Il sito ufficiale del calcio europeo

Fermo immagine: i campioni del Chelsea dieci anni dopo

Pubblicato: Giovedì, 30 aprile 2015, 10.15CET
Sono passati dieci anni esatti dal giorno in cui la capolista della Premier League 2014/15 ha vinto il titolo per la prima volta sotto la guida di José Mourinho – che fine hanno fatto i giocatori di quel Chelsea dieci anni dopo?
Fermo immagine: i campioni del Chelsea dieci anni dopo
Il Chelsea festeggia la vittoria della Premier League nel 2005 – la prima volta in 50 anni ©UEFA.com
Pubblicato: Giovedì, 30 aprile 2015, 10.15CET

Fermo immagine: i campioni del Chelsea dieci anni dopo

Sono passati dieci anni esatti dal giorno in cui la capolista della Premier League 2014/15 ha vinto il titolo per la prima volta sotto la guida di José Mourinho – che fine hanno fatto i giocatori di quel Chelsea dieci anni dopo?

Con il Chelsea FC ad appena una una vittoria dal titolo in Premier League, UEFA.com riporta le lancette a dieci anni fa, ovvero al giorno in cui i Blues hanno vinto il loro primo campionato sotto la guida di José Mourinho, il secondo nella loro storia. Il Chelsea in quella giornata ha festeggiato la conquista della Premier League vincendo 2-0 in casa del Bolton Wanderers FC. Per il tecnico portoghese fu subito titolo al primo anno in Inghilterra. Esaminando il prosieguo delle carriere del nucleo della squadra, abbiamo scoperto che alcuni – compreso Mourinho – non si sono allontanati troppo, geograficamente parlando ...

1. Ricardo Carvalho
2004/05: 25 presenze in campionato, una rete
Uno dei pupilli di Mourinho, il difensore centrale aveva lavorato con il portoghese già ai tempi dell'FC Porto, prima di trasferirsi al Chelsea e poi – dopo sei anni allo Stamford Bridge – al Real Madrid CF. Oggi è un giocatore dell'AS Monaco FC, e ha giocato sei partite nella UEFA Champions League 2014/15.

2. Nuno Morais
2004/05: due presenze
Centrocampista difensivo, Morais è sceso in campo con il contagocce con Mourinho, tanto da essere ceduto in prestito al CS Marítimo prima della cessione all'APOEL FC nell'estate del 2007. Da allora gioca a Nicosia.

3. Damien Duff
2004/05: 30 presenze, sei reti
Al Chelsea probabilmente ha raggiunto il culmine della sua carriera. Nonostante fosse stato uno dei migliori nel 2005/06, l'esterno avrebbe poi lasciato i Blues per trascorrere tre stagioni al Newcastle United FC e quattro al Fulham FC. Nel 2014 si è trasferito in Australia, al Melbourne City, dopo aver detto addio alla nazionale irlandese di cui ha vestito la maglia per 100 volte.

4. Eidur Gudjohnsen
2004/05: 37 presenze, 12 reti
Come molti dei suoi ex compagni, l'attaccante Gudjohnsen ha chiuso un cerchio ... o quasi. La bandiera islandese, 36 anni, è tornato alla sua prima squadra inglese, il Bolton Wanderers, dopo delle brevi parentesi con Barcellona (dove ha vinto la UEFA Champions League 2008/09), Monaco, Atene e Bruges – giusto per nominarne alcune.

5. Mateja Kežman
2004/05: 25 presenze, quattro reti
Un altro ad aver cambiato molte squadre dopo essere uscito dall'ala protettiva di Mourinho, l'ex attaccante della Serbia si è ritirato dopo delle brevi parentesi in Bielorussia e Hong Kong. Dopo la stagione al Chelsea, il serbo ha vestito anche le maglie di Club Atlético de Madrid, Fenerbahçe SK e Paris Saint-Germain.

6. Joe Cole
2004/05: 28 presenze, otto reti
Punto di riferimento per anni per il Chelsea e l'Inghilterra, la carriera di Cole si è bruscamente ridimensionata quando è passato dal Chelsea al Liverpool FC nel 2010. Sebbene il prestito al LOSC Lille sembrava aver rilanciato la sua carriera, i 18 mesi al West Ham United FC e l'attuale prestito all'Aston Villa FC sono stati abbastanza deludenti rispetto a quanto dimostrato in precedenza.

7. John Terry
2004/05: 36 presenze, tre reti
Dopo il primo titolo, Terry ha disputato oltre 300 partite nella massima serie con la maglia del Chelsea. Ancora oggi l'inglese è il capitano e baluardo difensivo dei Blues. Mourinho ha detto che la prestazione del 34enne nel pareggio per 0-0 di domenica con l'Arsenal FC, è stata la "migliore di sempre". L'inglese sembra essere rinato sportivamente dopo il ritiro dalla nazionale nel 2012.

Robben parla dell'

8. Arjen Robben
2004/05: 18 presenze, sette reti
Il nazionale olandese non hai espresso tutto il suo straordinario potenziale in Inghilterra. Dopo aver lasciato il Chelsea, ha vinto un titolo col Real Madrid CF e tre con l'FC Bayern München. Il momento più bello della sua carriera, tuttavia, è legato a Londra: il suo gol decisivo nella finale di Wembley, infatti, ha regalato la UEFA Champions League 2013 al Bayern Monaco.

9. Carlo Cudicini
2004/05: tre presenze
Uno dei pochi per cui l'arrivo di Mourinho è stato deleterio. Numero uno indiscusso prima dell'arrivo del portoghese – e dell'acquisto di Petr Čech –, Cudicini ha giocato con il contagocce sia con il Chelsea che con il Tottenham Hotspur FC, prima di trasferirsi negli Stati Uniti, al LA Galaxy.

10. Claude Makelele
2004/05: 36 presenze, una rete
Il ruolo di 'centrocampista alla Makelele' nasce grazie alle sue straordinarie prestazioni a centrocampo in fase difensiva – posizione fondamentale per un tecnico così tatticamente disciplinato come Mourinho. Makelele chiude la carriera disputando tre stagioni al Paris Saint-Germain. In seguito diviene allenatore dell'SC Bastia, in Ligue 1, ma viene esonerato a novembre..

11. Petr Čech
2004/05: 35 presenze
Sono passati dieci anni, ma Čech è ancora al Chelsea. Rispetto a quella stagione, il ceco dal 2006 indossa un caschetto protettivo, in seguito a un brutto infortunio alla testa. Non ancora nel dimenticatoio, oggi Čech nelle gerarchie di Mourinho è dietro Thibaut Courtois, nonostante sia stato definito dal portoghese come "uno dei tre migliori portieri al mondo".

12. Frank Lampard
2004/05: 38 presenze, 13 reti
Miglior marcatore di tutti i tempi del Chelsea con 221 reti in tutte le competizioni - non male per un centrocampista -, oggi Lampard è un giocatore del Manchester City FC, dopo 13 splendide stagioni vissute con i Blues. Ha ricevuto una standing ovation da tutti i tifosi del Chelsea dopo la rete realizzata proprio contro la sua ex squadra in questa stagione. L'anno prossimo si trasferirà negli Stati Uniti per indossare la maglia del New York City FC.

Drogba mette fine al lungo digiuno del Chelsea

13. Didier Drogba
2004/05: 26 presenze, dieci reti
Drogba è stato un altro di quelli che Mourinho definiva 'intoccabili' durante la sua prima parentesi allo Stamford Bridge. Votato in un sondaggio come miglior giocatore di sempre del Chelsea, l'ivoriano inizialmente aveva lasciato il club dopo la vittoria i calci di rigore nella finale di UEFA Champions League del 2012, ma il richiamo dei Blues è stato troppo forte dopo due brevi parentesi in Cina e Turchia.

14. William Gallas
2004/05: 28 presenze, due reti
Gallas ha fatto praticamente il giro completo della capitale inglese dopo aver lasciato il Chelsea nel 2006, giocando anche con i rivali dell'Arsenal FC e Tottenham Hotspur FC. Nel 2013 si è trasferito in Australia con il Perth Glory FC.

Tutte le statistiche della stagione 2004/05 si riferiscono esclusivamente alla Premier League.

Altri articoli simili...

Fermo immagine: il Benfica batte il Porto di Mourinho
Fermo immagine: il Monaco batte il Real dei Galacticos

Fermo immagine: il Barcellona zittisce il Bernabéu
Fermo immagine: la standing ovation dell'Old Trafford per Ronaldo
Fermo immagine: gli eroi della finale di Istanbul

Fermo immagine: la Juve elimina il Werder

Fermo immagine: il gol scudetto di Batistuta
Fermo immagine: l'Ajax ribalta il 3-1 dell'andata
Fermo immagine: l'Italia raggiunge la finale mondiale
Fermo immagine: il 1989 e il Napoli di Maradona
Fermo immagine: il Paris supera l'invincibile Barcellona

Ultimo aggiornamento: 30/04/15 16.26CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Federazioni nazionali
Profili squadre

http://it.uefa.com/memberassociations/association=eng/news/newsid=2241670.html#fermo+immagine+campioni+chelsea+dieci+anni+dopo