Il sito ufficiale del calcio europeo

Gabi vuole sempre di più

Pubblicato: lunedì, 19 maggio 2014, 11.24CET
Il capitano dell'Atlético Gabi ha assicurato a tutti i suoi tifosi che "il meglio deve ancora venire", dopo che Los Rojiblancos hanno riconquistato il titolo della Liga dopo 18 anni nel finesettimana.
di Paul Bryan
da Madrid
Gabi vuole sempre di più
Gabi (Club Atlético de Madrid) ©AFP

Approfondimenti UEFA.com

Il presidente UEFA incontra gli studenti a Oxford
  • Il presidente UEFA incontra gli studenti a Oxford
  • Se ne va un gigante del calcio
  • La UEFA piange Lennart Johansson
  • Fase finale UEFA Nations League: la Squadra del Torneo
  • La Squadra della Settimana di Europa League
  • Le grandi rimonte in UEFA Champions League
  • La Squadra della settimana di Europa League
  • Buffon, Ronaldo, Ibra & co.: i cavalieri che non fecero l'impresa
  • La Squadra della Settimana di Europa League
  • La squadra della settimana di UEFA Europa League
1 di 10
Pubblicato: lunedì, 19 maggio 2014, 11.24CET

Gabi vuole sempre di più

Il capitano dell'Atlético Gabi ha assicurato a tutti i suoi tifosi che "il meglio deve ancora venire", dopo che Los Rojiblancos hanno riconquistato il titolo della Liga dopo 18 anni nel finesettimana.

Il capitano del Club Atlético de Madrid Gabi ha assicurato a tutti i suoi tifosi che "il meglio deve ancora venire", dopo che Los Rojiblancos hanno riconquistato il titolo della Liga dopo 18 anni nel finesettimana.

Il sogno del tecnico Diego Simeone di vedere Madrid "vistita di rosso e bianco" è diventato realtà quando i neo-campioni di Spagna sono scesi nelle strade della capitale domenica sera. Prima di arrivare alla Fuente de Neptuno – la Fontana di Nettuno – con una sciarpa e una bandiera dell'Atlético il centrocampista Gabi ha voluto rivolgersi alla folla: "Questo è solo l'inizio. E' un onore; è il nostro premio per tutto il duro lavoro e gli sforzi fatti. Il meglio deve ancora venire". 

Circa 200.000 tifosi sono accorsi per salutare il pullman aperto che è partito dall'Estadio Vicente Calderón in direzione Nettuno. E' la quarta volta che fa questo viaggio da quando è diventato allenatore del club a fine 2011, e Simeone questa volta ha voluto concludere il tour con una piccola danza. "Vorrei ringraziare i giocatori, perché senza le loro fatiche questo non sarebbe stato possibile", ha detto l'argentinno. "Questo non è solo un titolo della Liga - è molto più di questo. Quello che questi giocatori hanno dimostrato è che se ci credi, se lavori duramente, allora puoi fare tutto".

Dopo aver aiutato la sua squadra a conquistare il punto decisivo nell'1-1 contro l'FC Barcelona sabato – Diego Godín ha pareggiato dopo la rete blaugrana di Alex Sánchez – il terzino sinistro Filipe Luis ha voluto rendere onore al tecnico dell'Atlético. "Non accetta la sconfitta e questo è l'atteggiamento che ci ha portato dove siamo ora", ha spiegato il brasiliano. "Poco a poco, ha messo nelle nostre teste l'idea che se non ti poni limiti allora puoi raggiungere qualsiasi obiettivo. Vincere la Liga oggi con una squadra umile come la nostra è incredibile, ma lo abbiamo fatto con il duro lavoro, la fiducia e la lotta. Speriamo di vincere anche la [UEFA] Champions League".

Sulla stessa lunghezza d'onda il difensore della Spagna Juanfran: "Non vediamo l'ora di ripeterci. Questa squadra entrerà nella storia. Abbiamo tenuto testa tutto l'anno a Barcellona e Real Madrid [CF], ai loro giocatori e alla loro storia. Sappiamo cosa significano questi colori dato che ci sentiamo esattamente come i nostri tifosi. Pensando a quella che ha definito "la partita più difficile dell'anno", la finale di UEFA Champions League di sabato contro i nove volte campioni d'Europa del Real Madrid, Juanfran ha detto: "Affrontiamo un avversario incredibile ma entreremo in campo pieni di fiducia e sicurezza".

Ultimo aggiornamento: 19/05/14 17.19CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Federazioni nazionali
Profili squadre

https://it.uefa.com/memberassociations/news/newsid=2107901.html#gabi+vuole+sempre