Il sito ufficiale del calcio europeo

Attenti a quei due!

Pubblicato: Lunedì, 30 gennaio 2012, 11.14CET
Il Milan non molla la Juventus ma deve ringraziare un immenso Ibrahimović e un gigantesco Nocerino, a segno entrambi nella vittoria casalinga contro il Cagliari e autori di record personali importanti.
Attenti a quei due!
Antonio Nocerino e Zlatan Ibrahimovic sono la coppia-gol del Milan ©Getty Images
Pubblicato: Lunedì, 30 gennaio 2012, 11.14CET

Attenti a quei due!

Il Milan non molla la Juventus ma deve ringraziare un immenso Ibrahimović e un gigantesco Nocerino, a segno entrambi nella vittoria casalinga contro il Cagliari e autori di record personali importanti.

Nel 3-0 con cui l'AC Milan ha liquidato il Cagliari Calcio, restando così in scia all'imbattibile Juventus leader della classifica, la novità è la consacrazione della nuova coppia-gol rossonera, che, a parte l'incredibile Zlatan Ibrahimović edizione 2011/2012, vede la sua meravigliosa peculiarità nellultimo partner offensivo dello svedese, ovvero Antonio Nocerino, che di mestiere farebbe il centrocampista incontrista ma che ormai segna più di una punta vera.

Contro i sardi, infatti, il 22 rossonero (il numero di maglia che aveva Ricardo Kakà...) ha messo a segno il suo settimo gol in questa stagione. Roba da bomber, e infatti il trottolino milanista ha sbriciolato il proprio record stagionale di gol in carriera ma non solo, ha eguagliato uno dei mastini di centrocampo più illustri della storia del Diavolo, Romeo Benetti, che nell'intera annata 1972/73 realizzò sette reti, ma al 26enne originario di Napoli, è bastato il girone d'andata per riuscirci.

Nocerinho, come lo chiamano ormai i tifosi, continua a volare basso, a fine gara ha ringraziato i compagni e quando gli hanno detto che è il secondo cannoniere stagionale del Milan, con la consueta schiettezza se l'è cavata con una battuta: "Davvero? Allora siamo messi male".

Un ringraziamento particolare il centrocampista ex Juventus lo ha riservato al genio Ibra, che ieri gli ha servito di petto l'assist per il gol del momentaneo 2-0 poco oltre la metà del primo tempo, che ha virtualmente chiuso una gara a favore dei rossoneri condotta in porto al minimo sindacale, e con un secondo tempo di assoluto relax impreziosito dalla chicca finale del gol del capitano, Massimo Ambrosini, subentrato da poco.

Ma il nuovo tandem offensivo rossonero non è così casuale come può apparire, visto che Nocerino e Ibra, prima di ieri sera, erano già andati a segno altre tre volte insieme in campionato quest'anno. Chi conosce i meccanismi dei milanesi non si stupisce troppo perché l'esplosione di Nocerino – arrivato a Milanello in estate all'ultimo giorno di mercato senza clamori – in parte è dovuta proprio a Ibracadabra.

Lo svedese è già a quota 15 gol in serie A in 17 gare stagionali giocate (21 gol complessivi fra tutte le competizioni e ben avviato a battere il suo record di 29 gol stabilito con l'Inter nel 2008/9), bottino che gli vale il primato solitario nella classifica dei cannonieri. Ibra è ormai è un giocatore totale, alla Marco van Basten, capace di sfornare assist e giocate deliziose per i compagni, oltre asegnare valanghe di gol.

Eh sì, un Ibra così decisivo non s'era ancora visto in Italia, eh sì che di magie con le altre squadre con cui aveva giocato – Juve e FC Internazionale Milano – ne aveva già fatte parecchie, ma è col Milan che il 30enne sembra aver trovato la definitiva consacrazione, come, tra i tanti elogi, chiosa il faro del centrocampo milanista, l'olandese Mark van Bommel: "Ibra? È semplicemente fondamentale per il nostro gioco".

In attesa che qualche altro attaccante milanista strappi a Nocerino, come sarebbe naturale, il ruolo di partner ideale dello svedese – da Robinho al neo-arrivato Maxi Lopez fino ad Alexandre Pato, ancora fermo ai box per un infortunio –, il Milan che rincorre la solidissima Juve di Antonio Conte è saldamente issato sulle spalle di questa strana, splendida coppia, formata da un vichingo del nord e da un inafferrabile folletto del sud, entrambi con l'argento vivo nei piedi e la voglia di arrivare ancora più lontano.

Ultimo aggiornamento: 30/01/12 12.33CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Federazioni nazionali
Profili squadre

http://it.uefa.com/memberassociations/association=ita/news/newsid=1745887.html#attenti+quei