Chi è Roberto Gagliardini?

Conosciamo meglio il giovane centrocampista che grazie alle grandi prestazioni con l'Atalanta si è guadagnato prima la chiamata della nazionale e poi quella dell'Inter. "E' un sogno che si avvera".

©Getty Images

L'Inter ha annunciato l'ingaggio del giovane centrocampista Roberto Gagliardini dall'Atalanta. Prestito biennale con obbligo di riscatto, la formula del trasferimento.

Ma chi è il giovane centrocampista che ha fatto faville con la sorprendente Atalanta di Gian Piero Gasperini guadagnandosi prima la chiamata della nazionale e poi quella dell'Inter?

Nome: Roberto Gagliardini
Data di nascita: 7 aprile 1994
Luogo: Bergamo
Debutto in Serie A: 15 maggio 10216, Genoa-Atalanta

Background
Nato e cresciuto a Bergamo, Gagliardini è approdato al vivaio dell'Atalanta ad appena sette anni facendo tutte le trafila nelle giovanili del club orobico, anche come attaccante. Dopo alcune esperienze in prestito in Serie B con le maglie di Cesena, Spezia e Vicenza, l'Atalanta lo ha riportato a casa a gennaio del 2016. Per il debutto in Serie A il centrocampista ha però dovuto aspettare l'ultima giornata di campionato. A luglio il rinnovo del contratto fino al 2021.

Curiosità
Classico centrocampista di qualità e quantità, Gagliardini era già stato chiamato in nazionale da Cesare Prandelli – uno che l'Atalanta la conosce bene – per uno stage di allenamento nel 2014. Grande appassionato di NBA e Lebron James, Gagliardini ha debuttato con l'Under 21 il 12 agosto del 2015.

Il momento decisivo
Questa stagione Gasperini decide di lanciarlo dal primo minuto in casa contro il Napoli e lui risponde alla grande limitando Marek Hamsik e contribuendo in maniera decisiva alla vittoria per 1-0 sui Partenopei. Da allora è diventato un punto di forza della giovane Atalanta e ha presto convinto anche Giampiero Ventura a convocarlo in nazionale.

Dicono di lui

Gasperini, allenatore Atalanta
“Ho puntato su gente come Gagliardini e Caldara perché se lo meritano, il motivo della rivoluzione è questo. In particolare, in Gagliardini credo molto.

Ventura, Ct Italia
“Gagliardini è l’esempio perfetto di come la Nazionale si guadagna sul campo”.

Mino Favini, storico talent scout Atalanta, due anni fa
È una classica mezzala, più bravo quando deve impostare o inserirsi senza palla, mentre deve migliorare nella fase di rottura. Tecnicamente ha ottime qualità, ma deve riempire il passo, cioè la fre-quenza, perché all'apparenza può sembrare un centrocampista un po' lento e invece non è cosi. 

Lui dice
"Sono contento di essere all'Inter, è un sogno che si avvera. Non vedo l'ora di lavorare con mister Stefano Pioli, conoscere i compagni e ovviamente vestire questa maglia a San Siro, davanti ai tifosi dell'Inter. Spero di dare il mio contributo alla squadra per raggiungere gli obiettivi prestigiosi che questa società merita".

In alto