Džeko infallibile, la Roma si avvicina

La squadra di Spalletti batte 2-0 l'Empoli e riduce a 5 punti il gap dalla Juve: il bosniaco segna due gol e raggiunge quota 33 reti, mai nessun Giallorosso aveva segnato così tanto in una stagione. La Lazio batte in rimonta il Sassuolo.

©AFP/Getty Images

Sassuolo-Lazio 1-2 (Berardi 26' su rig.; Immobile 42', aut. Acerbi 83')
La Lazio sbanca il campo del Sassuolo e tiene vive le sue speranze di UEFA Champions League per la prossima stagione. A Reggio Emilia, nell'anticipo della 30ª giornata, i Biancocelesti passano 2-1 grazie all'autorete, a sette minuti, di Francesco Acerbi: tre punti che portano per ora la squadra di Simone Inzaghi a sole tre lunghezze dal Napoli terzo in classifica.

La squadra di Simone Inzaghi si rende pericolosa prima con una punizione del suo capitano, Lucas Biglia, poi con un colpo di testa di Marco Parolo sul calcio piazzato di Felipe Anderson: in entrambi i casi, la mira è imprecisa. In mezzo c'è una conclusione di Alberto Aquilani, che finisce abbondantemente a lato.

Al 26', il Sassuolo passa in vantaggio. Domenico Berardi aggira Thomas Strakosha ed è steso dal portiere albanese: per l'arbitro è rigore, che lo stesso attaccante in maglia Neroverde trasforma festeggiando il terzo centro in campionato. Gregoire Defrel fallisce la chance del raddoppio con un pallonetto, poi è Pol Lirola - spagnolo in prestito dalla Juventus - ad andare vicino al 2-0.

A tre minuti dall'intervallo la Lazio pareggia, con una grande azione. Sergej Milinković-Savić serve Sergej Milinković-Savić, che a sua volta offre un grande assist a Ciro Immobile: sinistro e Andrea Consigli è battuto, per l'attaccante della nazionale è la rete numero 18 in campionato.

Prima dell'intervallo Paolo Cannavaro manda in acrobazia sulla traversa sul tiro ancora di Immobile, poi nella ripresa è Consigli a dire di no all'ex bomber del Torino. Entrano Keita Baldé Diao e Jordan Lukaku, ci prova Milinković-Savić ma il portiere del Sassuolo la tiene. Inzaghi getta anche nella mischia il 21enne Cristiano Lombardi, al posto di Felipe Anderson, e la mossa porta frutto.

Il neo-entrato crossa forte e rasoterra, la deviazione di Acerbi inganna il portiere Neroverde e porta in vantaggio la Lazio. La chance migliore per il pareggio ce l'ha Lorenzo Pellegrini, ma il suo colpo di testa finisce sulla traversa. La squadra di Eusebio Di Francesco è ko, i Biancocelesti fanno festa.


Roma-Empoli 2-0 (Džeko 12', 56')
Con un gol per tempo, la Roma batte l'Empoli e riduce per il momento a cinque punti il gap dalla Juventus campione d'Italia. All'Olimpico, nell'anticipo serale della 30esima giornata, i Giallorossi si impongono 2-0 grazie alla doppietta di Edin Džeko, che raggiunge quota 33 reti stagionali.

Džeko ci prova subito di testa, sul cross dell'ex Mario Rui, ma il pallone finisce sopra la traversa. Al 12', comunque, l'ex attaccante di Wolfsburg e Manchester City aggiusta la mira: sull'angolo di Radja Nainggolan, Antonio Rüdiger devia il pallone e il bosniaco sotto misura, di coscia, insacca l'1-0.

L'Empoli ci prova con Mame Baba Thiam e Omar El Kaddouri, poi Łukasz Skorupski - in prestito dalla Roma - si salva con i pugni sulla conclusione di un altro ex, Leandro Paredes, Diego Perotti, di testa, sbaglia sul cross di Mohamed Salah, mentre dalla parte opposta è Guido Marilungo a fallire clamorosamente la chance del pareggio: solo davanti a Wojciech Szczęsny, calcia incredibilmente alto.

Il portiere polacco, in prestito dall'Arsenal, è bravo anche a inizio ripresa sempre su Marilungo, che colpisce di esterno sul cross di Manuel Pasqual, poi al 56' la squadra di Luciano Spalletti mette al sicuro il risultato: sul cross lungo di Perotti, Salah fa la sponda per Džeko e il bomber insacca sotto misura: per lui, è il gol numero 23 in campionato, il 33esimo stagionale. Mai nessun Giallorosso aveva segnato così tanto in una sola stagione.

Il numero 1 Giallorosso dice di no ancora a Thiam, Skorupski la tiene su un indiavolato Salah, che poco dopo - di testa - colpisce anche la traversa. Entra Francesco Totti, che prende il posto di Džeko, ma il risultato non cambia. La Roma vince d'autorità e si prepara al derby di Coppa Italia, dove nella semifinale di ritorno contro la Lazio proverà a centrare una complicata rimonta.

In alto