Il sito ufficiale del calcio europeo

Cos'altro è successo in Europa?

Pubblicato: martedì, 20 dicembre 2016, 12.25CET
Dries Mertens sta facendo impazzire Napoli, il sei è il numero magico del Marsiglia mentre a 33 anni si è ancora troppo giovani per essere veterani in Repubblica Ceca; ecco il riepilogo di UEFA.com su cosa succede in Europa.
Cos'altro è successo in Europa?
Dries Mertens (Napoli) ©Getty Images

Approfondimenti UEFA.com

Il presidente UEFA incontra gli studenti a Oxford
  • Il presidente UEFA incontra gli studenti a Oxford
  • Se ne va un gigante del calcio
  • La UEFA piange Lennart Johansson
  • Fase finale UEFA Nations League: la Squadra del Torneo
  • La Squadra della Settimana di Europa League
  • Le grandi rimonte in UEFA Champions League
  • La Squadra della settimana di Europa League
  • Buffon, Ronaldo, Ibra & co.: i cavalieri che non fecero l'impresa
  • La Squadra della Settimana di Europa League
  • La squadra della settimana di UEFA Europa League
1 di 10
Pubblicato: martedì, 20 dicembre 2016, 12.25CET

Cos'altro è successo in Europa?

Dries Mertens sta facendo impazzire Napoli, il sei è il numero magico del Marsiglia mentre a 33 anni si è ancora troppo giovani per essere veterani in Repubblica Ceca; ecco il riepilogo di UEFA.com su cosa succede in Europa.

Mertens arma letale del Napoli
Il Natale sembra essere arrivato in anticipo per Dries Mertens, autore di sette gol nelle ultime due partite del Napoli, tra cui le quattro nel 5-3 di domenica sul Torino - mentre le prime tre reti sono state la quinta tripletta più rapida nella storia della Serie A. "Devo ancora capire cosa ho fatto", ha detto Mertens, autore di quattro gol e tre assist nella fase a gironi di UEFA Champions League. La sua quarta contro il Torino, un incredibile pallonetto da dentro l'area, ha ricordato una vecchia conoscenza del Napoli. "Maradona?", ha detto il 29enne. "Penso di avere ancora tanta strada da fare...".

Il Marsiglia e la forza della suggestione
L'ipnosi a quanto pare ha aiutato l'attaccante francese André-Pierre Gignac a mettere fine al lungo digiuno dal gol di due mesi e a segnare cinque reti nelle ultime partite del 2016 per i messicani del Tigres. Il potere della suggestione parrebbe avere funzionato anche per la sua vecchia squadra: il Marsiglia. In vista della sfida di domenica, poi vinta per 2-0 sul LOSC Lille, il tecnico Rudi Garcia ha martellato i giocatori sul fatto che vincendo sarebbero balzati al sesto posto. "Ha scritto il numero sei dappertutto", ha detto l'attaccante Bafétimbi Gomis. "È stato abbastanza inquietante. Ha anche portato dei cartelloni al campo d'allenamento col numero sei". Rimedio estremo ma a quanto pare efficace.

©AFP/Getty Images

N'Golo Kanté: il migliore della Premier League?

N'Golo Kanté talismano del Chelsea?
Dopo aver vinto la stagione scorsa la Premier League col Leicester, N'Golo Kanté è adesso al primo posto del campionato inglese col Chelsea, e – dopo appena 18 mesi in Inghilterra – ha la migliore media di vittorie/partita di qualsiasi attuale giocatore della massima serie che abbia giocato più di 50 partite. Per lui infatti le vittorie sono 37 in 54 gare, ovvero il 68,5%. Il centrocampista potrebbe diventare il secondo giocatore a vincere la Premier League con due squadre diverse in due stagioni consecutive. Il portiere di riserva, Mark Schwarzer, c'era riuscito col Chelsea (2015) e Leicester (2016) sebbene non sia mai sceso in campo in campionato in entrambe le stagioni.

È l'Altach il nuovo Leicester?
L'Altach chiuderà il 2017 al primo posto del campionato austriaco. Gli specialisti del contropiede domenica hanno vinto 3-1 sul Rapid Wien (la squadra che ha prelevato il loro allenatore, Damir Canadi, a novembre). Proveniente da una piccola cittadina del lontano ovest dell'Austria (6.500 abitanti) l'Altach continua a stupire sotto la guida dell'ex vice di Canadi, il 31enne Werner Grabherr, mentre lo stesso Canadi ha elogiato il lavoro della sua ex squadra dopo la sconfitta. "L'Altach è sulla strada giusta per diventare il nuovo Leicester City. È molto gratificante lasciare la tua squadra in mano a qualcun altro e vedere che continua a funzionare anche dopo il tuo addio", ha concluso.

©Getty Images

Roman Bednář: non è un veterano

Troppo giovane per essere un veterano
L'amichevole della vigilia di capodanno tra i veterani di Slavia e Sparta Praha è ormai un appuntamento annuale in Repubblica Ceca. Come rivelato recentemente dall'ex attaccante della nazionale, Roman Bednář, l'amichevole è tutt'altro che amichevole come può sembrare. L'allenatore dello Slavia, Jan Mareš ha infatti protestato dicendo "è troppo giovane", riferendosi alla convocazione del 33enne da parte dello Sparta per la partita, insistendo sul fatto che loro non chiamano per la stracittadina dei giocatori al di sotto dei 35 anni. Lo Sparta ha ammesso sommessamente di non aver verificato l'età di Bednář, aggiungendo: "Era disposto a giocare – non prendiamo la partita così seriamente". Chi vincerà?

Da ex centrocampista della Bulgaria a scrittore di thriller
Idee regalo per Natale? Perché non un libro. L'ex nazionale della Bulgaria e attuale allenatore del Neftohimik, Hristo Yanev, ha pubblicato un thriller: "The Only Way". Yanev, ex CSKA Sofia, Grenoble e Penatolikos, 37 anni, ha spiegato: "L'idea mi è venuta quando giocavo in Grecia. Una notte mi sono svegliato con questa idea e ho cominciato a scrivere. Alcuni calciatori giocano a backgammon e a carte, mentre qualcosa in me mi spingeva a scrivere".

La clinica privata del Sassuolo
Con 12 titolari infortunati, il centrocampista del Sassuolo, Alfred Duncan, ha riassunto l'umore della squadra mettendo sulla porta dello spogliatoio un foglio con scritto "Ortopedia e Traumatologia".

Il campionato con più pareggi d'Europa
Vi piacciono le partite dove tutti tornano a casa almeno con un punto? Venite in Israele. Tutte e quattro le partite della Premier League israeliana giocate sabato si sono concluse in pareggio. Con queste salgono al 37% le partite che sono finite con un pari, tanto che sono più i pareggi rispetto alle vittorie in casa. Al momento infatti il campionato israeliano è quello dove ci sono più pareggi, davanti l'Albania al 35,7%.

Ajax, un 'salto' in campo
Hai sempre sognato di paracadutarti col pallone a centrocampo prima del fischio d'inizo? Qualcuno l'ha fatto veramente in una partita di Eredivisie dell'Ajax all'Amsterdam ArenA.

Il nostro gol della settimana preferito
Tutto il mondo ha parlato dello slalom di Lionel Messi che ha portato Luis Suárez al gol nella vittoria del Barcellona per 4-1 sull'Espanyol, ma a Cipro il calciatore dell'Omonia, Cleyton, ha fatto più o meno la stessa cosa nella vittoria per 5-1 sull'Anagennisis Derynia, solo che lui ha fatto gol! "La rete di Cleyton è valso i 90 minuti sotto la pioggia al freddo e al gelo", ha detto l'allenatore dell'Omonia, l'inglese John Carver. Potete trovare la sua rete al minuto 09:14 del video.

Ultimo aggiornamento: 21/12/16 13.55CET

Informazioni collegate

Profili squadre

https://it.uefa.com/memberassociations/news/newsid=2432765.html#cosaltro+successo+europa