Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Coppa e doppietta peril CSKA

La formazione moscovita ha superato l'Anji Makhachkala ai calci di rigore conquistando la sua settima Coppa di Russia e centrando la doppietta a livello nazionale. Di Seydou Doumbia la trasformazione decisiva dagli 11 metri.

Il CSKA festeggia il successo in Coppa di Russia
Il CSKA festeggia il successo in Coppa di Russia ©Getty Images

Il PFC CSKA Moskva ha superato l'FC Anji Makhachkala ai calci di rigore, conquistando la Coppa di Russia e centrando la doppietta a livello nazionale. Di Seydou Doumbia la trasformazione decisiva.

A Grozny, dopo l'1-1 sul campo e un espuslione per il CSKA, Yuri Zhirkov si fa parare il proprio rigore e Jucilei calcia alto, dando la chance all'attaccante ivoriano di insaccare dal dischetto con un morbido tocco sotto e di regalare al club moscovita la sua settima coppa nazionale. L'Anji manca invece l'appuntamento con il primo trofeo della sua storia.

L'avvio di gara è bruciante per il CSKA, in vantaggio dopo appena 8': Ahmed Musa va al tiro da posizione angolata sulla sinistra e il pallone termina nella porta dell'Anji, alle spalle di Vladimir Gabulov.

La formazione di Leonid Slutski, però, subisce il ritorno degli avversari. Igor Akinfeev nega per due volte il pareggio a Samuel Eto'o e il primo tempo si conclude con il predominio dell'Anji.

L'estremo difensore del CSKA, fino a quel momento insuperabile, deve però capitolare al 74', quando Lassana Diarra riporta la sfida in parità con una conclusione dai 25 metri di rara potenza che si insacca sotto la traversa. La situazione per il club della capitale peggiora ulteriormente all'87', quando Pontus Wernbloom si fa espellere, ma i campioni di russia in carica resistono per tutti i supplementari e alla finr la spuntano dal dischetto.

"Siamo davvero felici", ha dichiarato Slutski a fine gara -. Abbiamo meritato questa doppietta e la finale è stQuesta vittoria è merito soprattutto di Igor Akinfeev, che ha effettuato parate strepitose ed è statod ecisivo anche ai rigori. Ora siamo davvero al settimo cielo".

In alto