Alla Juve basta Cuadrado, Roma e Napoli ok

Con un gol in apertura del colombiano, i Bianconeri passano in casa della Samp e mantengono 8 punti di vantaggio sui Giallorossi, che battono 3-1 in rimonta il Sassuolo e tengono a distanza il Napoli, corsaro 3-2 sul campo dell'Empoli.

©Getty Images

Empoli-Napoli 2-3 (El Kaddouri 70’, Maccarone 82’ su rig.; Insigne 19’, 38’ su rig., Mertens 24’)
Il Napoli soffre contro l’Empoli, ma ottiene la terza vittoria consecutiva in campionato e torna per il momento davanti alla Roma al secondo posto in classifica. Al Castellani, l’anticipo dell’ora di pranzo termina 3-2 per la squadra dell’ex Maurizio Sarri, trascinata dalla doppietta di Lorenzo Insigne.

I toscani si rendono pericolosi in avvio con Mame Baba Thiam e l’ex Omar El Kaddouri, mentre il Napoli al primo affondo ottiene un rigore per l’intervento di Andrea Costa su Dries Mertens: Łukasz Skorupski para il tiro dal dischetto dell’attaccante belga. Gli ospiti sbloccano il risultato al 19’ con Insigne - che approfitta della corta deviazione di Costa - dopo cinque minuti arriva il raddoppio di Mertens, che su punizione trova il gol numero 20 in campionato.

Lo show nel primo tempo non è finito, perché Insigne trasforma anche un rigore per l’intervento in area di Manuel Pasqual su José Callejón: per Lorenzo Il Magnifico è il dodicesimo centro in Serie A. Nella ripresa, però, i Partenopei spariscono dal campo e i toscani si rifanno sotto con El Kaddouri e un rigore trasformato da Massimo Maccarone. Finisce comunque 3-2 per la squadra di Sarri, che vola a quota 63.

Atalanta-Pescara 3-0 (Gómez 13’, 90’+3’, Grassi 69’)
L’Atalanta batte nettamente il Pescara ultimo in classifica e aggancia al quinto posto l’Inter a quota 55 punti. All’Atleti Azzurri d’Italia finisce 3-0 per la squadra di Gian Piero Gasperini: il “Papu” Alejandro Gómez apre e chiude il conto, portandosi a quota 11 reti in campionato; in mezzo c’è il gol, il primo in Serie A, di Alberto Grassi, sempre su assist dell’argentino.

Bologna-Chievo Verona 4-1 (Verdi 61’, Džemaili 72’, 90’, Di Francesco 90’+3’; Lucas Castro 40’)
Il Bologna batte in rimonta il Chievo al Dall’Ara e riduce a quattro punti dalla squadra di Rolando Maran. Gli ospiti passano in vantaggio con Lucas Castro, che sfrutta l’assist di Roberto Inglese, ma nella ripresa è un monologo dei Felsinei di Roberto Donadoni. Il pareggio porta la firma di Simone Verdi, che festeggia nel migliore dei modi la convocazione in nazionale, poi arrivano la doppietta di Blerim Džemaili - che raggiunge quota 8 reti in campionato - e il gol in pieno recupero di Federico Di Francesco.

Cagliari-Lazio 0-0 
Dopo quattro vittorie consecutive, la Lazio pareggia 0-0 sul campo del Cagliari. Al Sant’Elia i sardi non subiscono gol dopo 24 partite e salgono al quattordicesimo posto a quota 32 punti; i Biancocelesti di Simone Inzaghi restano quarti ma scivolano a sei punti dal Napoli. 

Crotone-Fiorentina 0-1 (Kalinić 90’)
La Fiorentina passa in extremis sul campo del Crotone e ottiene il secondo successo e il quarto risultato utile consecutivo. Allo Stadio Ezio Scida è un bel pallonetto proprio al 90’ di Nikola Kalinić, attaccante croato al quattordicesimo gol in campionato, a decidere la sfida. 

Sampdoria-Juventus 0-1 (Cuadrado 7')
La Juventus infila la nona vittoria nelle ultime dieci partite di campionato e continua senza intoppi la sua marcia verso il sesto Scudetto consecutivo. A Marassi, i campioni d’Italia battono 1-0 la Sampdoria grazie a un gol in apertura - il secondo in campionato - di Juan Cuadrado.

Al Ferraris la prima chance della gara è per i Doriani padroni di casa, ma il diagonale dell’ex Fabio Quagliarella termina di poco a lato. Al 7’ i Bianconeri campioni d’Italia realizzano quello che si rivelerà il gol-partita. Sul cross dalla sinistra di Kwadwo Asamoah, sbuca Cuadrado che batte Christian Puggioni e realizza l’1-0.

La squadra di Massimiliano Allegri perde Paulo Dybala per problemi muscolari ma sfiora il raddoppio in un paio di circostanze con Gonzalo Higuaín, che allo scadere del tempo costringe al miracolo il portiere avversaria; i padroni di casa di Marco Giampaolo rispondono con una rovesciata di Quagliarella che finisce alta. Nella ripresa la Samp ci prova con generosità, ma le sue speranze si infrangono sul colpo di testa nel recupero di Vasco Regini che termina alto.

La Juve vince ancora, la serie positiva dei Doriani si interrompe.

Udinese-Palermo 4-1 (Théréau 42’, Zapata 60’, De Paul 68’, Jankto 80’; Sallai 12’)
L'Udinese batte in rinonta il Palermo e riduce notevolmente le speranze dei Rosanero di evitare la retrocessione. La squadra di Diego López segna per prima con l’attaccante ungherese Roland Sallai, ma già prima dell’intervallo i padroni di casa pareggiano con Cyril Théréau. Nella ripresa i ragazzi di Luigi Delneri dilagano con Duván Zapata, Rodrigo De Paul e Jakub Jankto.

Roma-Sassuolo 3-1 (Paredes 16’, Salah 45’+2’, Džeko 68’; Defrel 9’)
La Roma batte in rimonta il Sassuolo e resta al secondo posto, con due punti di vantaggio sul Napoli. All’Olimpico, i Giallorossi superano 3-1 i Neroverdi di Eusebio Di Francesco e salgono a quota 65, con otto lunghezze di ritardo dalla capolista Juventus.

Gli ospiti passano in vantaggio dopo appena 9 minuti con Grégoire Defrel, che mette di sinistro sotto l’incrocio dopo un grande spunto di Domenico Berardi: Wojciech Szczęsny non può nulla. La formazione di Luciano Spalletti riporta l’incontro in equilibrio con un gran destro da fuori area di Leandro Paredes.

Emerson Palmieri colpisce una traversa clamorosa, poi - nel recupero del primo tempo - la Roma perfeziona la rimonta: Federico Fazio pesca alla grande Stephan El Shaarawy, Andrea Consigli si salva sul Faraone ma sulla respinta, dopo un contatto sospetto con Federico Peluso, Mohamed Salah insacca il 2-1. Per l’egiziano è il decimo gol in campionato.

Nella ripresa Edin Džeko, in campo da pochi minuti al posto di Bruno Peres, insacca il definitivo 3-1 e festeggia il gol numero 21 in campionato.

In alto