La prima volta dello Zawisza

Lo Zawisza Bydgoszcz ha battuto 6-5 ai rigori lo Zagłębie Lubin alla sua prima apparizione in finale di Coppa di Polonia e la prossima stagione esordirà nelle competizioni UEFA per club.

I giocatori dello Zawisza Bydgoszcz festeggiano a Varsavia
I giocatori dello Zawisza Bydgoszcz festeggiano a Varsavia ©Cyfrasport

Lo Zawisza Bydgoszcz ha battuto ai rigori lo Zagłębie Lubin alla sua prima apparizione in finale di Coppa di Polonia.

Lo Zawisza ha battuto una squadra finalista nel 2005 e 2006, ma ora invischiata nella lotta per non retrocedere, davanti a 37.000 tifosi al National Stadium di Varsavia e la prossima stagione esordirà nelle competizioni continentali partendo dal secondo turno preliminare di UEFA Europa League.

La gara, pur ricca di occasioni, non si sblocca per 120 minuti. Lo Zagłębie schiera Arkadiusz Piech, capocannoniere stagionale del torneo con cinque gol, e si conferma unica squadra senza gol al passivo, ma nella serie di rigori finali è il portiere dello Zawisza Wojciech Kaczmarek a salire in cattedra neutralizzando le conclusioni di Djordje Cotra e Sebastian Bonecki prima del tiro decisivo di Igor Lewczuk che fissa il punteggio sul 6-5.

"Volevo tirare a tutti i costi - ha dichiarato a fine gara Lewczuk -. Mi sentivo sicuro, anche se non avevamo svolto un allenamento specifico. Il nostro allenatore, Ryszard Tarasiewicz, è stato un grande calciatore, quindi sapeva chi scegliere per calciare i rigori".

In alto