Il sito ufficiale del calcio europeo

Guidetti e la vera febbre del gol

Pubblicato: Lunedì, 30 gennaio 2012, 9.02CET
In dubbio prima della gara contro l'Ajax per una febbre a 40 , l'attaccante del Feyenoord ha stretto i denti ed è sceso in campo, realizzando una tripletta nel successo 4-2 contro l'Ajax.
di Berend Scholten
Guidetti e la vera febbre del gol
John Guidetti ©Getty Images
Pubblicato: Lunedì, 30 gennaio 2012, 9.02CET

Guidetti e la vera febbre del gol

In dubbio prima della gara contro l'Ajax per una febbre a 40 , l'attaccante del Feyenoord ha stretto i denti ed è sceso in campo, realizzando una tripletta nel successo 4-2 contro l'Ajax.

In dubbio alla vigilia della partita, l'attaccante John Guidetti del Feyenoord sale in cattedra con una tripletta nel 'Klassieker' di domenica contro l'AFC Ajax.

Anche se poco prima il PSV Eindhoven aveva scavalcato l'AZ Alkmaar in vetta alla Eredivisie, tutti gli occhi sono puntati allo stadio De Kuip di Rotterdam, dove si svolge l'ultimo capitolo della sfida tra i rivali più acerrimi del calcio olandese. Negli ultimi anni, la gara è stata dominata dall'Ajax, che non perde dal 5 febbraio 2006 ed è avvantaggiato dalla presunta assenza del 19enne Guidetti, alle prese con una tonsillite e 40°C di febbre.

Autore di 11 gol in 12 gare di campionato prima di domenica, l'attaccante svedese in prestito dal Manchester City FC viene invece schierato titolare, ma l'Ajax sembra non accorgersene e va in vantaggio al 18' con Christian Eriksen. Ma anche Guidetti vuole dire la sua, conquistando e trasformando calcio di rigore alla mezz'ora e portando in vantaggio i padroni di casa grazie a un errore di Otman Bakkal.

Quindi, Bakkal porta il Feyenoord in vantaggio di due gol poco dopo la ripresa, ma l'Ajax reagisce accorciando le distanze con Dmitri Bulykin a 10' dal termine. L'ultima parola, tuttavia, spetta ancora a Guidetti, che poco dopo firma una tripletta e suggella il 4-2 finale, mandando in visibilio il pubblico di casa.

"È stata pura follia - commenta il tecnico del Feyenoord, Ronald Koeman, a fine gara -. La partita è stata bellissima. Sono felice per il Feyenoord, perché aspettava da molto questa vittoria. Un successo contro l'Ajax è straordinario".

Koeman non ha avuto vita facile al Feyenoord, dove le ristrettezze finanziarie lo hanno obbligato a fare affidamento sui giovani (a 26 anni, il capitano Ron Vlaar è quasi un veterano) e su giocatori in prestito come Guidetti e Bakkal. Tuttavia, il successo di domenica porta la squadra al quarto posto a pari merito con l'Ajax, mentre Koeman è soddisfatto per l'influenza di Guidetti sul resto della squadra.

"Nonostante la giovane età, è già un fenomeno - commenta l'ex difensore dell'Olanda -. John è molto forte mentalmente e tutti gli altri giocatori lo considerano un esempio. È molto sicuro, ma settimana dopo settimana ci dimostra perché. È bello avere un giocatore come lui e oggi è stato fantastico".

Sostituito per la standing ovation a fine gara, Guidetti si dimostra sicuro anche davanti alle telecamere. A proposito delle sue condizioni di salute prima della partita, risponde semplicemente "Diciamo che ero pronto per una tripletta. La settimana scorsa stavo malissimo, ma ho riposato e oggi ero in forma".

"Ovviamente, un risultato del genere è un sogno. I tifosi meritano questa vittoria, ed è per questo che siamo rimasti in campo per festeggiare. Spero che ricordino questi tre gol per il resto della loro vita".

Ultimo aggiornamento: 09/12/12 10.00CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Federazioni nazionali
Profili squadre

http://it.uefa.com/memberassociations/association=ned/news/newsid=1745857.html#guidetti+vera+febbre