Il sito ufficiale del calcio europeo

Guidetti non smette di stupire

Pubblicato: Martedì, 31 gennaio 2012, 10.21CET
I tre gol di domenica contro l'Ajax hanno messo in evidenza la classe dell'attaccante del Feyenoord, che a soli 19 anni vede spalancarsi la strada verso i grandi club e UEFA EURO 2012.
di Sujay Dutt
da Stoccolma
Guidetti non smette di stupire
John Guidetti esulta dopo un gol con il Feyenoord ©Getty Images
Pubblicato: Martedì, 31 gennaio 2012, 10.21CET

Guidetti non smette di stupire

I tre gol di domenica contro l'Ajax hanno messo in evidenza la classe dell'attaccante del Feyenoord, che a soli 19 anni vede spalancarsi la strada verso i grandi club e UEFA EURO 2012.

I tre gol nella sfida di domenica contro l'AFC Ajax hanno messo in evidenza la classe dello svedese John Guidetti. In prestito dal Manchester City FC, il 19enne attaccante sta facendo favile al Feyenoord, dove quest'anno ha realizzato due triplette. Ne ha fatta di strada, da quando giocava a piedi scalzi per le strade di Nairobi.

Anche se nato a Stoccolma, da bambino Guidetti è vissuto in Kenya, dove ha iniziato a giocare a calcio: "Abitavamo in una zona ricca e nessuno sapeva giocare - commenta a UEFA.com -. Io e mio padre abbiamo girato la città per cercare la squadra più forte". L'hanno trovata per le strade di Kibera, la più grande baraccopoli della capitale kenyota.

I Guidetti sono stati accolti dall'Impala Black Stars Kibera, dove John giocava a piedi scalzi. "Le scarpe le avrò portate sì e no un paio d'anni: senza, i piedi si rinforzano - ricorda -. A dicembre sono tornato in Kenya e ho portato 80 chili di attrezzature per la squadra, ma i miei progetti sono molto più grandi. Voglio costruire un campo artificiale a Kibera, e anche una scuola. È il mio sogno".

Al ritorno a Stoccolma, Guidetti ha iniziato a giocare all'IF Brommapojkarna, famoso per avere uno dei migliori vivai in Svezia. A 16 anni era di nuovo in viaggio, stavolta verso il Manchester City, dove il connazionale Sven-Göran Eriksson ne aveva segnalato le qualità. In seguito ha trovato un posto nella squadra dei campioni di Roberto Mancini, ma è stato ceduto in prestito per fare esperienza.

Il Feyenoord è stato una meta azzeccata per Guidetti. Con 14 gol in 13 gare di campionato, è stato recentemente soprannominato "eroe di culto" della Eredivisie dalla rivista Voetbal International. L'amore per il suo paese adottivo è reciproco: "Sono molto contento di giocare in Olanda. Il Feyenoord è come una grande famiglia e Rotterdam ha una grande passione per il calcio".

A ogni gol, i tifosi e i giornalisti e Svezia promuovono Guidetti per un posto a UEFA EURO 2012. Anche se deve ancora esordire in nazionale, l'attaccante è ottimista, e ne ha ben donde. "So solo quello che scrivono i giornali - commenta -. Pare che Erik Hamrén mi stia tenendo d'occhio".

Se il Ct dovesse selezionarlo, avrebbe a che fare con un altro attaccante svedese che si è fatto conoscere in Olanda. "Non ho mai sentito di persona Zlatan [Ibrahimović], ma lui ha detto ai giornalisti che quello olandese è un buon campionato per crescere - spiega Guidetti con un sorriso -. È strano che tutti mi conoscano, ma è anche bello che lui sappia il nome del suo futuro compagno di reparto!".

Ultimo aggiornamento: 22/03/12 11.11CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Profili squadre

http://it.uefa.com/memberassociations/association=ned/news/newsid=1746222.html#guidetti+smette+stupire