Il sito ufficiale del calcio europeo

Puel tra gioia e amarezza

Pubblicato: Lunedì, 30 maggio 2011, 15.07CET
Il tecnico del Lione esprime due stati d'animo diversi dopo aver conquistato il terzo posto in Ligue 1 ma condannato alla retrocessione il Monaco, sua ex squadra.
Puel tra gioia e amarezza
Claude Puel (Olympique Lyonnais) ©Getty Images
Pubblicato: Lunedì, 30 maggio 2011, 15.07CET

Puel tra gioia e amarezza

Il tecnico del Lione esprime due stati d'animo diversi dopo aver conquistato il terzo posto in Ligue 1 ma condannato alla retrocessione il Monaco, sua ex squadra.

Claude Puel, tecnico dell'Olympique Lyonnais, esprime due stati d'animo dopo l'ultima giornata di Ligue 1: se da un lato festeggia il terzo posto in campionato, dall'altro è dispiaciuto per aver condannato alla retrocessione l'AS Monaco FC, sua ex squadra.

Con il LOSC Lille Métropole e l'Olympique de Marseille già sicuri delle prime due posizioni (e di un posto alla fase a gironi di UEFA Champions League), il Lione staccava il Paris Saint-Germain FC di due sole lunghezze prima del calcio d'inizio. Il Monaco, per contro, ha ospitato il Lione sapendo di poter retrocedere ed è stato affondato dalle reti di Pape Diakhaté e Lisandro.

Anche se Puel ha festeggiato la 12esima qualificazione consecutiva del Lione, lo ha fatto a scapito della formazione che ha portato al titolo nel 1999/00, oltre ad averne vestito la maglia quasi 500 volte da giocatore: "Sono triste per il Monaco - ha commentato il tecnico, 49 anni -, ma era molto difficile che rimanesse in Ligue 1. Spero che risalga al più presto". La squadra del principato era retrocessa per l'ultima volta nel 1976, ma è stata promossa immediatamente e nel 1978 ha vinto il terzo degli attuali sette titoli.

L'almanacco non è affatto consolatorio per il tecnico Laurent Banide, che ha faticato a nascondere le lacrime davanti ai giornalisti: "Il mio pensiero va a tutti coloro che hanno espresso simpatia per questa squadra negli ultimi mesi. Sono molto amareggiato. È una grande perdita per il calcio francese. Retrocedere con 44 punti è ancora più difficile da accettare".

Il Lione, che parteciperà alla Champions League dagli spareggi, può invece chiudere in attivo una stagione difficile: "Siamo sollevati - ha commentato Puel -. Ci siamo fatti del male partendo con il piede sbagliato [il Lione era 18esimo a fine settembre] e per questo c'è stata molta tensione. In un'atmosfera del genere è difficile arrivare terzi".

La giornata di domenica ha concluso una settimana molto positiva per il Lione, la cui squadra femminile ha vinto la UEFA Women's Champions League contro l'1. FFC Turbine Potsdam. "Ho visto la partita e sono molto contento - ha concluso Puel -. È la ricompensa dopo anni di duro lavoro".

Ultimo aggiornamento: 30/05/11 15.27CET

Informazioni collegate

Profili allenatori
Federazioni nazionali
Profili squadre

http://it.uefa.com/memberassociations/association=fra/news/newsid=1636786.html#puel+gioia+amarezza