La Dinamo e i suoi mille talenti

Da Zvonimir Boban a Luka Modrić, la squadra croata si conferma una delle più capaci a lanciare i giovani sulla scena internazionale.

Luka Modrić con la maglia della Dinamo nel 2007
Luka Modrić con la maglia della Dinamo nel 2007 ©Getty Images

Sui campi di allenamento della GNK Dinamo Zagreb, è raro non trovare qualche osservatore dall'occhio lungo che cerca i campioni di domani.

A livello mondiale, la squadra croata è famosa per aver dato i natali a giocatori molto dotati tecnicamente. Forse, l'esempio più lampante è Luka Modrić, che nel 2008 ha lasciato la Dinamo per il Tottenham Hotspur FC per quasi 27 milioni di euro e quattro anni dopo è andato in Spagna al Real Madrid CF.

Anche l'esperto terzino Vedran Ćorluka (FK Lokomotiv Moskva), il difensore Dejan Lovren (Southampton FC), il centrocampista Milan Badelj (Hamburger SV ) e l'attaccante Eduardo (FC Shakhtar Donetsk) si sono fatti notare in Europa tra le fila della Dinamo, mentre i più grandi nomi del passato sono Zvonimir Boban e Robert Prosinečki.

L'anno scorso, i giovani Mateo Kovačić, Tin Jedvaj Šime Vrsaljko hanno lasciato la capitale croata per approdare rispettivamente all'FC Internazionale Milano, AS Roma e Genoa CFC. Il centrocampista Alen Halilović e gli attaccanti Fran Brodić e Robert Murić, 17 anni, sono gli ultimi esponenti della Dinamo che attirano sguardi da tutta Europa. "Durante la Coppa del Mondo FIFA Under 17, alcuni osservatori del Monaco, del PSG e della Juventus si sono detti interessati a Murić. È un grande talento", ha dichiarato Romeo Jozak,  direttore del comitato tecnico della Federcalcio croata (HNS).

"Gran parte del merito va agli allenatori, ma abbiamo anche dimostrato di avere un buon occhio. Non possiamo permetterci di perdere giocatori così talentuosi - ha proseguito Jozak -. Un paio di anni fa il nostro vivaio era uno dei migliori sei in Europa e competeva con Barcellona, Inter, Arsenal e Sporting. Lavoriamo con un budget di circa 1 milione di euro all'anno, mentre gli altri ne hanno anche 8".

L'ex Ct della Croazia Mirko Jozić, responsabile delle giovanili della Dinamo nel 2008, prevede un buon futuro per la squadra di Zoran Mamić, attualmente  prima in campionato con cinque punti di vantaggio. "I giovani meritano grande rispetto. Tante squadre possono imparare a lavorare con loro prendendo esempio dalla Dinamo e non c'è motivo di preoccuparsi".

In effetti, la fucina di talenti della Dinamo non sembra chiudere mai, soprattutto dopo i successi a livello Under 17 contro FC Bayern München e Borussia Dortmund e la vittoria della Jugend EURO Cup, torneo giovanile al coperto a 12 squadre che si tiene ogni anno in Germania. 

In alto