Il sito ufficiale del calcio europeo

Perla di Morata, la Juve centra il double

Pubblicato: sabato, 21 maggio 2016, 22.48CET
I Bianconeri superano 1-0 il Milan e dopo lo Scudetto mettono in bacheca anche la Coppa Italia, la seconda di fila: decide un super gol dello spagnolo nei supplementari. Rossoneri fuori dalle coppe, Sassuolo in UEFA Europa League.
Perla di Morata, la Juve centra il double
Dopo lo Scudetto, la Juventus ha vinto anche la Coppa Italia ©Getty Images

Approfondimenti UEFA.com

Time for Action: prima strategia UEFA per il calcio femminile
  • Time for Action: prima strategia UEFA per il calcio femminile
  • UEFA Champions Festival a Madrid nella settimana della finale
  • Dichiarazione UEFA dopo l'incontro con le federazioni
  • Una nuova alba per il futsal
  • La Squadra della Settimana di Europa League
  • Le grandi rimonte in UEFA Champions League
  • La Squadra della settimana di Europa League
  • Buffon, Ronaldo, Ibra & co.: i cavalieri che non fecero l'impresa
  • La Squadra della Settimana di Europa League
  • La squadra della settimana di UEFA Europa League
1 di 10
Pubblicato: sabato, 21 maggio 2016, 22.48CET

Perla di Morata, la Juve centra il double

I Bianconeri superano 1-0 il Milan e dopo lo Scudetto mettono in bacheca anche la Coppa Italia, la seconda di fila: decide un super gol dello spagnolo nei supplementari. Rossoneri fuori dalle coppe, Sassuolo in UEFA Europa League.

Dopo lo Scudetto la Juventus vince la Coppa Italia e centra il "double" per la seconda stagione consecutiva, impresa mai riuscita a nessuna squadra finora.

A Roma, allo Stadio Olimpico, il Milan gioca un’ottima finale ma si inchina a un super gol nel secondo tempo supplementare di Álvaro Morata, in campo da appena un minuto. Per i campioni d’Italia è l’undicesimo successo nella competizione nazionale, che regala al Sassuolo la qualificazione in UEFA Europa League; i Rossoneri, per la terza stagione consecutiva, non giocheranno le coppe europee.

Il Milan di Cristian Brocchi parte senza paura e nella fase iniziale crea probabilmente le occasioni migliori. Giacomo Bonaventura non si coordina bene sull’ottimo cross di Davide Calabria, poi Mattia De Sciglio ci prova di destro ma non inquadra lo specchio della porta; Bonaventura, poi, costringe Neto - portiere di coppa al posto di Gianluigi Buffon -all’intervento in due tempi.

Prima dell’intervallo i Rossoneri di Brocchi costruiscono un’altra chance con Andrea Poli, ma il centrocampista spreca tutto dopo l’ottima iniziativa di Keisuke Honda. Nella ripresa Neto fa ancora buona guardia sull’insidioso destro di De Sciglio, poi si fa finalmente vedere la Juventus: Gianluigi Donnarumma, comunque, interviene bene sul cross di Mario Lemina, schierato titolare da Massimilano Allegri. Che dopo poco più di un’ora, sostituisce uno spaesato Patrice Evra con Alex Sandro.

Donnarumma è ancora reattivo sul cross (deviato) di Pogba, ma lo 0-0 non si schioda: si va ai supplementari. Neto si oppone alla punizione di Honda, dalla parte opposta Donnarumma vola sul tiro potente di Pogba. Il Milan ha una grande chance sul finire del primo tempo supplementare, Carlos Bacca tenta l’acrobazia sul disimpegno errato di Alex Sandro ma il pallone termina alto di poco.

Nel secondo extra-time, arriva la mossa decisiva dei Bianconeri, che gettano nella mischia Morata al posto di Hernanes. E dopo un minuto, l’attaccante spagnolo firma il gol-partita: sul cross di Juan Cuadrado, l’ex Real Madrid indovina uno spettacolare destro di controbalzo e mette il pallone all’angolino. Per lui è il dodicesimo gol stagionale. La Juventus di Allegri è in trionfo. Per il Milan di Brocchi, che nel recupero sfiora il pareggio con José Mauri, è una serata amara, specchio di un’altra stagione da dimenticare in fretta.

REAZIONI

Massimiliano Allegri, allenatore Juventus
"Complimenti ai ragazzi, non era facile vincere. Abbiamo affrontato un buon Milan, sopprattutto nel primo tempo. Abbiamo avuto un paio di occasioni, rischiando nel finale. Le finali son così, devi essere anche fortunato. Non era semplice giocare dopo un mese durante il quale la tensione era ormai svanita. Grazie ai ragazzi per il terzo trofeo stagionale. Grazie alla società e ai tifosi, straordinari anche stasera. Ora ricarichiamo le batterie, dobbiamo vincere il sesto Scudetto e disputare una grande Champions League".

Cristian Brocchi, allenatore Milan
Fa male vedere la Juve festeggiare dopo la prestazione e l'attegiamento avuto dal Milan. Avevo chiesto ai ragazzi abnegazione e spirito di sacrificio. Ho preparato bene la gara a livello tattico, siamo stati puniti per gli errori finali. La gara è stata decisa dagli episodi, potevamo fare meglio ma questo è il calcio. Ho visto la mia mano su questa squadra, attegiamento positivo e voglia di vincere. Le mie squadre hanno queste caratteristiche, purtroppo però è andata così. 

Ultimo aggiornamento: 22/05/16 0.37CET

Informazioni collegate

Federazioni nazionali
Profili squadre

https://it.uefa.com/memberassociations/news/newsid=2367046.html#perla+morata+juve+centra+double