Il sito ufficiale del calcio europeo

Nayim: 'Ho guardato Seaman tutta la sera'

Pubblicato: Giovedì, 13 novembre 2014, 10.45CET
Non molti giocatori possono vantarsi di aver segnato da 40 metri, ma Nayim ci è riuscito nella finale di Coppa delle Coppe UEFA 1995 e ha regalato al Saragozza la vittoria contro l'Arsenal.
di Richard Martin
da Barcellona
Pubblicato: Giovedì, 13 novembre 2014, 10.45CET

Nayim: 'Ho guardato Seaman tutta la sera'

Non molti giocatori possono vantarsi di aver segnato da 40 metri, ma Nayim ci è riuscito nella finale di Coppa delle Coppe UEFA 1995 e ha regalato al Saragozza la vittoria contro l'Arsenal.

Non molti giocatori possono vantarsi di aver segnato da 40 metri, tanto meno in una finale europea, ma Nayim può: nella finale di Coppa delle Coppe UEFA 1995 tra Real Zaragoza e Arsenal FC, all'ultimo minuto dei supplementari, ha visto David Seaman fuori porta e lo ha scavalcato inesorabilmente, suggellando il trionfo della squadra spagnola.

Guarda e vota il gol di Nayim fra i 60 proposti nel sondaggio UEFA

"Con il Tottenham avevo affrontato l'Arsenal per cinque anni e ricordavo che giocava sempre con la difesa alta, mentre il portiere faceva da libero. Quindi, prima della gara ho detto ai compagni e al mister che dovevamo provare a segnare da metà campo", spiega Nayim a UEFA.com.

In effetti, il centrocampista Santiago Aragón aveva già provato a scavalcare Seaman nel primo tempo. "Non era così facile - commenta Nayim a difesa dell'ex compagno -. Ho tenuto d'occhio Seaman per tutta la sera e all'ultimo minuto ci ho provato. Per fortuna è entrata".

Ma la serata poteva finire in tutt'altro modo per Nayim, che in avvio di gara ha rischiato un brutto infortunio per un'entrata di Paul Merson. Uscito in barella, il giocatore si è rimesso in piedi a fatica ed è rientrato in campo zoppicando.

©Getty Images

David Seaman viene consolato dopo la partita

"Era la partita della mia vita, nessuno mi avrebbe impedito di giocarla", aggiunge. La vittoria del 10 maggio 1995 è stata favorita anche da un altro colpo del destino. Pur essendo un destro naturale, Nayim aveva giocato per la maggior parte della stagione a sinistra, ma a cinque minuti dal termine della finale il tecnico Víctor Fernández ha inserito Geli, specialista dei calci di rigore.

Dopo il cambio, Nayim è passato a destra e ha potuto usare il suo piede preferito per siglare il gol della vittoria. Il Saragozza ha così centrato il suo secondo titolo europeo (dopo la Coppa delle Fiere 1964) e ha scatenato una festa di decine di migliaia di tifosi. Alcuni, però, se lo sono ritrovato al proprio fianco già a fine gara.

"Sono uscito tardi dallo stadio perché mi avevano chiamato per i test antidoping. Volevo incontrare i miei compagni in un ristorante, ma a quell'ora non c'erano taxi - ricorda Nayim -. Quindi ho visto un autobus e ho chiesto all'autista se mi potesse portare al ristorante. L'autobus era pieno di tifosi del Saragozza. Molti dormivano, ma qualcuno mi ha visto e ha gridato 'È Nayim!'. Si sono svegliati tutti chiedendosi 'Ma che ci fa qui?'. Sono cose che succedono nel calcio...".

Il sondaggio UEFA per il gol più bello si conclude martedì 25 novembre. Vota subito il tuo gol preferito.

Ultimo aggiornamento: 13/11/14 12.25CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Profili squadre

http://it.uefa.com/memberassociations/association=esp/news/newsid=2181313.html#nayim+guardato+seaman+tutta+sera