José Callejón, spagnolo ex Real Madrid che raggiunge la doppia cifra in campionato. 

In alto