Il sito ufficiale del calcio europeo

Cos'altro è successo nel calcio europeo?

Pubblicato: mercoledì, 8 febbraio 2017, 9.00CET
Djibril Cissé e la sua nuova carriera da DJ, Marek Hamšík sulle orme di Diego Maradona e la gioia dei club europei per la vittoria del Camerun; questo e altro nella rubrica di UEFA.com sul calcio europeo.
Cos'altro è successo nel calcio europeo?
Djibril Cissé (Liverpool) ©Getty Images

Approfondimenti UEFA.com

Il presidente UEFA incontra gli studenti a Oxford
  • Il presidente UEFA incontra gli studenti a Oxford
  • Se ne va un gigante del calcio
  • La UEFA piange Lennart Johansson
  • Fase finale UEFA Nations League: la Squadra del Torneo
  • La Squadra della Settimana di Europa League
  • Le grandi rimonte in UEFA Champions League
  • La Squadra della settimana di Europa League
  • Buffon, Ronaldo, Ibra & co.: i cavalieri che non fecero l'impresa
  • La Squadra della Settimana di Europa League
  • La squadra della settimana di UEFA Europa League
1 di 10
Pubblicato: mercoledì, 8 febbraio 2017, 9.00CET

Cos'altro è successo nel calcio europeo?

Djibril Cissé e la sua nuova carriera da DJ, Marek Hamšík sulle orme di Diego Maradona e la gioia dei club europei per la vittoria del Camerun; questo e altro nella rubrica di UEFA.com sul calcio europeo.

DJ Cissé
A 35 anni, l'attaccante Djibril Cissé ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo per intraprendere una nuova carriera come DJ e produttore. "Con la stessa passione mi dedicherò a questa nuova carriera da DJ", ha detto l'ex Liverpool. Cissé è il primo ex vincitore della UEFA Champions League a fare il salto dal campo alla consolle, ma già prima di lui il vicecampione d'Europa del 2000 e 2002, Gaizka Mendieta, aveva fatto lo stesso percorso: "In campo hai meno di un secondo per decidere un passaggio, e lo stesso accade in consolle quando devi passare da una canzone all'altra. Si prova lo stesso tipo di tensione agonistica", aveva ammesso lo spagnolo.

Hamšík insegue Maradona
Marek Hamšík ha segnato la sua prima tripletta della carriera – nella vittoria di domenica del Napoli per 7-1 sul Bologna – e adesso è a quota 109, ovvero a sei lunghezze dal record di tutti i tempi di Diego Maradona. "Mi piacerebbe battere il suo record, ma Maradona è unico e non sarò mai un giocatore più grande di lui", ha ammesso il centrocampista offensivo della Slovacchia. Il Bologna nel frattempo ha voluto prendere con ironia questa sconfitta...

Numeri importanti per Lahm e Torres
Philipp Lahm è stato festeggiato sabato per la 500esima partita ufficiale col Bayern. Carlo Ancelotti aveva detto all'inizio della stagione: "Più a lungo giocherà, meglio sarà! Paolo Maldini ha vinto la Champions League a 39 anni. Sono sicuro che Lahm potrà giocare fino ai 39", ha detto riferendosi al 33enne tedesco. Fernando Torres, nel frattempo, con la doppietta contro il Leganés nel weekend ha raggiunto due traguardi importanti. La prima rete è stata la 50esima in Liga al Vicente Calderón, la seconda invece la numero 100 nei campionati spagnoli.

La cessione di McCormack per un cancello rotto
In Inghilterra l'attaccante dell'Aston Villa, Ross McCormack, ha rotto i ponti col tecnico Steve Bruce dopo aver saltato l'allenamento sostenendo di essere rimasto intrappolato dal cancello automatico di casa che si era guastato. "Può sembrare inverosimile, ma il cancello era bloccato", ha detto il 30enne. Bruce invece ha detto che McCormack avrebbe potuto tranquillamente scavalcare il cancello per arrivare agli allenamenti, ma il giocatore - in seguito ceduto in prestito al Nottingham Forest – era in disaccordo: "Il cancello era più alto di me e inoltre era tutto ghiacchiato e pioveva".

Buon compleanno Hagi
L'eroe della Romania, Gheorghe Hagi, ha ricevuto domenica un regalo molto gradito per il suo 52esimo compleanno. Il club che ha fondato nel 2009, l'FC Viitorul, ha infatti vinto per 2-1 in casa della Dinamo Bucureşti rimanendo così al primo posto della massima serie e divenendo la prima squadra a conquistare matematicamente i playoff. Non saranno contenti i rivali dato che l'Astra l'anno scorso, proprio come il Viitorul, dopo 22 turni si era aggiudicato un posto per gli spareggi ed a fine anno ha vinto il titolo. Inoltre in quella partita ha fatto il suo esordio un pupillo di Hagi, il 23enne centrocampista Neluț Roșu. "Sono un vero cacciatore. Ho aspettato sei anni fin quando non fosse stato libero da agenti e l'ho portato nella mia squadra".

©FC Prishtina

Faton Zejnullahu da giocatore di calcio a giocatore di futsal

Dal calcio al futsal
Uno dei più celebrati giocatori del Kosovo ha scelto di cambiare sport prima di appendere gli scarpini al chiodo – passando dall'erba del campo da calcio al sintetico di quello da futsal. Fino ad allora uno dei centrocampisti di riferimento della nazione, Faton Zejnullahu ha deciso di vestire la maglia dell'FC Prishtina, squadra di futsal della sua città. Soprannominato 'Zalika' (il Joker) per la sua capacità di cambiare volto alle partite, Zejnullahu è pronto a stupire tutti in questo nuovo ruolo.

Chi è il più buono tra tutti i calciatori?
Facile: il difensore dell'Ards, Emmett Friars. Il calciatore del campionato nordirlandese ha fatto di tutto per restituire una valigia che era caduta a uno sbadato proprietario proprio davanti la sua auto mentre si trovava in vacanza a Manchester. Friars ha utilizzato i social network ed in poco tempo è riuscito a risalire all'identità del proprietario. "Io e mio figlio eravamo a vedere una partita del Manchester United, e la valigia era di un super tifoso del Manchester City", ha raccontato Friars a UEFA.com. Dopo aver riabbracciato la sua valigia, Derek Broadhurst ha detto che il gesto gentile di Friars ha riacceso la sua "fiducia nel genere umano".

La conferenza stampa rabbiosa della settimana
L'allenatore del Poli Timișoara, Ionuț Popa, ha detto del gol che la sua squadra ha subito nell'1-1 col Gaz Metan Mediaș: "Ci hanno fatto gol perché siamo stati stupidi, e io detesto passare per stupido. In occasione del gol uno dei nostri giocatori è caduto come se stesse affogando. Queste cose non possono accadere nella massima serie. Ero molto deluso e per questo siamo rimasti un'ora negli spogliatoi dopo la partita. Naturalmente abbiamo litigato aspramente; perché sarei dovuto essere carino con loro secondo voi?".

L'eroe africano dello Slavia
La vittoria del Camerun in Coppa d'Africa ha permesso a squadre come Oostende, Heart of Midlothian, AaB, Spartak Trnava e Metz di poter vantare dei campioni continentali tra le proprie fila. Una squadra particolarmente felice della vittoria di un proprio tesserato è stato lo Slavia Praha del difensore Michael Ngadeu. Sia il club che i tifosi hanno mandato messaggi di supporto al 26enne durante tutta la competizione, e hanno raggiunto il picco domenica dopo la vittoria per 2-1 del suo Camerun contro l'Egitto.

Ultimo aggiornamento: 20/12/17 1.30CET

Informazioni collegate

Profili squadre

https://it.uefa.com/memberassociations/news/newsid=2439788.html#cosaltro+successo+calcio+europeo