Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Doppietta Maccabi in Israele

Il tecnico Pako Ayestarán ha elogiato i giocatori del Maccabi Tel-Aviv, che hanno conquistato la Coppa d'Israele dopo un digiuno durato dieci anni e centrato così l'accoppiata con il campionato per la prima volta dal 1995/96.

©Maccabi Tel-Aviv FC

Il Maccabi Tel-Aviv FC centra l'accoppiata a livello nazionale vincendo la Coppa d'Israele dopo un digiuno di dieci anni, superando nettamente in finale un Hapoel Beer Sheva FC ridotto in dieci.

Tre giorni dopo essersi riconfermato campione nazionale, il Maccabi si impone per 6-2 all'Haifa International Stadium, centrando l'accoppiata campionato-coppa nazionale per la prima volta dal 1995/96.

Di fronte a 32.000 spettatori, Rade Prica firma una tripletta propiziando la 23esima affermazione del Maccabi nel torneo. Il primo gol di Prica arriva al 21', sugli sviluppi di un'azione confusa, e 7' più tardi Yoav Ziv raddoppia. Nel finale di primo tempo Ovidiu Hoban riporta in partita l'Hapoel con una bella azione personale.

Il Maccabi parte fortissimo nella ripresa e Prica va nuovamente a bersaglio al 47', completando poi al 52' la sua personale tripletta. Maor Buzaglo firma il 4-2 5' più tardi con un gol strepitoso, ma la squadra di Pako Ayestarán replica immediatamente con Eran Zahavi. Nel finale Maaran Radi suggella il risultato.

"Prima della partita ho detto ai giocatori che centrare gli obiettivi non è mai facile, ma loro sono grandi professionisti - ha dichiarato Ayestarán a fine gara -. Ho chiesto alla squadra di divertirsi e l'ho ringraziata per quanto ha fatto. Dobbiamo essere fieri di ciò che abbiamo fatto, ora è il momento di festeggiare".

In alto