Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Lahm, Bale e Rooney in un video sulla Tregua di Natale

In un emozionante cortometraggio prodotto dalla UEFA, Wayne Rooney, Philipp Lahm, Hugo Lloris, Bastian Schweinsteiger e Gareth Bale raccontano la Tregua di Natale del 1914 con le parole dei soldati al fronte.

Il Presidente UEFA Michel Platini inaugura un monumento in Belgio, la UEFA produce un cortometraggio

In un emozionante cortometraggio prodotto dalla UEFA, Wayne Rooney, Philipp Lahm, Hugo Lloris, Bastian Schweinsteiger e Gareth Bale raccontano la Tregua di Natale del 1914 con le parole dei soldati al fronte.

Il cortometraggio di quattro minuti, scritto dall'autore Michael Morpurgo (Warhorse), fa rivivere gli straordinari eventi di 100 anni fa nelle Fiandre. In una fredda serata di dicembre, le truppe britanniche e tedesche decisero di posare le armi, cominciando a intonare canti di Natale e, soprattutto, a giocare insieme. Le lettere dei soldati alle famiglie sono lette da campioni di oggi come Rooney, Lahm, Lloris, Schweinsteiger e Bale, con un ulteriore contributo di Sir Bobby Charlton, Didier Deschamps, Paul Breitner e del presidente UEFA Michel Platini.

Bobby Charlton, leggenda del Manchester United FC, ha dichiarato: "Sono onorato di aver partecipato a questo cortometraggio. È bello immaginare che, nel bel mezzo di una guerra devastante, il calcio abbia unito le persone". Il presidente francese François Hollande ha aggiunto: "Anche se per poco, questo sport universale ha permesso ai soldati di posare le armi e togliersi le uniformi. Quella sera non c'erano più francesi, inglesi, tedeschi o belgi, ma solo uomini. Questa storia è il più grande tributo di sempre allo sport e al calcio".

La Tregua di Natale
La Tregua di Natale

"È molto importante che la UEFA abbia realizzato questa produzione e che i politici e i calciatori di diversi paesi si siano uniti, capendo il significato che questa storia assume per noi oggi - ha commentato l'autore Michael Morpurgo -. È stato un momento di vera speranza per chi ha voluto la tregua. Era una speranza illusoria, ma dopo tutti questi anni si è concretizzata. Purtroppo i protagonisti non ci sono più, ma tutte le nazioni che combattono una guerra non ne vogliono un'altra in futuro. Forse quei soldati avranno pensato: 'Sto combattendo questa guerra perché voglio che la mia nazione vinca, ma soprattutto perché voglio che i miei figli e i figli dei miei figli vivano in pace'".

In alto