Il sito ufficiale del calcio europeo

La Supercoppa italiana è del Milan

Pubblicato: Sabato, 6 agosto 2011, 15.31CET
A Pechino i rossoneri battono 2-1 in rimonta l'Inter e conquistano per la sesta volta il trofeo: sblocca Sneijder, decisive le reti di Ibrahimović e Boateng.
La Supercoppa italiana è del Milan
Kevin-Prince Boateng (AC Milan) ©Getty Images
Pubblicato: Sabato, 6 agosto 2011, 15.31CET

La Supercoppa italiana è del Milan

A Pechino i rossoneri battono 2-1 in rimonta l'Inter e conquistano per la sesta volta il trofeo: sblocca Sneijder, decisive le reti di Ibrahimović e Boateng.

E’ l’AC Milan a conquistare la Supercoppa italiana. Allo Stadio Olimpico di Pechino, nel primo derby della stagione, la squadra di Massimiliano Allegri supera 2-1 in rimonta l’FC Internazionale Milano e mette per la sesta volta in bacheca il trofeo che apre la stagione e che mette di fronte la squadra campione d’Italia a quella detentrice della Coppa Italia.

Al Bird’s Nest (Nido d’Uccello), di fronte a un'imponente cornice di pubblico, i rossoneri si aggiudicano per la terza volta consecutiva la stracittadina e confermano – almeno per il momento – di essere la formazione da battere. L’Inter passa in vantaggio dopo ventidue minuti con una splendida punizione di Wesley Sneijder, ma viene trafitta nella ripresa dal micidiale uno-due firmato dall’ex Zlatan Ibrahimović (60’) e da Kevin-Prince Boateng (69’).

I ragazzi di Gian Piero Gasperini, all’esordio nel derby della Madonnina, partono bene e provano subito la conclusione con Sneijder, ma è del Milan l’occasione migliore della prima fase di gara: al 6’ la combinazione tra Robinho e Ibrahimović è splendida, il brasiliano allarga però troppo il piatto destro e non trova lo specchio. I nerazzurri provano ancora il tiro con Dejan Stanković, poi al 22’ la formazione di Gasperini sblocca il risultato: la punizione di Snejider è un capolavoro stilistico e di precisione, Christian Abbiati riesce solo a sfiorare sul palo il pallone che rotola in rete.

Dopo un sinistro dell’argentino Ricardo Álvarez, uno dei nuovi acquisti dell’Inter, che termina alto, arriva la reazione dei ragazzi di Allegri. Su un cross di Ignazio Abate, il pallone filtra in area di rigore e Ibrahimović lo colpisce di testa: Júlio César è battuto, ma c’è il palo a salvarlo. Si va al riposo con i nerazzurri in vantaggio, ma nella ripresa la musica cambia. Ci prova prima Clarence Seedorf, poi dopo un quarto d’ora arriva il pareggio.

Su un’azione insistita rossonera, lo stesso olandese mette dentro per Ibra che insacca di testa, con la difesa dell’Inter in barca. Allegri inserisce Pato al posto di Robinho e la mossa porta frutto dopo soli nove minuti. Sul lungo lancio di Abate, il “Papero” controlla bene e scarica un destro che Júlio César devia in qualche modo sul palo: Boateng si fionda sul pallone e in spaccata mette dentro.

Il Milan gestisce bene il vantaggio, Samuel Eto’o trova il 2-2 nel quarto dei cinque minuti di recupero decretati dall’arbitro ma il pareggio è annullato per fuorigioco: il Diavolo fa festa, l’Inter e Gasperini masticano amaro.

Ultimo aggiornamento: 06/08/11 16.13CET

Informazioni collegate

Federazioni nazionali
Profili squadre

http://it.uefa.com/memberassociations/association=ita/news/newsid=1656763.html#la+supercoppa+italiana+milan