Coppa di Croazia all'Hajduk di Tudor

L'ex difensore della Juventus conquista un trofeo appena tre settimane dopo aver preso in mano il timone della squadra di Spalato, che supera l'NK Lokomotiva Zagreb con un complessivo 5-4 in finale.

Ivan Vuković festeggia il gol del pari
Ivan Vuković festeggia il gol del pari ©AFP/Getty Images

Il capitano dell'HNK Hajduk Split, Mario Maloča, è felice che la sua squadra abbia smentito i critici battendo l'NK Lokomotiva Zagreb con un complessivo 5-4 nella finale di Coppa di Croazia.

L'Hajduk partita avanti 2-1 dopo la gara di andata, ma dopo nove minuti Mario Šitum va a segno per la Lokomotiva. I gol di Ivan Vuković (45') e Tino-Sven Sušić (52') ribaltano però le sorti a favore della squadra di Belgrado. Quella di Zagabria si rifà sotto con Andrej Kramarić (71') ma Danijel Stojanović chiude virtualmente i conti un minuti più tardi.

"La gente ci diceva che avremmo lottato per evitare la retrocessione", ha detto Maloča, la cui squadra ha subito l'inutile gol del 3-3 ad opera di Karlo Bručić in pieno recupero. "Per gli sforzi fatti meritavamo un trofeo. Sappiamo tutti quanto sia difficile la nostra situazione e quanto sia importante questo trofeo per il club".

L'Hajduk è andato oltre le aspettative finendo terzo in campionato dietro a GNK Dinamo Zagreb e Lokomotiva. E' il sesto successo in Coppa di Croazia, trofeo vinto anche 20 e 40 anni fa, il secondo quando era ancora la Coppa di Jugoslavia.

Per l'ex difensore della Juventus Igor Tudor arriva un trofeo appena tre settimane dopo aver sostituito in panchina Miše Krstičević.

In alto