Il sito ufficiale del calcio europeo

McGrory più di Messi

Pubblicato: Mercoledì, 3 dicembre 2014, 16.36CET
Dopo il record stabilito da Lionel Messi con il Barcellona, UEFA.com ha cercato i migliori marcatori di sempre nei campionati europei: Alex O'Henley rende omaggio a Jimmy McGrory, fenomeno del Celtic.
di Alex O'Henley
da Glasgow
McGrory più di Messi
Jimmy McGrory (a destra) con la maglia del Celtic ©Celtic FC
Pubblicato: Mercoledì, 3 dicembre 2014, 16.36CET

McGrory più di Messi

Dopo il record stabilito da Lionel Messi con il Barcellona, UEFA.com ha cercato i migliori marcatori di sempre nei campionati europei: Alex O'Henley rende omaggio a Jimmy McGrory, fenomeno del Celtic.

Dopo il record di 253 gol in Liga stabilito da Lionel Messi con l'FC Barcelona, UEFA.com ha cercato i migliori marcatori di sempre nei campionati europei: Alex O'Henley rende omaggio a Jimmy McGrory, fenomeno del Celtic FC.

James Edward McGrory, conosciuto più semplicemente come Jimmy McGrory, è il capocannoniere assoluto in Gran Bretagna, con ben 550 goal in 547 partite fra tutte le competizioni con il Celtic FC e il Clydebank FC dal 1921 al 1937. Voluto da Willie Maley, primo allenatore del Celtic, McGrory fu prestato per una stagione al Clydebank, dove segnò 13 gol in 30 partite, e successivamente tornò alla sua squadra d'origine, dove sarebbe diventato il miglior marcatore di sempre nel club.

Soprannominato 'il siluro umano' e 'la sirena' per la sua bravura di testa nonostante la sua modesta altezza (meno di un metro e 70), McGrory fu il miglior marcatore in Europa nelle stagioni 1926/27 e 1935/36 con 49 e 50 gol rispettivamente. Nel 1927/28 ne totalizzò 63 fra tutte le competizioni, stabilendo anche il record britannico di otto gol in una sola partita contro il Dunfermline Athletic FC. A dicembre 1935 raggiunse l'allora primato mondiale di 363 gol in carriera, mentre in seguito stabilì un altro record britannico di 55 triplette, di cui una in tre minuti contro il Motherwell FC.

Bill Paterson, ex giocatore dell'Arsenal FC, paragonò McGrory a un toro, perché il suoi colpi di testa erano potenti come un tiro di piede, ma anche a un avvoltoio, mentre il giornalista Hughie Taylor scrisse: "Veder giocare McGrory fa venire la pelle d'oca".

Nel 1928, il Celtic provò a vendere McGrory all'Arsenal per 10.000 sterline, con la falsa promessa di lavorare con il tecnico Herbert Chapman. Se avesse firmato, McGrory sarebbe diventato il giocatore più pagato in Gran Bretagna, ma alla fine non accettò: "McGrory nell'Arsenal non sarebbe il McGrory del Celtic", dichiarò.

©Celtic FC

Jimmy 'The Mermaid' McGrory

Con la Scozia, il giocatore disputò solo sette partite ma segnò sei gol, compresa una doppietta contro l'Inghilterra nel 1933 che diede vita al famoso 'ruggito' dei 134.170 spettatori di Hampden. Un infortunio al ginocchio lo costrinse al ritiro nel 1937, non prima di chiudere l'ultima partita contro il Queen's Park FC segnando il gol numero 410 in campionato.

Benché anche McGrory avesse un punto debole (i calci di rigore, con un solo centro su tre), il suo contributo rimane indelebile nell'inno del Celtic, intitolato Willie Maley Song:

"And they gave us James McGrory and Paul McStay,
They gave us Johnstone, Tully, Murdoch, Auld and Hay,
And most of the football greats,
Have passed through Parkhead's gates,
All to play football the Glasgow Celtic way."

Ultimo aggiornamento: 04/12/14 10.19CET

Informazioni collegate

Federazioni nazionali
Profili squadre

http://it.uefa.com/memberassociations/association=sco/news/newsid=2190598.html#mcgrory+messi