Real ko, la Supercoppa è dell'Atletico

Al Vicente Calderón, nella finale di ritorno, i Colchoneros battono 1-0 la squadra di Ancelotti e conquistano il secondo titolo del 2014: è un gol in apertura di Mario Mandžukić a portare in estasi la squadra di Simeone.

I giocatori del Club Atlético de Madrid festeggiano il successo in Supercoppa di Spagna a scapito dei "cugini" del Real Madrid CF
I giocatori del Club Atlético de Madrid festeggiano il successo in Supercoppa di Spagna a scapito dei "cugini" del Real Madrid CF ©Getty Images

Dopo la Liga, ecco la Supercoppa di Spagna. Un grande Club Atlético de Madrid fa suo il derby contro il Real Madrid CF e conquista il secondo trofeo del suo entusiasmante 2014, prendendosi anche una piccola rivincita dopo il ko nella finale di UEFA Champions League di maggio. Al Vicente Calderón è il primo gol dell’attaccante croato Mario Mandžukić a regalare la vittoria ai Colchoneros di Diego Simeone, che si impongono 1-0 e fanno festa, in virtù dell’1-1 di martedì scorso al Santiago Bernabéu.

L’episodio decisivo arriva dopo solo due minuti. Sul rilancio di Miguel Ángel Moyà, il francese Antoine Griezmann batte Sergio Ramos sullo stacco e fa la sponda per Mandžukić, che con un perfetto diagonale non lascia scampo a Iker Casillas e festeggia il primo gol ufficiale con la maglia dei Colchoneros.
 
La Casa Blanca non ci sta e, trascinata da James Rodríguez, prova a reagire. Al 25’ il fuoriclasse colombiano, da posizione defilata, prova la conclusione di piatto sinistro, ma trova Moyà prontissimo alla risposta in tuffo. L’ex giocatore dell’AS Monaco FC ci prova anche di testa sul cross di Luka Modrić, ma mette di un soffio a lato. Infine, il numero 10 serve sulla corsa Gareth Bale, che si porta il pallone sul sinistro e calcia a colpo quasi sicuro: il pallone, però, termina di un soffio a lato.

Nella squadra di Simeone – espulso per proteste – il più incisivo è tuttavia Raúl García, che però trova sulla sua strada un Iker Casillas più che reattivo. La ripresa si apre con Cristiano Ronaldo al posto di Toni Kroos, ma sono i Colchoneros ad andare più vicini al gol. L’indemoniato Raúl García colpisce la traversa con un’ottima conclusione volante, mentre Griezmann non riesce ad approfittare di uno dei tanti errori di Sergio Ramos e manda a lato il suo destro a incrociare.
    
Ancelotti getta nella mischia anche Isco e Marcelo, ma il Real crea pericoli solo nel finale, con Sergio Ramos che svetta altissimo sugli sviluppi di un corner ma manca l’impatto con il pallone. Il Real Madrid chiude addirittura in dieci per l’espulsione (doppia ammonizione) di Modrić, per l’Atletico Madrid e Simeone è festa grande.  I Colchoneros vincono la loro seconda Supercoppa di Spagna, il trofeo che tradizionalmente apre la stagione e che oppone i detentori del titolo a quelli della Coppa del Re; il Real Madrid non riesce a mettere in bacheca questo secondo trofeo dopo il trionfo in Supercoppa UEFA.   

In alto