Al Panathinakos la Coppa di Grecia

Marcus Berg con la sua splendida tripletta ha aiutato il Panathinaikos FC a battere il PAOK FC 4-1 e a vincere un trofeo per la prima volta dopo quattro anni di attesa.

©Getty Images

Marcus Berg con la sua splendida tripletta ha aiutato il Panathinaikos FC a battere il PAOK FC 4-1 e a vincere la Coppa di Grecia per la 18esima volta - l'ultimo successo risaliva alla doppietta campionato-coppa nazionale del 2009/10.

Berg ha sbloccato il risultato dopo 15 minuti, ma è stata la sua seconda rete dopo l'intervallo a dimostrarsi decisiva. Dimitris Salpingidis era andato due volte vicino al pareggio, scheggiando la traversa con un colpo di testa, quando l'attaccante della Svezia ha insaccato sul primo palo. Nikos Karelis ha poi segnato il 3-0 e, anche se il PAOK non si è mai arreso, non è stato in grado di recuperare.

I Verdi sono i più vivaci fin dall'inizio, con Zeca che obbliga il portiere del PAOK Panagiotis Glykos alla parata dopo soli 60 secondi. Berg concretizza la supremazia della sua squadra, insaccando sugli sviluppi di un calcio d'angolo.

Il PAOK sembra riprendersi prima dell'intervallo. Il capitano Salpingidis colpisce la traversa con un bel colpo di testa e, prima dell'intervallo, va vicino al gol su cross di Miroslav Stoch.

Il vento sembra tirare a favore del club di Salonicco, ma Berg cambia il corso della partita con un gol da opportunista. Tre minuti dopo Glykos viene battuto di nuovo, quando Karelis segna di testa su calcio d'angolo battuto da Nano. A questo punto l'allenatore del PAOK Giorgos Georgiadis tenta il tutto per tutto, inserendo Zvonimir Vukić e Lino.

I due sono protagonisti dell'azione che porta alla rete del PAOK al 68' minuto, con Lino che conquista un calcio di rigore dopo un duello con Mehdi Abeid, ed è Vukić a trasformare. E' però la serata di Berg: a due minuti dalla fine supera un difensore, penetra in area, sorprende Juan Insaurralde e lascia partire un sinistro imparabile che gonfia la rete.

"Nemmeno nei miei sogni più selvaggi avrei potuto immaginare di segnare tre gol in unapartita del genere", ha ammesso. Il tecnico Giannis Anastasiou ha fatto i complimenti ai giocatori, aggiungendo: "Mi sento felice e gusto la vendetta. A inizio stagione in pochi credevano in noi. Questa squadra ha un futuro roseo".

Il PAOK può comunque vendicarsi, con le due squadre che saranno di nuovo di fronte negli spareggi per conquistare il secondo posto greco che vale l'accesso alla UEFA Champions League insieme a Asteras Tripolis FC e Atromitos FC, a partire da mercoledì.

In alto