Il sito ufficiale del calcio europeo

Il poker speciale di Seedorf

Pubblicato: Sabato, 1 aprile 2017, 10.30CET
Oggi Clarence Seedorf compie 41 anni: per festeggiarlo UEFA.com ripercorre la sua irripetibile carriera in UEFA Champions League, costellata di numerose "serate indimenticabili".
di Berend Scholten
Il poker speciale di Seedorf
Clarence Seedorf e Kaká dopo il trionfo in UEFA Champions League del 1997 con il Milan ©Getty Images

Approfondimenti UEFA.com

L'impegno UEFA verso il calcio femminile
  • L'impegno UEFA verso il calcio femminile
  • La UEFA presenta la piattaforma digitale in chiaro OTT
  • I Campionati Europei U21 hanno registrato il record di ascolti in tutta Europa
  • Fase finale UEFA Nations League: la Squadra del Torneo
  • La Squadra della Settimana di Europa League
  • Le grandi rimonte in UEFA Champions League
  • La Squadra della settimana di Europa League
  • Buffon, Ronaldo, Ibra & co.: i cavalieri che non fecero l'impresa
  • La Squadra della Settimana di Europa League
  • La squadra della settimana di UEFA Europa League
1 di 10
Pubblicato: Sabato, 1 aprile 2017, 10.30CET

Il poker speciale di Seedorf

Oggi Clarence Seedorf compie 41 anni: per festeggiarlo UEFA.com ripercorre la sua irripetibile carriera in UEFA Champions League, costellata di numerose "serate indimenticabili".

Unico calciatore ad avere vinto la UEFA Champions League con tre squadre diverse - Ajax, Real Madrid e Milan – Clarence Seedorf ritiene a buon diritto di avere un legame speciale con la massima competizione continentale.

"Emozioni, ricordi... Per fortuna più belli che brutti – spiega, parlando del torneo -. Momenti di grande divertimento e grande calcio. Serate indimenticabili. E' questa l'essenza: esperienza, emozioni e quel qualcosa di speciale che la Champions League conferisce dentro e fuori del campo”.

UEFA.com rievoca i quattro trionfi di Seedorf in UEFA Champions League.

Finale 1995: Ajax - Milan 1-0

1994/95: Ajax
Seedorf è tuttora il più giovane esordiente dell'Ajax in Eredivisie. Debutta a 16 anni, nell'ottobre 1992,  e diventa presto una pedina fondamentale della generazione d'oro. Guidata dai veterani Danny Blind e Frank Rijkaard, una formazione giovane nelle cui file militano future stelle del calibro dei gemelli De Boer, Seedorf, Edgar Davids, Jari Litmanen e Patrick Kluivert, raggiunge l'apice conquistando la UEFA Champions League nel 1994/95.

Le vittorie per 2-0 nella fase a gironi contro il Milan sono un buon presagio. La squadra di Louis van Gaal si ripete in finale battendo 1-0 i Rossoneri grazie a un gol nel finale di Kluivert, entrato a gara in corso. "Tutti sognano di vincere una finale di Coppa dei Campioni, e io ho avuto la fortuna di riuscirci ad appena 19 anni. Quando mi sono svegliato il giorno dopo la finale mi sono sentito diverso, strano, in qualche modo speciale".

Finale 1998: Real Madrid - Juventus 1-0

1997/98: Real Madrid 

Seedorf lascia l'Ajax dopo quella magica notte di Vienna, trascorrendo una sola stagione alla Sampdoria prima di trasferirsi nella capitale spagnola. Assapora il successo europeo alla seconda stagione a Madrid, aiutando le Merengues a superare i detentori del Borussia Dortmund in semifinale. In finale, giocata nello stadio della sua ex squadra, l'Amsterdam Arena, affronta la Juventus dell'ex compagno di squadra Davids.

La finale è decisa ancora da un unico gol, firmato da Predrag Mijatović a metà ripresa, che regala al Real Madrid la prima Coppa dei Campioni dopo 32 anni. "Era diventata più di un'ossessione per il club. Mangiavamo tutti i giorni in un ristorante in cui non facevano altro che parlarci della finale”.

La lotteria dei rigori nella finale 2003

2002/03 e 2006/07: AC Milan
Il trequartista olandese passa all'Inter nel 2000 e soltanto due anni più tardi si trasferisce sulla sponda rossonera. Alla prima stagione con il nuovo club conquista il massimo trofeo europeo, aiutando il Milan a battere le sue ex squadre: il Real Madrid nella fase a gironi, l'Ajax nei quarti e l'Inter in semifinale. In finale i Rossoneri superano la Juventus ai calci di rigore. Dopo un pareggio senza reti a Old Trafford, Seedorf fallisce la sua trasformazione.

"E' davvero incredibile. Non ho parole per esprimere la mia felicità. E' stato un grande spettacolo, con una grande atmosfera in un grande stadio". E non è tutto. Vice campione nel 2005, la squadra di Seedorf e Carlo Ancelotti si vendica del Liverpool battendolo nella finale del 2007 ad Atene, grazie a una doppietta di Filippo Inzaghi.

Finale 2007: Milan - Liverpool 2-1

Ultimo aggiornamento: 01/04/17 13.51CET

Informazioni collegate

Profili squadre

http://it.uefa.com/uefachampionsleague/news/newsid=2044440.html#il+poker+speciale+seedorf